Lamedh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
La lettera fenicia Lamedh

Lamedh o Lamed (ל) è la dodicesima lettera di alcuni alfabeti semitici nell'ordine abjad, come l'alfabeto ebraico (Lamed ל), quello fenicio, quello aramaico e arabo (Lām ل). Il suo valore fonetico è /l/ e corrisponde alla L dell'alfabeto latino, alla Λ dell'alfabeto greco e alla л dell'alfabeto cirillico.[1]

Lamed ebraica[modifica | modifica wikitesto]

Varianti ortografiche
Vari font tipografici Corsivo
ebraico
Carattere
Rashi
Serif Sans-serif Monospazio
ל ל ל Hebrew letter Lamed handwriting.svg Hebrew letter Lamed Rashi.png

Ortografia ebraica compitata: לָמֶד

Pronuncia[modifica | modifica wikitesto]

Lamed viene trascritta come una laterale approssimante alveolare [ l ].

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Nella ghematria, Lamed rappresenta il numero 30 (venti).[2]

Insieme alla lettera Waw si riferisce ai "Lamed Vav Tzadikim" (Lamedvavnik), i "36 Giusti che salvano il mondo dalla distruzione."[3]

Come abbreviazione viene usata per indicare il litro. Inoltre, come segno affisso su un'auto, significa che l'autista è un principiante che sta imparando a guidare (la Lamed è infatti l'iniziale di lomed, principiante).

Come prefisso può avere due usi:

  • Può essere aggiunto a radici verbali per indicare un infinito (daber significa "parla", ledaber significa 'parlare').
  • Può anche essere usata come preposizione col significato di "a" o "per".[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ladefoged, Peter & Ian Maddieson (1996), The sounds of the world’s languages, Oxford: Blackwells. ISBN 0-631-19814-8
  2. ^ Tabella della Ghematria.
  3. ^ In numeri ebraici, 30 è lamed (ל), e 6 è waw (ו): il numero 36 è quindi scritto in ebraico ל"ו. Per u la storia dei 36 Giusti cfr. Rabbi Raymond A. Zwerin, THE 36 - WHO ARE THEY?, Temple Sinai, Denver, americanet.com, 15/09/2002 / 5763. URL consultato l'11/12/2013 (archiviato dall'url originale il 18/01/2003).
  4. ^ Genya Nahmani Greppi, Grammatica ebraica, Vallardi, 2005, ss.vv. ISBN 978-8882119546. Vedi anche Pietro Magnanini & P. Paolo Nava, Grammatica della lingua ebraica, ESD, 2008. ISBN 978-8870946826

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica