Walt Hansgen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walt Hansgen
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo Automobilismo
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1961, 1964
Scuderie Cooper, Lotus
Miglior risultato finale 16° (1964)
GP disputati 2
Punti ottenuti 2
 

Walt Hansgen (Westfield, 28 ottobre 1919Orléans, 7 aprile 1966) è stato un pilota di Formula 1 statunitense.

Per quanto riguarda la Formula 1 ha preso la partenza nel Gran Premio degli Stati Uniti d'America in due occasioni, nel 1961 e nel 1964.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Hansgen si appassionò all'automobilismo fin dalla giovane età,[1] ma cominciò a prendere parte alle sue prime gare solamente all'inizio degli anni cinquanta.[1] In quegli anni lavorava infatti come carrozziere nell'azienda del padre e dopo aver preso in prestito del denaro dalla famiglia comprò una Jaguar XK120. Nonostante la scarsa competitività del mezzo riuscì comunque a concludere decimo alla 12 Ore di Sebring.[1] Decise quindi di costruire una vettura in proprio riciclando alcune parti della Jaguar per poter correre nella SCCA.[1] Fece il suo debutto nella serie nel 1953, imponendosi al debutto e vincendo alcune gare. Nel 1956, dopo un successo a Cumberland a bordo di una Jaguar D-Type, venne assunto da Briggs Cunningham nel suo team.[1] Per quattro anni consecutivi vinse quindi il titolo di serie di SCCA. Nello stesso tempo prese parte ad alcune gare in Europa senza sfigurare.[1] Partecipò anche a diverse gare di Formula Junior alla guida di una Cooper negli Stati Uniti.

Formula 1[modifica | modifica sorgente]

Nel 1961 fece il suo esordio in Formula 1 al Gran Premio degli Stati Uniti, che concluse con un ritiro. La sua unica altra gara nella massima serie fu solo nel 1964, sempre nella gara di casa, dove giunse quinto conquistando i suoi primi punti mondiali.

Risultati completi[modifica | modifica sorgente]

1961 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Punti Pos.
Momo Corporation Cooper T53 Rit 0
1964 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico (1934-1968).svg Punti Pos.
Team Lotus Lotus 33 5 2 16º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Vetture sport[modifica | modifica sorgente]

Hansgen trascorse comunque il resto della sua carriera nelle corse con vetture sport. Nel 1964 terminò il suo sodalizio con Cunningham e passò al team di John Mecom.[1] Lo stesso anno prese parte alla 500 miglia di Indianapolis, ritirandosi mentre occupava la seconda posizione. Partecipò anche ad alcune gare nella NASCAR e fece da mentore a Mark Donohue, con cui giunse secondo alla 12 Ore di Sebring del 1966. Dopo questo risultato fece alcuni test ad Indianapolis per recarsi poi in Francia per la 24 Ore di Le Mans. Durante i giorni di prova fu, però, protagonista di un grave incidente dopo aver urtato alcuni sacchi di sabbia in una via di fuga.[1] La sua vettura si capovolse e subì gravi ferite alla testa, che causarono la sua morte alcuni giorni dopo.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i (EN) Drivers: Walt Hansgen, grandprix.com. URL consultato il 21 maggio 2012.