Ruggero Bernardo I di Foix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Contea di Foix
Foix
Blason ville fr Foix (Ariège).svg

Bernardo Ruggero
Figli
Ruggero I
Ruggero II
Figli
Ruggero III
Figli
  • Ruggero Bernardo I
  • Brandimena
  • Dolce
Ruggero Bernardo I
Figli
Raimondo Ruggero
Figli
Ruggero Bernardo II
Figli
Ruggero IV
Figli
Ruggero Bernardo III
Figli
  • Gastone I
  • Costanza
  • Marta
  • Margherita
  • Brunissenda
Modifica

Ruggero Bernardo I di Foix, detto il Grosso (1130novembre 1188), fu conte di Foix dal 1148 alla morte.

Era figlio di Ruggero III, conte di Foix e di Jimena di Barcellona.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La politica di Ruggero Bernardo[modifica | modifica wikitesto]

I suoi antenati e predecessori erano sempre stati fedeli alleati dei conti di Tolosa ma Ruggero Bernardo modificò questa linea politica per entrare nel campo barcellonese, forse per via della parentela materna. Sotto il regno di Ruggero Bernardo I la autorità comitale di Foix consolidò il proprio potere all'interno della sua zona di influenza. Molti feudatari della contea come quelli di Mirepoix, Quie, Roquefort o Génat li ossequiavano ed anche i signori di Dun si unirono ai Foix a spese della contea di Tolosa. Durante il suo regno egli favorì l'appianamento delle liti fra la Chiesa e la contea di Foix. Per due volte (nel 1149 e nel 1163) restituì alcuni beni alla chiesa di Sant'Antonino a Pamiers.
Una divisione ereditaria alla pari fu conclusa fra la contea ed i religiosi di Pamiers, mentre un'altra ebbe luogo nel 1168 con l'Abbazia di Saint-Volusien à Foix.
Egli fece inoltre donazioni alla Abbazia di Boulbonne.

Durante il regno di Ruggero Bernardo poi, ebbe inizio l'attività dei càtari in Linguadoca, e questo ebbe conseguenze anche nella famiglia dei Foix, soprattutto per la conversione all'eresia da parte della figlia di Ruggero Bernardo, Esclarmonde, influenzando notevolmente anche la politica dei suoi successori.

Guerre in Occitania[modifica | modifica wikitesto]

La Linguadoca alla fine del XII secolo

Nel 1151 egli si unì ad una coalizione formata dal suocero Raimondo Trencavel, visconte di Carcassonne, d'Albi e di Béziers, da Guglielmo VII di Montpellier e da suo zio, Raimondo Berengario IV di Barcellona contro il conte Raimondo V di Tolosa. La coalizione fu sconfitta nell'ottobre del 1153 e Ruggero Bernardo non si unì più a quella del 1159 con Enrico II Plantageneto.

Nel 1156 Ruggero Bernardo aveva fatto fortificare la rocca di Saverdun con una torre, il che diede luogo ad altra lite che fu composta solo nel 1167. In quello stesso anno Alfonso II, re di Aragona, cugino di Ruggero Bernardo, manifestò l'intenzione di affidargli formalmente la signorìa su Carcassonne e su Razès, il che sarebbe andato a scapito del cognato Ruggero II di Trencavel, che fino ad allora era stato un fedele alleato della casa di Aragona. Quest'ultimo quindi concluse un'alleanza con l'ex nemico di Ruggero Bernardo, il conte di Tolosa. Quando Alfonso II nel 1170 attraversò i Pirenei con il suo esercito, le truppe di Ruggero Bernardo si unirono alle sue. Il programma dei catalani tuttavia fallì dopo che non gli riuscì di conquistare alcuna piazza importante. In particolare la città di Rhedae (oggi Rennes-le-Château) gli resistette così duramente che Alfonso dovette raderla al suolo.

La guerra terminò nel 1171 ed Alfonso guadagnò la rocca di Peyrepertuse e qualche altro piccolo vantaggio nella Fenouillèdes mentre Ruggero II di Trencavel dovette nel novembre dello stesso anno tornare nell'orbita aragonese. Nel 1185 egli si unì ancora ad un'alleanza fra suo cugino Ruggero II Trencavel, Guglielmo VIII di Montpellier, Bernardo IV di Comminges, Enrico II d'Inghilterra e Alfonso I di Aragona contro la contea di Tolosa. Egli partecipò a numerose incursioni nel tolosano finché Alfonso di Aragona lo nominò governatore di Provenza.
Ruggero Bernardo morì tre anni dopo e fu inumato nella Abbazia di Bourboulle.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 1151 Ruggero Bernardo sposò Cecilia Trencavel, figlia di Raimondo I Trencavel, visconte di Carcassonne, d'Albi e di Béziers. Da questo matrimonio nacquero:

  • Ruggero (†1182, deceduto senza figli)
  • Raimondo-Ruggero (1152 – 1223), conte di Foix.
  • Geralda, andata sposa a Bernardo I di Armagnac, visconte di Fesezaguet;
  • Esclarmonde andata sposa a Jourdain de l'Isle-Jourdain, signore dell'Isle-Jourdain, visconte di Grimoes
  • Sibilla, andata sposa a Ruggero I, visconte di Conserans;
  • una figlia andata sposa nel 1262 a Arnaud Guillaume de Marquefave
Predecessore Conte di Foix Successore Blason ville fr Foix (Ariège).svg
Ruggero III 11481188 Raimondo Ruggero

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie