Malvina Reynolds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Malvina Reynolds (San Francisco, 23 agosto 1900Berkeley, 17 marzo 1978) è stata una cantautrice e attivista statunitense, è conosciuta soprattutto come autrice della canzone Little Boxes[1].

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

Malvina Milder è nata a San Francisco da immigrati ebrei e socialisti oppositori alla seconda guerra mondiale, David e Abagail Milder. Malvina sposa William Reynolds, un carpentiere e fervente comunista nel 1934, dal quale ha una bambina, Nancy Schimmel (divenuta anch'essa cantautrice), nel 1935. Consegue una laurea e un master in lettere (inglese) all'Università della California, Berkeley, dove in seguito consegue anche un dottorato in filosofia, nel 1938.

La carriera musicale[modifica | modifica sorgente]

Malgrado avesse suonato il violino in un gruppo musicale ancora ventenne, cominciò tardi la sua carriera di autrice. Era quasi cinquantenne quando incontrò Earl Robinson, Pete Seeger ed altri cantanti e autori di musica folk. Tornò a scuola alla UC Berkeley dove studiò teoria musicale. Scrisse molte canzoni di successo tra le quali si ricordano Little Boxes e What Have They Done to the Rain, registrate dalla band The Searchers e da Joan Baez (quest'ultima trattava di un fallout nucleare), It Isn't Nice (un inno ai diritti civili), Turn Around (sulla crescita dei bambini, cantata in seguito da Harry Belafonte), e There's a Bottom Below (sulla depressione). Reynolds fu anche una nota compositrice di canzoni per bambini, tra le quali si ricordano Magic Penny e Morningtown Ride, un singolo che in Inghilterra arrivò ad essere una top 5 (nel dicembre del 1966) registrato dai The Seekers. A Malvina Reynolds si deve anche l'"inno" della RAND Corporation, del 1961[2].

Sono disponibili attualmente tre collezioni della sua musica su compact disc. L'etichetta Smithsonian Folkways ha rilasciato Another County Heard From (Folkways 02524) e Ear to the Ground (Smithsonian Folkways 40124), oltre all'australiana Omni Recording Corporation che ha pubblicato Malvina Reynolds (Omni 112.)

Un film biografico, Love It Like a Fool, venne girato pochi anni dopo la sua scomparsa.

La canzone più famosa della Reynolds, Little Boxes (resa famosa da Pete Seeger), ha recentemente riguadagnato fama grazie al fatto di essere stata impiegata come sigla iniziale della serie televisiva Weeds; è stata usata anche come sigla del programma radiofonico Melog, di Radio 24[3]. Little Boxes fu ispirata visivamente dalle case della città californiana Daly City. Nancy Reynolds, figlia di Malvina Reynolds, spiega:

"Mia madre e mio padre stavano guidando verso sud da San Francisco attraverso Daly City quando a mia madre venne l'idea per la canzone. Ella domandò a mio padre di guidare, e la scrisse lungo la strada verso il ritrovo in La Honda dove stava andando per cantare per il Friends Committee on National Legislation (Comitato Nazionale degli Amici della Legislazione [NdT]. Quando il Time Magazine (penso, o forse il Newsweek) volle una foto di lei indicante quel posto preciso, lei non seppe più trovare quelle case dato che ne erano state costruite così tante attorno ad esse che i fianchi delle colline erano stati coperti completamente.”[4]

Negli anni successivi, la Reynolds contribuì sia con canzoni che materialmente al programma PBS "Sesame Street". Apparse anche saltuariamente nello spettacolo come personaggio di nome "Kate."

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Biography at Western Kentucky University by Charles H. Smith and Nancy Schimmel - Accessed Nov 2006
  2. ^ http://web2.wku.edu/~smithch/MALVINA/mr140.htm
  3. ^ Musica & Memoria / Malvina Reynolds - Little Boxes
  4. ^ "Malvina Reynolds", Weeds: Artist Spotlight (sitoweb), 2007. Accesso del 2007-10-16.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 23493785