S1m0ne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
S1m0ne
S1m0ne (2002).png
Una scena del film
Titolo originale S1m0ne
Paese di produzione USA
Anno 2002
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantascienza, commedia
Regia Andrew Niccol
Soggetto Andrew Niccol
Sceneggiatura Andrew Niccol
Produttore Andrew Niccol
Casa di produzione New Line Cinema
Distribuzione (Italia) Nexo
Fotografia Derek Grover, Edward Lachman
Montaggio Paul Rubell
Musiche Carter Burwell
Scenografia Jan Roelfs
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

S1m0ne è un film di fantascienza del 2002 scritto, prodotto e diretto da Andrew Niccol e interpretato da Al Pacino.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Viktor Taransky è un regista in crisi dopo vari film senza successo, tanto che anche la ex moglie produttrice lo ha scaricato. Viene allora contattato da Hank Aleno, esperto informatico, che gli permette di utilizzare un personaggio virtuale con l'ausilio di un software creato dallo stesso Hank: così Viktor crea una bellissima donna bionda, Simone, che fa esordire in un film diretto da lui grazie ad effetti speciali.

Il film riscuote un successo straordinario e in seguito il pubblico ed i media pretendono di vedere ed intervistare la bellissima interprete: Viktor, inventando varie scuse, riesce a tenere nascosto il proprio segreto. Simone compare poi in numerose pellicole ed in collegamenti in trasmissioni televisive: in breve tempo l'ologramma informatico diventa l'idolo dei telespettatori e delle telespettatrici, che rispettivamente si innamorano ed ammirano la misteriosa attrice.

Dopo un certo periodo in Viktor nascono sentimenti di invidia e odio verso Simone, così decide di cancellare i dati dal computer dal quale la faceva comparire e di gettare i dischi di Hank chiusi in un baule in fondo al mare: così Viktor annuncia ai media la prematura morte di Simone per un presunto raro virus ma la polizia, aprendo la bara dove dovrebbe esserci l'attrice, si accorge che il cadavere della donna è scomparso, ed in seguito ad un filmato che riprendeva Viktor intento a gettare il baule in mare, il regista viene arrestato e condannato per omicidio.

Nel frattempo la figlia di Viktor, Lainey, scopre i file nel computer del padre e ripristina la figura di Simone che fa apparire di nuovo in televisione, scagionando di fatto Viktor. In seguito quest'ultimo, con la complicità della figlia e della ex moglie a lui riconciliatasi, decide di continuare a far esistere Simone, girando altri film con lei e addirittura facendo credere che lui e Simone abbiano avuto insieme un bambino.

Una scena dopo i titoli di coda mostra Viktor mentre crea un filmato falso di Simone in un supermercato, che uno dei giornalisti fan dell'attrice vede, credendo reale.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]