Solfuro di piombo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Solfuro di piombo
Aspetto del solfuro di piombo
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare PbS
Massa molecolare (u) 239,27
Aspetto solido grigio o nero
Numero CAS [1314-87-0]
Numero EINECS 215-246-6
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 7,56
Costante di solubilità a 298 K 3,4×10–28
Temperatura di fusione 1.114 - 1.120 °C (1.387 - 1.393 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine irritante pericoloso per l'ambiente
Frasi H 302 - 332 - 360Df - 373 - 410
Consigli P 201 - 273 - 308+313 - 501 [1][2]

Il solfuro di piombo è il sale di piombo (II) dell'acido solfidrico. È praticamente insolubile in acqua, soluzioni alcaline, acido cloridrico e solforico diluiti, mentre è facilmente solubile in acido nitrico diluito.

Minerali[modifica | modifica sorgente]

In natura è presente come minerale col nome di galena ed è il più importante minerale di piombo. Si presenta in cristalli monometrici (cubici o ottoedrici) di color grigio piombo con lucentezza metallica.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Si può produrre sinteticamente riscaldando del piombo in presenza di zolfo, o per riduzione del solfato con carbone o ancora per precipitazione trattando soluzioni di sali di piombo con acido solfidrico o solfuri alcalini. Il prodotto si presenta come polvere di colore nero.

Reazioni[modifica | modifica sorgente]

Riscaldato in presenza di ossigeno (aria) si ossida a solfato (PbSO4) o a monossido di piombo (PbO), poi reagendo con gli stessi composti ossigenati sviluppa diossido di zolfo (SO2) liberando piombo metallico.

Usi[modifica | modifica sorgente]

L'uso principale è la produzione di piombo metallico e in piccola parte per la produzione di solfato di piombo. Nella raffinazione del petrolio è utilizzato come catalizzatore.

Tossicità[modifica | modifica sorgente]

Come gran parte dei composti del piombo è tossico e pericoloso per l'ambiente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 19.09.2012
  2. ^ Smaltire presso un impianto di trattamento dei rifiuti autorizzato.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia