La tragedia di un uomo ridicolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La tragedia di un uomo ridicolo
La tragedia di un uomo ridicolo (film 1981).JPG
Laura Morante e Anouk Aimée
Titolo originale La tragedia di un uomo ridicolo
Paese di produzione Italia
Anno 1981
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Bernardo Bertolucci
Soggetto Bernardo Bertolucci
Sceneggiatura Bernardo Bertolucci
Produttore Giovanni Bertolucci
Fotografia Carlo Di Palma
Montaggio Gabriella Cristiani
Musiche Ennio Morricone
Interpreti e personaggi
Premi

La tragedia di un uomo ridicolo è un film del 1981 diretto da Bernardo Bertolucci.

Presentato in concorso al Festival di Cannes 1981, è valso a Ugo Tognazzi il premio per la migliore interpretazione maschile:[1] rappresenta l'apice del suo successo di critica, negli stessi anni in cui aveva raggiunto anche quello di pubblico con le fortunate trilogie di Amici miei e Il vizietto.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un gruppo di terroristi sequestra il figlio dell'industriale Primo Spaggiari (Ugo Tognazzi) e chiede un riscatto di un miliardo di lire. Quando questo si convince che il figlio sia ormai morto, escogita un piano assurdo e truffaldino per salvare il suo caseificio dal fallimento.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Awards 1981, festival-cannes.fr. URL consultato il 21 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema