Lingua klingon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingua klingon (tlhIngan Hol)
Creato da Marc Okrand nel 1984
Contesto Telefilm e film Star Trek
Persone Numero sconosciuto, secondo il Kli 12 persone[1]
Classifica Non nelle prime 100
Tipo Oggetto Verbo Soggetto
Filogenesi Lingua artificiale
 Lingua artistica
Statuto ufficiale
Regolato da Klingon Language Institute
Codici di classificazione
ISO 639-1 ---
ISO 639-2 tlh
ISO 639-3 tlh  (EN)
Alfabeto klingon
Un esempio di alfabeto klingon

La lingua klingon (nome nativo tlhIngan Hol) è una lingua artistica ideata da Marc Okrand per la Paramount Pictures e parlata dalla razza aliena dei Klingon nelle serie televisive e nei film di fantascienza di Star Trek. Egli progettò la lingua servendosi di un ordine Oggetto Verbo Soggetto per dare una sensazione aliena al linguaggio.

A volte ci si riferisce al klingon con la parola klingonese, ma fra la comunità di parlanti questo termine viene spesso utilizzato per riferirsi ad un'altra lingua klingon, il Klingonaase, descritta nei romanzi di John M. Ford ispirati a Star Trek.

La lingua Klingon ha codice ISO 639-2: tlh.

Influenza culturale[modifica | modifica sorgente]

La lingua klingon è spesso associata nei media - anche a livello di parodia - agli appartenenti alla sottocultura "nerd". Di conseguenza vi sono numerose opere, a partire dalle serie televisive, che la citano.

L'Uomo dei fumetti, personaggio della sitcom animata I Simpson, è un cultore di questa lingua e la cita in diversi episodi.

Nella serie tv "The bing bang theory", i quattro protagonisti sono veri cultori di questa lingua, tanto da organizzare partite al paroliere nelle quali però si gioca con parole appartenenti alla lingua klingon.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Wired 4.08: Dejpu'bogh Hov rur qablli!

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]