Millions

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Millions
Millions.jpg
Una scena del film
Titolo originale Millions
Paese di produzione Gran Bretagna, USA
Anno 2004
Durata 97 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Danny Boyle
Soggetto Frank Cottrell Boyce
Sceneggiatura Frank Cottrell Boyce
Fotografia Anthony Dod Mantle
Montaggio Chris Gill
Musiche John Murphy
Scenografia Mark Tildesley
Interpreti e personaggi
Premi

Millions è un film del 2004 diretto da Danny Boyle.

La sceneggiatura del film è stata poi trasposta in un romanzo dal titolo Millions, Due Ragazzi. Un sacco di soldi. Un milione di guai da Frank Cottrell Boyce durante la registrazione dello stesso; tale libro è valso a Boyce la medaglia Carnegie per la letteratura nel 2004.

Trama[modifica | modifica sorgente]

In Gran Bretagna sta arrivando l'euro, quindi a Natale le sterline non varranno più niente e saranno mandate al macero.

In questo clima vivono Damien e suo fratello Anthony che si trasferiscono in una nuova zona della città, ricca e borghese, dove Damian si costruisce un nascondiglio fatto di scatoloni vicino alla ferrovia. Damien è un ragazzo buono, gentile e pieno di fantasia, tanto da immaginare di parlare con i santi, mentre suo fratello Anthony è materialista e concreto e non esita a ricorrere alle lacrime di coccodrillo per la morte della mamma per impietosire le persone.

Mentre è nel suo nascondiglio e parla con Santa Chiara piove dal cielo una borsa piena di sterline. Damien è convinto che sia un dono di Dio e vorrebbe donare tutto ai poveri, mentre il fratello pensa subito a come spendere le 250.000 sterline, anche perché tra qualche settimana non varranno più niente.

Tutto il film si svolge tra i desideri dei due fratelli e la relativa scoperta da parte del genitore.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Damien impara le storie sui santi nel libro "Six O'Clock Saints", che in una scena viene ripreso appunto alla lettura. Il libro era popolare in Inghilterra negli anni '50.
  • Alcuni attori che interpretano i martiri dell'Uganda sono i discendenti dei reali martiri massacrati nel 1881.
  • La scena tra Damien e San Pietro non era nella storia originale mentre Frank Cottrell Boyce la aveva inserita nella novella che aveva scritto per cui Danny Boyle, dopo averla letta, decise di inserire anche la scena e di riscrivere la sceneggiatura in questo senso.

Errori[modifica | modifica sorgente]

Alla fine del film Damien brucia una pila di soldi sui binari del treno. Tra questi soldi ci sono anche le sterline benché egli e i parenti si siano affacendati a cambiarli tutti in euro e dollari. Le uniche sterline rimaste dovrebbero essere quelle incollate sul muro della camera da letto.

Potrebbe essere considerato anche un errore il fatto che siamo a Natale ma in parecchie scene si vedono prati smeraldini e alberi verdeggianti come se si fosse in estate.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema