Shabaka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Shabaka
Shabaka
Disegno di rilievo di Shabaka, da Karnak.
Re dell'Alto e Basso Egitto
In carica Terzo periodo intermedio
Incoronazione 716 a.C.
Predecessore Piankhi
Bocchoris (XXIV dinastia)
Successore Shebitqo
Re di Nubia
In carica Regno di Napata
Incoronazione 716 a.C.
Predecessore Piankhi
Successore Shebitqo
Morte 702 a.C.
Dinastia XXV dinastia egizia

Shabaka (... – ...) è stato un faraone della XXV dinastia egizia ed un sovrano del regno di Kush.

Nome Horo Sesto Africano Eusebio di Cesarea
Sobek-tawy Sabacon Sabacon

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Succeduto al fratello, Piankhi, portò a termine l'impresa di conquista dell'Egitto, iniziata, ma lasciata incompleta, da quest'ultimo.
Dopo il ritorno di Piankhi a Napata i principi del Basso Egitto, che avevano fatto omaggio di sottomissione al vincitore, ma che avevano mantenuto le loro basi di potere, si riorganizzarono sotto la guida di Tefnakht, e poi di suo figlio Boccori, nel tentativo di opporsi all'espansionismo della dinastia nubiana.
Shabaka marciò con decisione verso nord e sconfisse definitivamente gli avversari e, secondo Manetone ... catturò Bocchoris e lo arse vivo.... Erodoto più semplicemente scrive che inseguì il suo avversario fin nelle paludi del delta del Nilo. Comunque sia con questa vittoria i sovrani della XXV dinastia piegarono le ultime resistenze delle case reali libiche pur non giungendo mai a controllare effettivamente tutto il Basso Egitto.
In politica estera Shabaka cercò di contrastare la minaccia assira sia blandendo, tramite l'invio di doni, Sargon II, sia allenadosi con la coalizione di stati che in Palestina cercavano si resistergli.
L'opzione militare si rivelò però fallimentare, la coalizione fu scompaginata e l'esercito egizio, composto per la maggior parte di mercenari, sconfitto a Raphia.
Fortunatamente per l'Egitto i problemi interni dell'Assiria impedirono al vincitore di poter sfruttare la situazione.
Con il regno di Shabaka iniziò il processo di restaurazione degli antichi culti, processo che giunse a pienezza con la XXVI dinastia; a Menfi il culto di Ptah riprese la sua posizione di preminenza e venne redatto il Testo di teologia menfita, una delle più articolare cosmogonie della tradizione egizia.
A Tebe Shapenewpet I, sorella di Piankhi e Shabaka, assunse il titolo di Divina Sposa di Amon mentre Harmakis, figlio di Shabaka, venne posto sul seggio di Primo Profeta di Amon carica nel frattempo ritornata ad una valenza prettamente teologica.
Shabaka regnò per circa 15 anni (la data più alta registrata è appunto il 15º anno di regno) mentre Giulio Sesto Africano gli attribuisce solo otto anni contro i dodici di Eusebio di Cesarea.

Titolatura[modifica | modifica sorgente]

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
s b N29 N19
Srxtail.jpg
sbk t3wy Sobektawy Sobek (signore) delle Due Terre
G16
nbty (nebti) Le due Signore
sbk t3wy
G8
ḥr nbw Horo d'oro
sbkt3wy
M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
Hiero Ca1.svg
i mn
n
U7
N5 F35
D28
Hiero Ca2.svg
nfr k3 rˁ mr jmn Neferkara-meriamon Perfetto è il Ka di Ra, amato da Amon
G39 N5
 
s3 Rˁ Figlio di Ra
Hiero Ca1.svg
M8 E10 D28
Hiero Ca2.svg
s3 b k3 Shabaka

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Signore dell'Alto e del Basso Egitto Successore Double crown.svg
Piankhi
Bocchoris (XXIV dinastia)
716702 a.C. Shebitqo

Dinastie contemporanee
XXII dinastia (Bocchoris)
Divine Spose di Amon (Shapenewpet II)
Predecessore Re di Nubia Successore
Piankhi 716 – 702 a.C. Shebitqo