Know Your Rights

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Know Your Rights
Artista The Clash
Tipo album Singolo
Pubblicazione 23 aprile 1982
Durata 3 min. : 15 s.
Genere Punk rock
Etichetta CBS A2309
Produttore The Clash
Formati 45 giri
The Clash - cronologia
Singolo precedente
(1981)
Singolo successivo
(1982)

Know Your Rights è una canzone del gruppo punk rock Clash, primo singolo estratto dal loro penultimo album Combat Rock. Il brano riscosse un notevole successo, anche se non al livello dei successivi singoli Rock the Casbah e Should I Stay or Should I Go.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

La canzone esordisce con la frase «This is a public service announcement...with guitar!» [trad. «Questo è un servizio di pubblica informazione... (eseguito) con la chitarra!»]. Dunque prosegue elencando ironicamente "i tre diritti" attualmente che sarebbero concessi ai poveri e ai diseredati. Lo speaker dell'annuncio ( che si evince essere come un funzionario malvagio ed che è "interpretato" da Joe Strummer ), sul finire della canzone specifica che non sono ammessi altri diritti oltre quelli elencati.

I diritti sono i seguenti:

  • Il diritto di non essere uccisi. ( L'omicidio è un reato - a meno che non sia commesso da un poliziotto o da un aristocratico ).
  • Il diritto di procurarsi i soldi per sfamarsi. ( Purché non ti dispiaccia l'essere investigati, umiliati e - magari - riabilitati ).
  • Il diritto alla libertà di parola ( Finché non ti viene tappata la bocca mentre stai provando a farlo ).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Know Your Rights (Joe Strummer, Mick Jones) – 3:51
  2. First Night Back in London (The Clash) – 3:00

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Anno Classifica Posizione
1982 UK Singles Chart 43[1]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Know Your Rights è stata eseguita dal vivo diverse volte dai Pearl Jam, in particolare, durante il loro Riot Act Tour del 2003. Il brano fu inoltre pubblicato nei loro album live 7/11/03 - Mansfield, Massachusetts, 7/9/03 - New York, New York e 3/3/03 - Tokyo, Giappone. La canzone fu inclusa nella compilation Songs and Artists that Inspired Fahrenheit 9/11, colonna sonora del film documentario Fahrenheit 9/11, girato dal regista Michael Moore. La track list è stata scelta personalmente da Moore, basandosi sulle canzoni e sugli artisti che ascoltava durante la creazione del documentario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chart Stats - The Clash. URL consultato il 18 ottobre 2009.

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Pat Gilbert, Passion Is a Fashion: The Real Story of The Clash, 4ª edizione, Londra, 2005.
  • Marcus Gray, The Clash: Return of the Last Gang in Town, 5th revised edition, Londra, 2005.
  • Johnny Green, Garry Barker, A Riot of Our Own: Night and Day with The Clash, 3ª edizione, Londra, 2003.
  • Bob Gruen, Chris Salewicz, The Clash, 3ª edizione, Londra, 2004.
  • Kris Needs, Joe Strummer and the Legend of the Clash, London, 2005.
  • Keith Topping, The Complete Clash, 2ª edizione, Richmond, 2004.
punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk