Parco nazionale di Komodo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Parco Nazionale di Komodo)
Parco nazionale di Komodo
Komodo ast 2000202.jpg
Tipo di area Parco nazionale
Class. internaz. II
Stato Indonesia Indonesia
Superficie a terra 1735 km²
Mappa di localizzazione: Indonesia
Parco nazionale di Komodo
Sito istituzionale

Coordinate: 8°32′S 119°29′E / 8.533333°S 119.483333°E-8.533333; 119.483333

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Gnome-globe.svg Riserva della biosfera
Parco nazionale di Komodo
(EN) Komodo National Park
Komodo-dragon-1.jpg
Tipo Naturali
Criterio (vii) (ix)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1991 (come patrimonio)
1977 (come riserva)
Scheda UNESCO (EN) Patrimonio
(FR) Patrimonio
(EN) Riserva

Il Parco nazionale di Komodo è un parco nazionale indonesiano situato nei pressi delle piccole Isole della Sonda nella regione racchiusa tra le provincie di Nusa Tenggara Orientale e Nusa Tenggara Occidentale. Il parco include le tre isole di Komodo, Rinca e Padar, oltre ad altre isole minori, e copre un'area totale di 1817 km² (603 km² dei quali su terra). Il parco nazionale venne creato nel 1980 al fine di proteggere il varano di Komodo. In seguito venne usato per difendere altre specie, alcune delle quali marine. Le isole che compongono il parco sono di origine vulcanica. Circa 4000 persone vivono all'interno del parco. Nel 1991 venne inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

L'attività subacquea è popolare a Komodo a causa dell'alta biodiversità marina, che comprende squali balena, pesci luna, mante giganti, razze, ippocampi bargibanti, pesci pipa fantasma, pesci rana pagliaccio, nudibranchi, piovre dalle ventose blu, spugne, tunicati e coralli.

Dal 1995 le autorità del parco sono aiutate dal The Nature Conservancy, un'organizzazione ambientalistica americana. Un nuovo piano di gestione è stato steso in cooperazione nel 2000. È stato usato particolare interesse per le specie marine a causa delle comunità di pesca commerciale che operano dall'esterno del parco. Regole e restrizioni impattano soprattutto sui residenti interni del parco che vivono di quello che il parco gli offre.

Lo sviluppo del turismo responsabile è la strategia principale che dovrebbe rendere il parco economicamente autosufficiente grazie a tasse e licenze turistiche. Per questo motivo è stata creata una joint venture tra TNC ed un operatore turistico a cui è stata assegnata la concessione e che, tra l'altro, traccia i diritti di gestione del parco (PKA & TNC 2000:78). Questa concessione ha creato polemiche. La joint venture è stata accusata di prendere decisioni a porte chiuse, e molte persone di Komodo pretenderebbero di essere consultati riguardo alle decisioni che ne condizionano la vita (WALHI 2003, Dhume, 2000, Jurassic Showdown’, Far Eastern Economic Review, March 16th, pp. 50–52).

Buona parte delle controversie sono state causate dalla morte di numerosi pescatori a partire dagli anni ottanta. Le circostanze della loro morte non sono chiare. Mentre le guardie del parco (compresa polizia e marina) dicono di aver agito per autodifesa, le comunità di pescatori accusano i ranger di averli deliberatamente uccisi (Down to Earth 2003).

Il parco nazionale di Komodo resta un'esperienza che causa qualche timore ai turisti, visto che il conflitto tra TNC e comunità locali non accenna a diminuire.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità