Prima pagina (giornalismo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa voce è parte della serie
Giornalismo








Prima pagina del N. 1 della «Gazzetta dello Sport», uscita il 3 aprile 1896.

La prima pagina è la pagina di apertura di un giornale, in particolare di un quotidiano.

In generale, la prima pagina presenta la testata (ovvero il nome del quotidiano) e i riassunti delle principali notizie (lasciando un rimando specifico nelle pagine interne), eventualmente corredate da una o più immagini. In maniera facoltativa può presentare anche articolo di fondo (scritto dal direttore) oppure un editoriale (articolo di opinione di un giornalista autorevole), una vignetta satirica, messaggi pubblicitari o altri elementi caratteristici. L'importanza di una notizia rispetto ad un'altra è determinata sia dalla posizione (quelle più rilevanti vengono collocate in alto), sia dallo spazio e dalle dimensioni dei caratteri che essa ricopre nella prima pagina.

Per la redazione, è di fondamentale importanza che sia sufficientemente sintetica, affinché siano presentati tutti i fatti del giorno, e attraente, affinché incontri i desideri del lettore. Inoltre, deve fornire utili indicazioni e anticipazioni su cosa il lettore troverà dentro il giornale.

La prima pagina è la più importante anche perché è la sola visibile prima dell'acquisto del giornale, in edicola. L'avvento dell'editoria elettronica non ne ha cambiato le caratteristiche.

Composizione di una prima pagina[modifica | modifica wikitesto]

Schema generico di una prima pagina:

██ testata

██ articolo di fondo

██ articolo di spalla

██ taglio alto

██ taglio medio

██ taglio basso

Non esistono regole fisse nella determinazione dello schema da seguire, né negli argomenti da inserire nella creazione di una prima pagina. La redazione di un quotidiano, a seconda dell'orientamento editoriale, è completamente libera sia nella scelta della scaletta delle notizie a cui si vuole dare risalto, sia nella presentazione grafica di queste ultime. Si può scegliere, ad esempio, di riportare interamente la notizia principale in prima pagina, sviluppando le altre nelle pagine interne, oppure di dare spazio a più notizie possibili, sintetizzandone il contenuto e rinviando la lettura completa all'interno del giornale.

In linea di principio, si possono individuare alcune zone tipiche di una prima pagina di un quotidiano:

  • la testata, nella quale compare il nome e/o il logo del quotidiano, presente all'estremità in alto;
  • l'articolo di fondo (o semplicemente fondo), firmato dal direttore, e/o un articolo d'opinione di una grande firma, collocato in una colonna in alto a sinistra;
  • l'articolo di spalla (o spalla), pubblicato su una colonna in alto a destra;
  • il taglio alto, collocato al di sotto della testata e dedicato generalmente alla notizia principale del giorno, che costituisce la cosiddetta apertura;
  • il taglio medio, che occupa la sezione centrale della prima pagina, dedicata ad altre notizie importanti;
  • il taglio basso, che ricopre la zona inferiore, riservata a notizie minori e/o ai corsivi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Editoria