Provincia Austriaca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa delle Province Imperiali all'inizio del XVI sec. La Provincia Austriaca è in arancio

La Provincia Austriaca fu un Circolo Imperiale (Reichskreis) del Sacro Romano Impero. Essa fu una delle quattro province create nel 1512, 12 anni dopo l'originale Reichsreform voluta dall'imperatore Massimiliano I con la quale aveva già creato le prime sei province (Circoli).

La Provincia Austriaca comprendeva in gran parte le Erblande ("Terre Ereditarie") della famiglia Asburgo, i principati vescovili di Trento e Bressanone e gli altri principati ecclesiastici secolarizzati con le riforme giuseppine nella seconda metà del XVIII secolo (Graz e Seckau, Gurk, Lavant, Göss, Sankt Lambrecht, Mondsee, Sankt Pölten, ecc.). Gli appartenevano le exclaves del margraviato di Burgau sul Danubio, delle città danubiane austriache, di alcuni distretti sul lago di Costanza, del margraviato della Brisgovia nella Foresta nera, la signoria di Tarasp dei principi Dietrichstein. Alla metà del XVIII secolo vi facevano parte come stati aventi diritto di voto al Reichstag: 3 vescovati, 3 abbazie principesche, 3 principi.

Confinava con il regno di Ungheria, la Moravia, la Boemia, i circoli di Baviera, Svevia e Alto Reno, il regno di Francia, la Svizzera, la Repubblica di Venezia.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Domini austriaci degli Asburgo (arancione) attorno al 1477, William Robert Shepherd, 1911

La Provincia era composta dai seguenti stati:

Nome Tipologia Note
An der Etsch Baliaggio Un gruppo di territori gestito amministrativamente dall'Ordine Teutonico; il nome traduce sull'Adige, riferendosi al fiume che attualmente si trova nel nord dell'Italia e che sfocia poi nell'Adriatico. Faceva parte della commenda teutonica dell'Austria. Aveva diritto di seggio e voto nel Collegio dei Prelati della Svevia.
Austria Arciducato (Österreich) all'imperatore come feudo allodiale; divisa in "sotto l'Enns" (Vienna) e "sopra l'Enns" (Linz); aveva il primo voto al Reichstag nel Banco ecclesiastico del Consiglio dei Principi.
Austria Commenda e baliaggio Un gruppo di territori amministrati dall'Ordine Teutonico. Gli appartenevano i baliaggi di An der Etsch e dell'Austria, oltre a dieci commende e sette parrocchie.
Brisgovia Langraviato agli arciduchi d'Austria; capoluogo era Friburgo; faceva parte della cosiddetta "Austria esterna" (Vorland)
Bressanone Vescovato (Hochstift) aveva i baliaggi di Luson, Torre Gardena, Vandoies, Brunico, Anteselva, Tires, Braies, e le signorie di Tristach, Bistritz (Bled); aveva seggio e 39° voto nel Banco ecclesiastico del Consiglio dei Principi.
Carinzia Ducato (Kärnten) agli arciduchi d'Austria
Carniola Ducato (Krain) agli arciduchi d'Austria; Lubiana
Coira Vescovato privo di feudi immediati, ammesso al 51° voto del Banco ecclesiastico del Consiglio dei Principi dell'impero nel 1720. Possedeva le signorie di Fürstenberg, Wiesberg-Landeck.
Gorizia e Gradisca Contea (Görz und Gradisca) agli arciduchi d'Austria; Gorizia
Gurk Vescovato principato ecclesiastico con sede a Freisach, secolarizzato dalle soppressioni dell'imperatore Giuseppe II nel 1764
Kremsmünster abbazia principesca appartenente al vescovo di Frisinga
Lambach abbazia principesca
Lavant Vescovato principato con sede a St. Andrae, secolarizzato dalle soppressioni di Giuseppe II; il castello di Lavant apparteneva all'arcivescovo di Salisburgo
Mondsee abbazia principesca secolarizzata nel 1791
Sankt Pölten abbazia principesca appartenente al vescovo di Frisinga
Sankt Lambrecht abbazia principesca
Seckau Vescovato principato con sede a Graz, secolarizzato dalle soppressioni di Giuseppe II nel 1764
Stiria Ducato (Steyermark) agli arciduchi d'Austria; Graz
Austria Sveva Langraviato (Landvogtei Schwaben) Un gruppo di territori del Sud-Ovest della Germania, retta dagli arciduchi d'Austria (Altdorf, Leutkirchen Heide); parte dell'Austria esterna.
Tarasp Signoria Retta dai principi Dietrichstein dal 1653, mediante il vescovo di Coira con propri vicari; aveva l'84° voto nel banco laico del Consiglio dei principi dal 1684 fino al 1803.
Trento Vescovato si estendeva sui 4 vicariati della Val Lagarina, la valle dell'Adige, Termeno (ceduto nel 1777 all'Austria insieme a gran parte della sovranità di fatto). Possedeva il 37° voto nel Banco ecclesiastico del Consiglio dei Principi.
Trieste Città autonoma Retta dagli arciduchi d'Austria
Tirolo Contea imperiale Retta dagli arciduchi d'Austria

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]