Tarasp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tarasp
comune
Tarasp – Stemma
Tarasp – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Graubünden matt.svg Grigioni
Distretto Inn
Amministrazione
Lingue ufficiali Tedesco e Romancio
Territorio
Coordinate 46°46′N 10°15′E / 46.766667°N 10.25°E46.766667; 10.25 (Tarasp)Coordinate: 46°46′N 10°15′E / 46.766667°N 10.25°E46.766667; 10.25 (Tarasp)
Altitudine 1.414 m s.l.m.
Superficie 46,99 km²
Abitanti 306 (2005)
Densità 6,51 ab./km²
Frazioni Chants, Chaposch, Florins, Fontana, Sgne, Sparsels, Valatscha, Vulpera
Comuni confinanti Ardez, Ftan, Scuol, Val Müstair, Zernez
Altre informazioni
Cod. postale 7553
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 3745
Targa GR
Circolo Sur Tasna
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Tarasp
Tarasp – Mappa
Sito istituzionale
Tarasp e il suo castello

Tarasp (Taraspo in italiano ) è un comune svizzero del Canton Grigioni di 306 abitanti.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Tarasp è situato in Bassa Engadina, sul lato destro del fiume Inn. Dista 48 km da Davos, 61 km da Sankt Moritz, 105 km da Coira e 185 km da Lugano. È servito dalla stazione ferroviaria Ferrovia Retica Scuol - Tarasp, capolinea della ferrovia dell'Engadina.

Il punto più elevato del comune è la cima del Piz Pisoc (3174 m s.l.m.), sul confine con Scuol.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il castello di Tarasp

Il castello venne fondato nell'XI secolo dai signori di Tarasp, giunti nei Grigioni dall'area del Lago di Como. Già compreso nella Diocesi di Coira, il castello di Tarasp, era rivendicato dall'amministrazione ecclesiastica e dai Conti del Tirolo che ne assunsero definitivamente il controllo nel 1239, dopo l'estinzione della dinastia dei signori di Tarasp.

Sotto la Casa d'Asburgo e in particolare degli Arciduchi d'Austria e, divenne un'exclave austriaca nella Repubblica delle Tre Leghe all'interno della Vecchia Confederazione. Elevata a contea principesca nel 1624, nel 1687 viene venduta dagli Asburgo ai principi von Dietrichstein come signoria sovrana con diritto di voto al Reichstag dell'impero, finché nel 1798 è invasa dagli Svizzeri.

Nel 1803 con la Reichsdeputationshauptschluss e l'Atto di Mediazione, l'Austria cedette definitivamente il territorio alla Svizzera che lo incorporò nel Cantone dei Grigioni.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il castello, posto al culmine di una collina rocciosa sovrastante il villaggio. È uno dei luoghi di interesse storico e culturale censito nell'Inventario dei beni culturali svizzeri d'importanza nazionale e regionale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera