Opere e documenti di papa Benedetto XVI

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il seguente elenco raccoglie tutte le opere e i documenti di papa Benedetto XVI.

Documenti pontifici[modifica | modifica wikitesto]

Il primo documento ufficiale di papa Benedetto XVI è l'Ordo rituum pro ministerii Petrini initio Romae episcopi (in italiano: Riti per l'inizio del ministero petrino del vescovo di Roma), approvato dal pontefice il giorno seguente la sua elezione, il 20 aprile 2005, in sostituzione del vecchio rito di incoronazione dei papi.

Annuari Pontifici[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario Pontificio 2006 (2006).
  • Annuario Pontificio 2007 (2007).
  • Annuario Pontificio 2008 (2008).
  • Annuario Pontificio 2009 (2009).
  • Annuario Pontificio 2010 (2010).
  • Annuario Pontificio 2011 (2011).
  • Annuario Pontificio 2012 (2012).

Encicliche[modifica | modifica wikitesto]

Esortazioni apostoliche[modifica | modifica wikitesto]

Motu proprio[modifica | modifica wikitesto]

  • L'antica e venerabile Basilica (31 maggio 2005).
  • L’approvazione e la pubblicazione del Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica (28 giugno 2005).
  • Totius orbis (9 novembre 2005).
  • De aliquibus mutationibus in normis de electione Romani Pontificis (11 giugno 2007)
  • Summorum Pontificum (7 luglio 2007).
  • Antiqua ordinatione (21 giugno 2008).
  • Ecclesiae unitatem (2 luglio 2009).
  • Approvazione del nuovo statuto dell'Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica (ULSA) (7 luglio 2009)
  • Omnium in mentem (26 ottobre 2009)[4]
  • Ubicumque et semper (21 settembre 2010)[5]
  • Prevenzione e contrasto delle attività illegali in campo finanziario e monetario (30 dicembre 2010)[6]
  • Quaerit Semper (30 agosto 2011)[7]
  • Porta fidei (11 ottobre 2011).
  • Latina lingua (10 novembre 2012).
  • Intima Ecclesiae natura (11 novembre 2012).
  • Fides per docrtinam (16 gennaio 2013).
  • Ministrorum institutio (16 gennaio 2013).
  • Normas nonnullas (22 febbraio 2013).

Costituzioni apostoliche[modifica | modifica wikitesto]

  • Carthaginensis (24 maggio 2005).
  • Gulbargensis (24 giugno 2005).
  • Sindhudurgiensis (5 luglio 2005).
  • Auguensis (8 luglio 2005).
  • Iaipurensis (20 luglio 2005).
  • Dominae Nostrae Naregensis (12 settembre 2005).
  • Yorensis (19 settembre 2005).
  • Serrignensis (21 settembre 2005).
  • Barianensis (22 novembre 2005).
  • Itanagariensis (7 dicembre 2005).
  • Miaoensis (7 dicembre 2005).
  • Buxarensis (12 dicembre 2005).
  • Fagarasiensis (14 dicembre 2005).
  • Uromiensis (14 dicembre 2005).
  • Maumerensis (14 dicembre 2005).
  • Pekhonensis (15 dicembre 2005).
  • Iovaiensis (28 gennaio 2006).
  • Nongstoinensis (28 gennaio 2006).
  • Bancoënsis (17 gennaio 2006).
  • Iashpuriensis (23 marzo 2006).
  • Kyrgyzstaniae (18 marzo 2006).
  • Novae Urbis (7 aprile 2006).
  • Sombotiensis (7 aprile 2006).
  • Celeiensis (7 aprile 2006).
  • Mariborensis (7 aprile 2006).
  • Moramangana (13 maggio 2006).
  • Banmavensis (28 agosto 2006).
  • Agbovillensis (14 ottobre 2006).
  • Sydneyensis (21 ottobre 2006).
  • Tigiuanaënsis et aliarum (25 novembre 2006).
  • Goana et Damanensis (25 novembre 2006).
  • Buiumburaënsis (25 novembre 2006).
  • Sancti Ioseph Pinealensis (6 dicembre 2006).
  • Sinuensis (26 gennaio 2007).
  • Nepalianus (10 febbraio 2007).
  • Riviangulanensi-Labradorensi (31 maggio 2007).
  • Shendamensis (2 giugno 2007).
  • Ioannesburgensis (5 giugno 2007).
  • Ioannesburgensis (5 giugno 2007).
  • Burkinae Fasanae et Nigris (12 giugno 2007).
  • Donkorkromensis (12 giugno 2007).
  • Niameyensis (25 giugno 2007).
  • Sandakanensis (16 luglio 2007).
  • Techimanensis (28 dicembre 2007).
  • Cassaviensis (30 gennaio 2008).
  • Bratislaviensis (30 gennaio 2008).
  • Prešoviensis (30 gennaio 2008).
  • Slovachia (14 febbraio 2008).
  • Florianensis (27 febbraio 2008).
  • Faiardensis-Humacaensis (11 marzo 2008).
  • Insulensem (30 marzo 2008).
  • Huariensis (4 aprile 2008).
  • Kotakina-Baluensis (23 maggio 2008).
  • Diacovensis-Osijekensis (18 giugno 2008).
  • Sirmiensis (18 giugno 2008).
  • Kribensis (19 giugno 2008).
  • Ottingensis (1º luglio 2008).
  • Nigromontana (2 luglio 2008).
  • Sinuvitullensis-Miragoanensis (13 luglio 2008).
  • Galapagensis (15 luglio 2008).
  • Kayangana (14 agosto 2008).
  • Rutana (17 gennaio 2009).
  • Hpaanensis (24 gennaio 2009).
  • Esquelensis (14 marzo 2009).
  • Namibensis (21 marzo 2009).
  • Libmanana (25 marzo 2009).
  • Oberensis (13 giugno 2009).
  • Mongensis (13 giugno 2009).
  • Anglicanorum coetibus (4 novembre 2009).
  • Gimaënsis-Bongana (5 dicembre 2009).
  • Gambellensis (5 dicembre 2009).
  • Sisciensis (5 dicembre 2009).
  • Bellovariensis-Crisiensis (5 dicembre 2009).
  • Russiae (9 dicembre 2009).
  • Donkorkromensis (19 gennaio 2010).
  • Hosannensis (20 gennaio 2010).
  • Malianensis (30 gennaio 2010).
  • Collegium Teutonicum S. Mariae in Coemeterio (18 febbraio 2010).
  • Sancti Ioannis Baptistae De Calama (20 febbraio 2010).
  • Tunetana (22 febbraio 2010).
  • Toamasinensis (26 febbraio 2010).
  • Quettensis (29 aprile 2010).
  • Insularum Comorensium (1º maggio 2010).
  • Ipilensis (1º maggio 2010).
  • Salicensis (16 giugno 2010).
  • Foederatae Civitates Americae Septentrionalis (15 luglio 2010).
  • Karogana (21 luglio 2010).
  • Bundana (27 novembre 2010).
  • Camassariensis (15 dicembre 2010).
  • Boënsis (15 gennaio 2011).
  • Ordinariatus Militaris in Bosnia et Herzegovia (1º febbraio 2011).
  • Lilongvensis (9 febbraio 2011).
  • Impfondensis (11 febbraio 2011).
  • Kondoaënsis (12 marzo 2011).
  • Machiquesensis (9 aprile 2011).
  • Malaniensis (12 aprile 2011).
  • Saurimoënsis (12 aprile 2011).
  • Passofundensis (13 aprile 2011).
  • Sanctae-Mariae (13 aprile 2011).
  • Pelotensis (13 aprile 2011).
  • Naviraiensis (1º giugno 2011).
  • Torontina (14 giugno 2011).
  • Sylethensis (8 luglio 2011).
  • Malaesia (27 luglio 2011).
  • Azerbaigianiensis (4 agosto 2011).
  • Gauana (30 novembre 2011).
  • Obidensis (9 novembre 2011).
  • Kabvensis (29 ottobre 2011).
  • Ceibensis (30 dicembre 2011).
  • Ifakarensis (14 gennaio 2012).
  • Robensis (11 febbraio 2012).
  • Tenkodogoënsis (11 febbraio 2012).
  • Segheneitensis (13 febbraio 2012).
  • Faridabadensis Syro-Malabarensium (6 marzo 2012).
  • Sanctae Familiae Londiniensis (18 gennaio 2013).[8]

Opere personali[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte di testi[modifica | modifica wikitesto]

Opere musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • Alma Mater - Musica dal Vaticano (2009).[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco delle encicliche nel sito ufficiale del Vaticano
  2. ^ Elenco delle esortazioni apostoliche nel sito ufficiale del Vaticano
  3. ^ Verbum Domini, Esortazione Apostolica Post-sinodale
  4. ^ Elenco dei Motu Propri nel sito ufficiale del Vaticano
  5. ^ Ubicumque et semper, Lettera Apostolica in formna di Motu Proprio, 21 settembre 2010 - Benedetto XVI
  6. ^ Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio per la prevenzione ed il contrasto delle attività illegali in campo finanziario e monetario, 30 dicembre 2010, Benedetto XVI
  7. ^ Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio Quaerit semper, 30 agosto 2011
  8. ^ Elenco delle Costituzioni Apostoliche nel sito ufficiale del Vaticano
  9. ^ http://www.musicfromthevatican.com/it/news4.php