Pinscher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pinscher tedesco)
Pinscher
German Pinscher.JPG
Classificazione FCI - n. 184
Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione 1 Tipo pinscher e schnauzer
Standard n. 184 del 21 febbraio 2006 (en fr)
Origine Germania
Altezza al garrese da 45 a 50 cm
Peso ideale da 14 a 20 kg
Lista di razze canine

Il Pinscher Tedesco[1] è una razza canina di origine tedesca riconosciuta dalla FCI (Standard N. 184, Gruppo 2, Sezione 1).

La data di nascita della razza pinscher è abbastanza recente. La prima registrazione nei Libri Origini risale al 1879 per il pinscher medio ed al 1900 per lo Zwergpinscher (o "pinscher nano").

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La coda è con attaccatura alta. Di norma viene amputata all'altezza della terza vertebra. I colori sono il rosso cervo e nero focato, nello standard internazionale. Il pelo è di uguale lunghezza in tutto il corpo; sempre liscio, corto e fitto. Preferibilmente lucido. Il tronco non è molto largo. La sua lunghezza è circa pari a quella dell’altezza al garrese. Possiede un dorso leggermente scosceso. Costruzione compatta. La testa è di forma allungata. Il muso è appuntito. La lunghezza totale della testa è in rapporto di 1:2 circa con la lunghezza

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Nonostante sia piccolo di statura, ha un carattere molto fiero, energico e vitale; ama il gioco ed i bambini. Può essere utilizzato come cane da guardia, in quanto è molto attento, l'intelligenza è la sua caratteristica principale, è molto sveglio e molto fedele al suo padrone.

Cure[modifica | modifica sorgente]

Il pelo corto non necessita di molte cure. È bene però fargli compiere una buona attività motoria accompagnata da una corretta alimentazione e proteggerlo dalle basse temperature (è un cane che soffre particolarmente il freddo). È un buon compagno orgoglioso e intelligente, richiede esercizio fisico regolare[senza fonte]. Nel caso di un riparo esterno curare molto il suo spazio mantenerlo pulito e al caldo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://enci.it/documenti/standard/184.pdf

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


cani Portale Cani: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cani