Niki (compagnia aerea)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niki (compagnia aerea)
Niki logo.png
OE-LEO.VIE.1200.jpg
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATA HG
Codice ICAO NLY
Identificativo di chiamata NIKI
Inizio operazioni di volo 28 novembre 2003
Descrizione
Hub Vienna
Focus cities
Programma frequent flyer Topbonus
Alleanza oneworld
Flotta 20
Destinazioni 52
Azienda
Tipo azienda Gesellschaft mit beschränkter Haftung
Fondazione 2003 a Vienna
Stato Austria Austria
Sede Schwechat
Gruppo Air Berlin
Persone chiave
Niki Lauda (Fondatore)
Christian Lesjak (CEO)
Otmar Lenz (CEO)
Dipendenti 770  (2010)
Slogan The Passenger Comes First
Sito web www.flyniki.com
Bilancio economico
Profitto Green Arrow Up.svg +452,6 milioni  (2011)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Niki, anche conosciuta come FlyNiki, è una compagnia aerea di linea semi-lowcost con sede all'Aeroporto di Vienna-Schwechat, in Austria. Serve principalmente destinazioni d'affari e di vacanze ma opera anche voli charter verso destinazioni europee ed egiziane da Vienna e Linz.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 Niki Lauda, ex-pilota di Formula 1, ha acquisito il vettore Aero Lloyd Austria. Dopo l'acquisto, la nuova compagnia diede inizio alle operazioni il 28 novembre 2003 con un nome temporaneo: FlyNiki.

Il 9 gennaio 2004, Niki ha annunciato l'inizio della cooperazione con Air Berlin. I due vettori chiamano la loro cooperazione "la prima alleanza europea tra compagnie aeree a basso costo". Inoltre, il vettore russo S7 Airlines ha in programma di unirsi a questa alleanza. Nel frattempo, tutte e tre le compagnie sono entrate a far parte di oneworld (S7 Airlines a fine 2010, Air Berlin nel 2012 e Niki insieme a quest'ultima). L'annuncio completo è stato fatto il 27 luglio 2010.

Il vettore è parzialmente posseduto dalla stessa Air Berlin (49,9%) e nel 2010 aveva 770 dipendenti.

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Niki serve le seguenti destinazioni:

Austria Austria

Bulgaria Bulgaria

Danimarca Danimarca

Egitto Egitto

Francia Francia

Germania Germania

Grecia Grecia

Irlanda Irlanda

Islanda Islanda

Israele Israele

Italia Italia

Kosovo Kosovo

Portogallo Portogallo

Regno Unito Regno Unito

Romania Romania

Russia Russia

Serbia Serbia

Spagna Spagna

Svezia Svezia

Svizzera Svizzera

Turchia Turchia

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Immagini della flotta Niki

A maggio 2012 la flotta Niki è costituita dai seguenti velivoli:[1]

Flotta Niki
Aereo Passeggeri Totale Ordini Note
Airbus A320 180 9
Airbus A321 212 4
Embraer 190 112 7
Totale 20 0

Tutta la flotta della Niki è dotata della livrea, che caratterizza la compagnia, a sfondo argentato con una mosca stilizzata sulla parte anteriore dell'aereo. Tuttavia, a seguito di un progetto di armonizzazione con la compagnia madre Air Berlin, l'amministratore delegato Christian Lesjak ha dichiarato che la Niki adotterà una nuova livrea, virtualmente identica a quella di Air Berlin.[2]

Servizi offerti[modifica | modifica wikitesto]

Programma fedeltà[modifica | modifica wikitesto]

Topbonus, il programma di fidelizzazione Niki, è gestito in collaborazione con Air Berlin.

Servizio di bordo[modifica | modifica wikitesto]

Nei voli di corto raggio, come pasto Niki offre dei sandwich gratuiti e delle bevande analcoliche. Inoltre, il vettore offre un servizio pasto buy on board. Infine, nei voli charter e in qualche destinazione business vengono serviti anche pasti caldi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Tutti i velivoli Niki hanno come nome un tipo di danza. Per esempio, l'Embraer 190 OE-IHB si chiama "Lambada" e l'Airbus A321-200 OE-LES si chiama "Boogie Woogie".[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) planespotters.net, Niki fleet details. URL consultato il 28 maggio 2012.
  2. ^ (EN) Michael Gubisch, Austria's Niki to adopt Air Berlin livery, Flightglobal, 14 maggio 2012. URL consultato il 28 maggio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]