Virginia Eriksdotter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Re di Svezia
Casato di Vasa
Armoiries rois Vasa de Suède.svg

Gustavo I (1523-1560)
Erik XIV (1560-1568)
Giovanni III (1568-1592)
Sigismondo I (1592-1599)
Carlo IX (1599-1611)
Gustavo II Adolfo (1611-1632)
Cristina (1632-1654)

Virginia Vasa (Kalmar, 1 gennaio 1559Odensjö, 1633) fu una nobile svedese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era una figlia illegittima di Eric XIV di Svezia. Nacque dalla relazione tra il re di Svezia e Agda Persdotter.

Nel 1561 lei e tutti i figli illegittimi del re vennero educati alla corte della principessa Cecilia Vasa, sorella di Eric.

Dal 1564, dopo che Cecilia dovette lasciare la Svezia, il compito di prendersi cura dei figli del re passò all'altra sorella Elisabetta Vasa. La principessa aveva dato il compito di occuparsi dei nipoti alla sua dama di compagnia Karin Månsdotter, futura regina di Svezia.

Nel 1566 suo padre fu intenzionato a darla in moglie allo zarevic Ivan Ivanovich di Russia ma Virginia si oppose.

Nel 1585 Giovanni III di Svezia le diede in proprietà la tenuta di Västergötland.

Nel 1586 scelse di sposare il nobile Håkan Knutsson Hand, governatore del castello di Kronoberg. Nel 1589 le vennero concesse altre proprietà da Carlo IX di Svezia.

Note[modifica | modifica sorgente]


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]