The Vapors

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Vapors
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Power pop
New wave
Punk rock
Periodo di attività 1979-1982
Etichetta United Artists Records, Liberty Records
Album pubblicati 6
Studio 2
Raccolte 4

I Vapors furono un gruppo musicale powerpop inglese in attività tra il 1979 e il 1982.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nascono nel 1978 in una prima versione su idea del cantante e frontman Dave Fenton per poi svilupparsi ed assumere un lineup definitivo l'anno seguente. Durante uno dei loro primi concerti vengono notati da Bruce Foxton, il bassista dei The Jam, che gli chiede di partecipare al loro tour di promozione dell'album Setting Sons [1]; dopo aver accettato i Vapors assumono come manager lo stesso Foxton e John Weller, padre di Paul Weller, e manager dei Jam.

Spesso associati all'universo mod revival, sia per il periodo storico che per le affinità coi Jam e con altri gruppi mod dell'epoca, i Vapors non si dichiararono mai mod, rimanendo dunque ai margini del movimento[2].

Debuttano nel 1979, dopo aver firmato con la United Artists Records, con il singolo Prisoners che non riscuote molto successo tra il pubblico non entrando neanche nella popolare UK Singles Chart. Di tutt'altro avviso il secondo singolo Turning Japanese che raggiunse la terza posizione nel marzo 1980[3], anno in cui esce il loro primo album New Clear Days. Subito dopo il lancio dell'album esce News at Ten il terzo singolo, che riscuote un timido successo piazzandosi al quarantaquattresimo posto della classifica inglese dei singoli[4], seguito l'anno successivo dal quarto ed ultimo singolo Waiting for the Weekend.

Nel 1981 esce Magnets, secondo ed ultimo album della band, ritenuto quasi trascurabile dalla critica [1], produce solo un singolo all'attivo Jimmie Jones, anch'esso di modesto successo mediatico[5]. L'anno successivo la band decide di sciogliersi.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1995 - Anthology
  • 1996 - Turning Japanese:The Best of the Vapors
  • 1998 - Vaporized
  • 2003 - The Best of the Vapors

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) www.billboard.com - Vapor's biography on billboard.com by Stephen Thomas Erlewine
  2. ^ (EN) www.allmusic.com - Mod revival
  3. ^ (EN) chartarchive.org - Turning Japanese
  4. ^ (EN) chartarchive.org - News at Ten
  5. ^ (EN) chartarchive.org - Jimmie Jones

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk