Neovenator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Neovenator
Stato di conservazione: Fossile
Neovenator salerii.jpg
Ricostruzione dello scheletro di un Neovenator salerii
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Infraordine Tetanurae
Superfamiglia Allosauroidea
Famiglia Neovenatoridae
Genere Neovenator
Hutt Martill & Barker
Specie
  • Neovenator salerii
    Hutt, Martill & Barker, 1996 (type)

Il Neovenator ("nuovo predatore") è un genere di dinosauro appartenente alla superfamiglia degli allosauroidi. Fin dalla sua scoperta sull'isola di Wight, nel Regno Unito, è diventato uno dei dinosauri carnivori più grandi d'Europa. Misurava circa 7,5 metri di lunghezza, ed era di costruire gracile. Alcuni fossili indicano una possibilità che potesse raggiungere lunghezze fino a circa 10 metri, ma questi fossili sono molto frammentati[1]. È vissuto durante il (Cretacico inferiore) (piano Barremiano), circa 125 milioni di anni fa.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Ricostruzione digitale

Il Neovenator era in un primo momento considerato una possibilmente una nuova specie del genere Megalosaurus. In recenti studi, si è scoperto che era uno stretto parente dei carcarodontosauridi, giganteschi carnivori il Giganotosaurus e l'Acrocanthosaurus; che sono parenti degli allosauridi, prevalentemente gondwanici (ma occasionalmente rinvenuti in sedimenti del Cretaceo inferiore europei e nordamericani). Nel 2009 Neovenator è stato inserito nella nuova famiglia dei neovenatoridi (Neovenatoridae). Benché di corporatura fragile, questo predatore vantava di essere il primo allosauride allora scoperto in Europa.

Dimensioni stimate del Neovenator

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ , Dodoson P, Weishampel D. B & Osmólska H, The Dinosauria (2:nd edition (2004)), University of North Carolina Press, p. 104.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

dinosauri Portale Dinosauri: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di dinosauri