The Carrie Diaries

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Carrie Diaries
Carrie Diaries.png
Immagine tratta dalla sigla della serie
Titolo originale The Carrie Diaries
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2013-2014
Formato serie TV
Genere period drama, teen drama
Stagioni 2
Episodi 26
Durata 42 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Risoluzione 1080i
Colore colore
Audio Dolby Digital 5.1
Crediti
Ideatore Candace Bushnell (romanzo)
Amy B. Harris (serie TV)
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Josh Schwartz, Len Goldstein, Stephanie Savage e Candace Bushnell.
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 14 gennaio 2013
Al 31 gennaio 2014
Rete televisiva The CW
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 20 giugno 2013
Al in corso
Rete televisiva Mya (st. 1)
Fox Life (st. 2)
Opere audiovisive correlate
Seguiti Sex and the City
Sex and the City (film)
Sex and the City 2

The Carrie Diaries è una serie televisiva statunitense prodotta dal 2013 al 2014 per due stagioni e trasmessa dal canale The CW.

I produttori hanno specificato che il telefilm non è un prequel diretto della serie televisiva della HBO Sex and the City, ma un adattamento dell'omonimo romanzo di Candace Bushnell, in Italia pubblicato con il titolo Il diario di Carrie, che narra degli avvenimenti di una giovane Carrie Bradshaw.[1]

La serie va in onda in Italia, in prima assoluta su Mya dal 20 giugno 2013; dal 2 settembre 2013, prima della trasmissione in chiaro, va in onda su Fox Life. Nel 2014 la situazione si ribalta, sarà Fox Life a trasmettere la seconda stagione in prima visione assoluta e Mya a replicarla successivamente.

Trama[modifica | modifica sorgente]

« Prima del sesso, prima di New York, prima di 'Sex and the City', c'ero solo io: Carrie, Carrie Bradshaw. »
(Introduzione agli episodi)

1984: Carrie Bradshaw è una liceale e aspirante scrittrice che, orfana di madre, vive con il padre e la sorella minore Dorrit. Sognando di andare a vivere New York, fa i conti con la recente scomparsa della madre a causa di un tumore, così il padre per risollevarla di morale, le procura un impiego come stagista in uno studio legale di Manhattan. Al liceo, intanto, inizia una relazione sentimentale con Sebastian Kydd, cosa che contribuisce a formare un rapporto molto conflittuale con la ragazza più popolare della scuola, Donna LaDonna. La cerchia degli amici di Carrie si completa poi con la sicura Maggie, la sensibile Jill (detta Mouse) e Walt, ragazzo in conflitto con la sua natura omosessuale che tiene segreta a tutti. A New York infine Carrie conosce Larissa Loughlin, una donna alla moda che diventa una sorta di mentore per la ragazza che inizia così il suo penultimo anno di scuole superiori divisa tra le ordinarie faccende scolastiche e i suoi primi approcci con la Grande Mela.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 13 2013 2013
Seconda stagione 13 2013-2014 2014

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

  • Carrie Bradshaw (stagioni 1-2), interpretata da AnnaSophia Robb e doppiata da Letizia Ciampa.
    Protagonista della serie, è un'intelligente, spiritosa ed ingenua liceale che aspira a diventare scrittrice e trasferirsi a New York.
  • Sebastian Kydd (stagioni 1-2), interpretato da Austin Butler e doppiato da Andrea Mete.
    È un compagno di scuola nonché primo amore di Carrie.
  • Jill Thompson (stagioni 1-2), interpretata da Ellen Wong e doppiata da Joy Saltarelli.
    Conosciuta anche come "Mouse", Jill è la migliore amica di Carrie.
  • Maggie Landers (stagioni 1-2), interpretata da Katie Findlay e doppiata da Erica Necci.
    È un'amica di Carrie che soffre di bassa autostima.
  • Dorrit Bradshaw (stagioni 1-2), interpretata da Stefania Owen e doppiata da Lucrezia Marricchi.
    È la sorella minore di Carrie, schietta, cinica e ribelle.
  • Walt Reynolds (stagioni 1-2), interpretato da Brendan Dooling e doppiato da Flavio Aquilone.
    È un amico di Carrie, ex fidanzato di Maggie, che scopre di essere gay.
  • Donna LaDonna (stagioni 1-2), interpretata da Chloe Bridges e doppiata da Chiara Gioncardi.
    Aspirante modella, è la ragazza più popolare della scuola di Carrie, con la quale sarà prima in rapporti conflittuali per poi diventare sua amica.
  • Larissa Loughligh (stagioni 1-2), interpretata da Freema Agyeman e doppiata da Myriam Catania.
    È l'editrice della rivista di moda Interview che fa da mentore a Carrie.
  • Tom Bradshaw (stagioni 1-2), interpretato da Matt Letscher e doppiato da Vittorio Guerrieri.
    È il padre di Carrie e Dorrit.
  • Samantha Jones (stagione 2), interpretata da Lindsey Gort.
    È la sfacciata ed esuberante cugina di Donna, con cui Carrie stringe amicizia. Fa parte della scena musicale di Manhattan.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel settembre 2011 venne ufficialmente annunciato che il network The CW aveva dato il via libera alla stesura di una sceneggiatura per un eventuale episodio pilota ispirato al romanzo del 2010 Il diario di Carrie (The Carrie Diaries). L'adattamento televisivo venne quindi affidato a Amy B. Harris, già autrice di Sex and the City. Come produttori esecutivi vennero invece designati Josh Schwartz, Len Goldstein, Stephanie Savage e la stessa autrice del romanzo Candice Bushnell.

La produzione del pilot venne confermata il 18 gennaio 2012, mentre il seguente 11 maggio la rete statunitense approvò la produzione di una prima stagione completa, destinata ad essere trasmessa in midseason dal 14 gennaio 2013. A fine ottobre 2012 venne diffuso online il primo trailer della serie[2] Il 13 ottobre 2013 era stata inizialmente confermata una seconda stagione, sempre di tredici episodi; l'8 maggio 2014 il network The CW ha cancellato la serie al termine della seconda stagione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Did The CW's Carrie Diaries Sweep You Off Your Manolo Blahniks?, TVLine, 24 gennaio 2013.
  2. ^ The Carrie Diaries, ecco il trailer completo, ScreenWeek Blog.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione