Nuovomondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nuovomondo
Nuovomondо.png
una scena del film
Lingua originale italiano, siciliano, inglese
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 2006
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere drammatico
Regia Emanuele Crialese
Soggetto Emanuele Crialese
Sceneggiatura Emanuele Crialese
Produttore Diana Frey, Alexandre Mallet-Guy, Fabrizio Mosca, Michael André, Luc Besson (non accreditato), Pierre-Ange Le Pogam (non accreditato), Laura Adriana Nicotra
Produttore esecutivo Bernard Bouix, Tommaso Calevi
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia Agnès Godard
Montaggio Maryline Monthieux
Effetti speciali Berengere Dominguez (L'E.S.T.)
Musiche Antonio Castrignanò
Scenografia Carlos Conti
Costumi Mariano Tufano
Trucco Thomas Dowling
Interpreti e personaggi

Nuovomondo è un film del 2006 di Emanuele Crialese.

Girato per la maggior parte in lingua siciliana, è stato realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Tra le musiche della colonna sonora vi è Sinnerman nella versione di Nina Simone.

Trama[modifica | modifica sorgente]

All'inizio del XX secolo, la famiglia siciliana dei Mancuso lascia Petralia Sottana alla volta dell'America. Salvatore, deluso da una terra poco generosa, si affida alla Madonna e, dopo averle offerto un sasso macchiato di sangue e portato in bocca in segno di sacrificio, le chiede quale strada prendere, se restare o partire. Il "segno" arriva: poco dopo Pietro, il figlio muto, porta le foto di un ortaggio tanto grande da dover essere trasportato su una carriola. Salvatore si prepara allora a scoprire il Nuovo Mondo: dopo aver venduto i miseri averi per acquistare vestiti e scarpe buone, s'imbarca alla volta dell'America con i figli, la madre, Donna Fortunata e altri italiani.

Tra gli umili popolani siciliani un'elegante donna inglese si distingue in tutto il suo candore aristocratico. Lucy, che viaggia inspiegabilmente con gli italiani, e pare essere stata respinta da uno di loro, è il simbolo dell’emancipazione femminile. Salvatore ne è colpito fin dal primo incontro, le offrirà la sua protezione e infine ne farà la sua fidanzata.

La vita nel "nuovo mondo" inizia ad Ellis Island, dove la famiglia sbarca, ed è ben diverso da come Salvatore e i suoi si erano illusi di trovarlo. Appena sbarcata, la famiglia Mancuso deve sottoporsi a una serie di controlli medici, fisici e mentali; il mancato superamento di questi test porta al rimpatrio. Inoltre le donne, per poter entrare definitivamente in America, devono essere sposate, o diventarlo sul momento: e mentre le Mancuso, insieme ad altre, si ritrovano a conoscere e a dover accettare immediatamente mariti connazionali già residenti in America, che non hanno mai visto e che risultano anziani o sgradevoli, Lucy compila il modulo per Salvatore facendone il suo sposo. Alla fine la nonna e il figlio muto non possono entrare in America perché non hanno superato gli esami medici, ma inaspettatamente Pietro comincia a parlare sapendo di entrare in America.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema