Rocco Girlanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rocco Girlanda

Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
Durata mandato 3 maggio 2013 –
21 febbraio 2014
Presidente Enrico Letta
Predecessore Guido Improta
Successore Umberto Del Basso De Caro

Dati generali
Partito politico Nuovo Centrodestra
Rocco Girlanda

Segretario del CIPE Comitato Interministeriale Programmazione Economica
Durata mandato 14 luglio 2013 –
21 febbraio 2014
Predecessore Fabrizio Barca
Successore Matteo Renzi
on. Rocco Girlanda
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Gubbio
Data nascita 31 gennaio 1966 (48 anni)
Professione dirigente d'azienda
Partito Forza Italia - Il Popolo della Libertà
Legislatura XVI
Circoscrizione Umbria
Pagina istituzionale

Rocco Girlanda (Gubbio, 31 gennaio 1966) è un politico, dirigente d'azienda e giornalista italiano, è stato Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nel Governo Letta e Segretario del CIPE Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce e vive a Gubbio. Sposato e separato due volte è padre di cinque figli.

Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine professionale dell'Umbria, è stato fino al 2013 amministratore delegato di alcune società editoriali che pubblicano i quotidiani Corriere dell'Umbria, Corriere della Maremma, Corriere di Arezzo, Corriere di Siena, Corriere di Viterbo, Corriere di Rieti e della Sabina. È stato responsabile per le relazioni esterne ed istituzionali del gruppo Barbetti la cui holding è la Cementerie Aldo Barbetti di Gubbio, di cui Girlanda è stato dipendente dal 1986 al 2012.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Consigliere comunale a Gubbio dal 1997 al 2007, fino al 1999 per il CDU e poi per Forza Italia, è stato candidato alla Camera alle elezioni politiche del 2001 e del 2006 senza essere eletto. Nel 2008 è stato eletto alla Camera dei deputati per il Popolo della Libertà dove è stato membro delle Commissioni Bilancio, Giustizia, Affari Sociali.

Dal 2009 al 2011 è stato presidente della Fondazione Italia USA[1].

Alle elezioni politiche del 2013 si è ricandidato alla Camera dei Deputati con il Pdl, ma non è stato rieletto.

Il 24 gennaio 2013 è stato nominato da Silvio Berlusconi Coordinatore Regionale del PDL per la Regione Umbria.[2]

Il 2 maggio 2013 è stato nominato Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sotto il Ministro Maurizio Lupi nel Governo Letta.

Il 28 novembre 2013 si è dimesso dall'incarico di coordinatore regionale dell'Umbria di Forza Italia a seguito della sua decisione di non rassegnare le dimissioni da sottosegretario e di continuare a lavorare nel governo Letta, passando al Nuovo Centrodestra.[3]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

  • Come presidente della Fondazione Italia USA si è recato in carcere a far visita ad Amanda Knox, suscitando più di una polemica in Italia e numerosissimi consensi negli Stati Uniti. Sulla vicenda, dopo la sentenza di condanna in primo grado, ha scritto anche un libro dove riporta i suoi colloqui in carcere con la detenuta americana.
  • Nel febbraio 2010 è stato legato alla maxi inchiesta sugli appalti per il G8 per una alcune intercettazioni, con l'imprenditore imputato Riccardo Fusi, anche se Girlanda non è mai stato raggiunto da alcun provvedimento della magistratura nell'ambito di tale inchiesta[4].
  • Nell'ottobre 2011 il suo nome è emerso tra quello di parlamentari a cui fanno capo giornali che ricevono contributi governativi in base a normative approvate dallo stesso Parlamento di cui fanno parte.[5]
  • Nel novembre 2011 alla guida della sua auto è stato causa di un grave incidente stradale che ha coinvolto diversi veicoli, le cui modalità hanno suscitato una ampia discussione sui media locali, in particolare circa il rifiuto da parte di Girlanda di sottoporsi ai test alcolemici prescritti dalle normative in questi casi, adducendo le sue prerogative parlamentari come ragioni del rifiuto. Ciò ha suscitato critiche circa l'operato dei Carabinieri, che sono stati costretti ad emettere un comunicato in cui si confermava che i Carabinieri di Gubbio avevano seguito scrupolosamente le procedure[6]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.agi.it/perugia/notizie/201110041649-cro-rt10209-meredith_girlanda_pdl_mio_rapporto_con_amanda_ora_solo_privato
  2. ^ Pdl, Berlusconi nomina Rocco Girlanda coordinatore regionale dell’Umbria | Umbria24.it
  3. ^ Girlanda di Forza Italia: «Resto con Lupi e passo al Nuovo centrodestra» - POLITICA
  4. ^ La Nazione - Umbria - Girlanda al telefono con l'indagato Fusi
  5. ^ La task force del conflitto di interessi » Piovono rane - Blog - L'espresso
  6. ^ Incidente Girlanda, nessun dubbio sull'operato dei Carabinieri - LiveGubbio

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie