Kidō senshi Victory Gundam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kidō senshi Victory Gundam
serie TV anime
Titolo orig. 機動戦士 V ガンダム
(Kidō senshi V Gundam)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori
Regia Yoshiyuki Tomino
Sceneggiatura
Character design Hiroshi Osaka
Mecha design
Animazione
Dir. artistica Shigemi Ikeda
Studio Sunrise
Musiche Akira Senju
Rete TV Asahi
1ª TV 2 aprile 1993 – 25 marzo 1994
Episodi 51 (completa)
Aspect ratio 4:3
Durata ep. 24 min
Target shōnen
Temi Mecha, Drammatico
Cronologia
  1. Mobile Suit Gundam F91
  2. Kidō senshi Victory Gundam
  3. G-Saviour

Kidō senshi Victory Gundam (機動戦士 V ガンダム, Kidō senshi V Gandamu?) è un anime televisivo giapponese di 51 puntate, prodotto dalla Sunrise nel 1993; appartiene alla saga dell'Universal Century di Gundam. È inedito in Italia.

Ultimo atto dell'Universal Century firmato da Yoshiyuki Tomino, Mobile Suit Victory Gundam presenta diverse peculiarità in qualche modo contraddittorie. La serie sembrerebbe rivolgersi ad un target di giovanissimi, considerato che il protagonista è il più giovane mai salito su un mobile suit, ed anche il mecha abbastanza fantasioso e l'animazione semplicistica paiono diretti ad un pubblico di riferimento senza troppe pretese; sennonché la trama è forse la più tragica ed adulta di tutta la saga, con la maggior parte dei personaggi principali che muoiono nel corso della storia.[1] Della serie esiste anche un sequel in forma di manga, intitolato Kidō senshi V Gundam gaiden, realizzato da Yuichi Hasegawa e pubblicato su MS Saga dalla Bandai nel 1995.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sono trascorsi trent'anni dalle vicende narrate in Mobile Suit Gundam F91, ed è l'anno 0153 UC. Nelle colonie di Side 2, approfittando della sempre più evidente debolezza delle istituzioni federali, si è instaurato l'Impero Zanscare, i cui vertici mantengono il potere grazie ad un regime tirannico-religioso e pianificano la conquista degli altri Side, fino all'invasione della Terra, in nome della superiorità degli uomini dello spazio. Ad opporsi allo strapotere militare di Zanscare c'è solo la League Militaire, un movimento di resistenza debolmente supportato dall'esercito regolare della Federazione Terrestre, con i suoi mobile suit pilotati da giovani volontari. Tra questi Üso Ewin, un ragazzino newtype di tredici anni che si ritrova coinvolto in prima linea per difendere la propria città nell'Europa dell'Est. Ai comandi del Victory Gundam combatterà non solo per sconfiggere gli invasori Zanscare, ma anche per scoprire cosa ne è stato dei suoi genitori che lo hanno abbandonato per andare nello spazio.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

GiapponeseKanji」 - Rōmaji In onda
Giappone
1 「白いモビルスーツ」 - Shiroi mobirusūtsu 2 aprile 1993
2 「マシンと会った日」 - Mashin to atta nichi 9 aprile 1993
3 「ウッソの戦い」 - Usso no tatakai 16 aprile 1993
4 「戦いは誰のために」 - Tatakai ha dare notameni 23 aprile 1993
5 「ゴッゾーラの反撃」 - Gozzōra no hangeki 30 aprile 1993
6 「戦士のかがやき」 - Senshi nokagayaki 7 maggio 1993
7 「ギロチンの音」 - Girochin no oto 14 maggio 1993
8 「激闘!波状攻撃」 - Gekitō! hajōkōgeki 21 maggio 1993
9 「旅立ち」 - Tabidachi 28 maggio 1993
10 「鮮烈!シュラク隊」 - Senretsu! shuraku tai 4 giugno 1993
11 「シュラク隊の防壁」 - Shuraku tai no bōheki 11 giugno 1993
12 「ギロチンを粉砕せよ」 - Girochin wo funsai seyo 18 giugno 1993
13 「ジブラルタル空域」 - Jiburarutaru kūiki 25 giugno 1993
14 「ジブラルタル攻防」 - Jiburarutaru kōbō 2 luglio 1993
15 「スペースダスト」 - Supeusudasuto 9 luglio 1993
16 「リーンホース浮上」 - Riinhōsu fujō 16 luglio 1993
17 「帝国の女王」 - Teikoku no joō 23 luglio 1993
18 「宇宙艦隊戦」 - Uchū kantaisen 30 luglio 1993
19 「シャクティを捜せ」 - Shakutei wo sagase 6 agosto 1993
20 「決戦前夜」 - Kessen zenya 13 agosto 1993
21 「戦略衛星を叩け」 - Senryaku eisei wo tatake 20 agosto 1993
22 「宇宙の虎」 - Uchū no tora 27 agosto 1993
23 「ザンスカール潜入」 - Zansukaaru sennyū 3 settembre 1993
24 「首都攻防」 - Shuto kōbō 10 settembre 1993
25 「敵艦と敵地へ」 - Tekikan to tekichi he 17 settembre 1993
26 「マリアとウッソ」 - Maria to usso 24 settembre 1993
27 「宇宙を走る閃光」 - Uchū wo hashiru senkō 1º ottobre 1993
28 「大脱走」 - Daidassō 8 ottobre 1993
29 「新しいスーツV2」 - Atarashi i sūtsu V2 15 ottobre 1993
30 「母のガンダム」 - Haha no gandamu 22 ottobre 1993
31 「モトラッド発進」 - Motoraddo hasshin 29 ottobre 1993
32 「ドッゴーラ激進」 - Doggōra geki susumu 5 novembre 1993
33 「海に住む人々」 - Umi ni sumu hitobito 12 novembre 1993
34 「巨大ローラー作戦」 - Kyodai rōraa sakusen 19 novembre 1993
35 「母かシャクティか」 - Haha ka shakutei ka 26 novembre 1993
36 「母よ大地にかえれ」 - Haha yo daichi nikaere 3 dicembre 1993
37 「逆襲ツインラッド」 - Gyakushū tsuinraddo 10 dicembre 1993
38 「北海を炎にそめて」 - Hokkai wo honoo nisomete 17 dicembre 1993
39 「光の翼の歌」 - Hikari no tsubasa no uta 24 dicembre 1993
40 「超高空攻撃の下」 - Chōkō sora kōgeki no shita 7 gennaio 1994
41 「父のつくった戦場」 - Chichi notsukutta senjō 14 gennaio 1994
42 「鮮血は光の渦に」 - Senketsu ha hikari no uzu ni 21 gennaio 1994
43 「戦場の彗星ファラ」 - Senjō no suisei fara 28 gennaio 1994
44 「愛は光の果てに」 - Ai ha hikari no hate ni 4 febbraio 1994
45 「幻覚に踊るウッソ」 - Genkaku ni odoru usso 11 febbraio 1994
46 「タシロ反乱」 - Tashiro hanran 18 febbraio 1994
47 「女たちの戦場」 - Onna tachino senjō 25 febbraio 1994
48 「消える命咲く命」 - Kie ru inochi saku inochi 4 marzo 1994
49 「天使の輪の上で」 - Tenshi no wa no uede 11 marzo 1994
50 「憎しみが呼ぶ対決」 - Nikushimi ga yobu taiketsu 18 marzo 1994
51 「天使たちの昇天」 - Tenshi tachino shōten 25 marzo 1994

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Guido Tavassi, Storia dell'animazione giapponese. Arte, autori, industria, successo dal 1917 a oggi, Tunué, 2012, p. 229.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga