Légami!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Légami!
Legami.png
Titolo originale ¡Átame!
Paese di produzione Spagna
Anno 1990
Durata 111 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, commedia
Regia Pedro Almodóvar
Soggetto Pedro Almodóvar
Sceneggiatura Pedro Almodóvar, Yuyi Beringola
Produttore Agustín Almodóvar, Enrique Posner
Fotografia José Luis Alcaine
Montaggio Josè Salcedo
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Esther García, Ferrán Sánchez
Costumi José María De Cossío
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Légami! (¡Átame!) è un film del 1990 diretto da Pedro Almodóvar.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ricky è un giovane che ha vissuto per molti anni in una casa di cura. Dichiarato sano di mente, viene fatto uscire per consentirgli di costruirsi una vita normale. Un anno prima, in una discoteca, aveva incontrato Marina, una pornostar tossicodipendente, che gli aveva concesso una notte d'amore. Ricky non se l'è più tolta dalla testa e va alla sua ricerca. La trova su un set cinematografico e la pedina fino a casa. Qui riesce, con una certa abilità, a entrare nell'abitazione e a sequestrarla. Nella sua mente c'è un progetto: lei lo dovrà amare come lui l'ama, dovranno sposarsi e avere tanti figli. Marina rifiuta questo piano ma non può fuggire poiché lui la lega al letto e l'imbavaglia. Passano i giorni e lo stato d'animo di Marina, fatto inizialmente di paura e di rabbia, inizia a trasformarsi in qualcosa di diverso. Quando Ricky esce per cercare della cocaina da portare a Marina, lei si libera e tenta di fuggire, ma ottiene solamente di mettere sottosopra l'appartamento senza riuscire nel suo intento. Nel frattempo Ricky viene picchiato da tre spacciatori. Tornato a casa trova Marina, che nel frattempo ha rimesso tutto come prima, ancora legata ma lei vedendolo pieno di tagli e ferite si offre di medicarlo. L'evento cambia definitivamente i sentimenti di Marina la quale si concede sessualmente a Ricky, nonostante le sue condizioni fisiche. Dopo i due si comportano quasi come una coppia e Ricky dice a Marina di volerla portare dai sui genitori. Lei è restia, anche perché Ricky vorrebbe rubare una macchina per andarci. Mentre è in corso questa discussione, entra nell'appartamento Lola venuta per innaffiare le piante del terrazzo. I due si nascondono e Marina,che si considera comunque una prigioniera, chiede a Ricky di legarla ancora, e una volta uscita Lola, lui scende in strada in cerca di una macchina da rubare. Lola però si accorge di aver dimenticato un mangianastri e fa ritorno all'appartamento, e mentre è in bagno si accorge che ci sono garze sporche di sangue. Insospettitasi perlustra l'appartamento e trova Marina, la quale le spiega l'accaduto, ma le rivela anche di essere innamorata di Ricky. Lola capita la situazione,fugge insieme a lei dal retro del palazzo e scappa in taxi. Ricky mentre è in strada e ha compiuto il furto,si accorge dell'auto di Lola e intuisce la fuga delle due sorelle.Se ne va così, solo, al suo paese natale, ma lì trova solo una città abbandonata e in rovina. Ma all'improvviso arrivano le due donne e Marina gli rivela i suoi sentimenti acconsentendo a vivere con lui. Lola simbolicamente benedice l'unione e i tre tornano a Madrid in auto ascoltando una canzone, come una normale famiglia.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

In una scena del film, mentre il regista Máximo Espejo guarda un film porno di Marina, alle sue spalle appare un premio David di Donatello, probabilmente quello vinto da Pedro Almodóvar con Donne sull'orlo di una crisi di nervi.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Attenzione: la chiave di ordinamento predefinita "Légami!" sostituisce la precedente "Legami!".