Hidatsa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partecipante alla Danza del cane

Gli Hidatsa sono un gruppo di popolazioni semisedentarie che si autodefinivano Popolo dei Salici. Coltivavano le terre lungo il corso superiore del Missouri e producevano una qualità di mais presente tuttora, oltre a fagioli, zucche, melone, girasoli e tabacco.

L'abitazione tipica degli Hidatsa è una capanna circolare semi-affondata nel terreno e coperta di terra, fango, rametti, erba, zolle erbose o altro, da cui il nome coloniale di earth-lodge, fornita di un basso corridoio di accesso. All'interno, un puntello di sostegno a forcella sostiene nel centro quattro travi posizionate a croce. Alcuni tronchi più piccoli sistemati lungo la circonferenza dell'abitazione sostengono una serie di grandi pali dai quali partono i travicelli per le travi centrali. Dei rametti di salice vengono legati orizzontalmente e coperti con erba secca, seguita da uno strato di zolle e terra.

Con l'introduzione del cavallo il sistema agricolo sedentario venne in parte sostituito da un'economia fondata sulla caccia al bisonte. Spesso erano le donne a lavorare i campi, mentre gli uomini cacciavano e combattevano.

Furono colpiti dal vaiolo introdotto dai bianchi nel 1837, ne rimasero dimezzati. I sopravvissuti delle due tribù nel 1845 si riunirono a Fort Berthold, dove vennero raggiunti dagli Arikara nel 1862. Nel 1868 vennero riconosciuti come le tre tribù affiliate; oggi ne restano 5.000 in Nord Dakota.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]