Sherman Alexie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sherman Joseph Alexie

Sherman Joseph Alexie Jr. (Wellpinit, 7 ottobre 1966) è uno scrittore, poeta e sceneggiatore statunitense particolarmente legato alle tradizioni delle tribù indiane del Nordamerica, che ne hanno caratterizzato l'opera: infatti molti suoi romanzi o sono ambientati all'interno delle riserve dei nativi (ad esempio The Lone Ranger and Tonto Fistfight in Heaven) o presentano occasionali o continue apparizioni della cultura dei pre-colombiani (The Absolutely True Diary of a Part-Time Indian). Attualmente vive a Seattle, nello Stato di Washington.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato presso la riserva della comunità indiana di Wellpinit (Stato di Washington), venne al mondo con un'idrocefalo - accumulo di liquido cefalico che può danneggiare i tessuti del cervello -, ma sopravvisse senza ritardi mentali. I suoi studi sono stati caratterizzati dalle letture familiari (il suo libro preferito: Furore di John Steinbeck). Frequentando la scuola si distinse per le sue grandi doti: sensibilità e acutezza. Riguardo agli anni degli studi cosiddetti "regolari", ha dichiarato: ero il solo indiano eccetto la mascotte.

Nel 1985 iniziò a frequentare l'Università Gonzaga di Spokane, poi nel 1987 si trasferì nella più prestigiosa Washington State University. Lì scoprì le proprie particolari doti poetiche componendo alcuni versi, successivamente pubblicati dal giornalino universitario. Tuttavia furono anche gli anni dei problemi con l'alcol poi felicemente risolti.

Si è sposato nel 1992 con Diane Tomhave, di origini hidatse, dalla quale ha avuto due figli: Joseph, nato nel 1997, e David, nato nel 2001. Alexie è appassionatissimo di basket, ha tifato per i Seattle SuperSonics sino al 2007 ma ora sostiene i Portland Trail Blazers. Quanto alla carriera universitaria, ha tenuto lezioni sullo studio dell'etnie delle popolazioni nordamericane nel 2004, nel 2006 e nel 2008 presso la Washington State University e la Seattle University.

Opera, pensiero e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Sherman Alexie.jpg

Sherman Alexie è uno degli scrittori più premiati del Nordamerica, citiamo solo alcuni dei premi più prestigiosi che ha vinto: il Premio O. Henry - per un racconto di particolare valore - nel 2005, vinto con Ruth Prawer Jhabvala e Elizabeth Stuckey-French, il neonato PEN/Amazon.com Short Story Award nel 2000, lo Shelley Memorial Award - datogli dall'organizzazione letteraria Poetry Society of America - nel 2001 e il Writers Exchange sempre nel 2001. È stato membro dell'Independent Spirit Awards Nominating Committees nel 2000, 2001, 2005 e 2006 e ha lavorato come sceneggiatore presso il Sundance Institute Writers Fellowship Program e l'Independent Feature Films West - oggi abbreviato in Film Indipendent. Nel 2005 è stato giurato per il Rae Award.

Le sue opere sono ricche di particolari tratti dalla sua esperienza di vita presso i nativi americani. Le più significative short stories sono raccolte in The Best American Short Stories (2004), edito da Lorrie Moore: l'abbondanza dei dettagli il colore da essi derivato e dato alle storie, la profonda morale e l'esperienza di questi racconti sono state premiate con il Pushcart Prize.

Ha scritto alcuni articoli, pubblicati dal giornale Ploughshares, nel 2000 e nel 2001. Come romanziere si è distinto soprattutto nel campo dei romanzi d'avventura. L'opera The Absolutely True Diary of a Part-Time Indian (L'assolutamente vero diario di un indiano part-time) è stata selezionata per il National Book Award, sezione giovani e sostenuta nel tentativo di vincere il premio dal giornale locale The Seattle Times. È importante dire che i suoi non sono romanzi di formazione, poiché un antico detto indiano, molto simile al medesimo ricorrente in quasi tutte le culture e le etnie - come ha ricordato - dice: chi nasce in un modo, non muore nell'altro.

Elenco delle opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Business of Fancydancing (1991)
  • I Would Steal Horses (1992)
  • Old Shirts and New Skins (1993)
  • First Indian on the Moon (1993)
  • Seven Mourning Songs For the Cedar Flute I Have Yet to Learn to Play (1993)
  • Water Flowing Home (1995)
  • The Summer of Black Widows (1996)
  • The Man Who Loves Salmon (1998)
  • One Stick Song (2000)
  • Dangerous Astronomy (2005)

Prosa: raccolte di racconti e romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • Smoke Signals (1998)
  • The Business of Fancydancing (2002)
  • 49? (2003)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 46892548 LCCN: n/91/93126