Gundam ZZ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gundam ZZ
serie TV anime
Titolo orig. 機動戦士 ガンダム ZZ
(Kidō Senshi Gundam ZZ)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori
Regia Yoshiyuki Tomino
Sceneggiatura
Character design Hiroyuki Kitazume
Mecha design
Animazione
Dir. artistica Shigemi Ikeda
Studio Sunrise
Musiche Shigeaki Saegusa
Rete Nagoya Broadcasting Network
1ª TV 1º marzo 1986 – 31 gennaio 1987
Episodi 47 (completa)
Aspect ratio 4:3
Durata ep. 22 min
Target shōnen
Tema mecha
Cronologia
  1. Mobile Suit Z Gundam
  2. Gundam ZZ
  3. Gundam: Char's Counterattack

Gundam ZZ (機動戦士 ガンダム ZZ, Kidō senshi Gandamu Daburu Zēta?) è un anime televisivo giapponese di 47 puntate, prodotto dalla Sunrise nel 1986; appartiene alla saga dell'Universal Century di Gundam. Inedito in Italia, nel 2005 la Star Comics ne ha pubblicato il manga realizzato in due tankōbon da Toshiya Murakami nel 1986.

Generalità[modifica | modifica sorgente]

Dopo il tragico bagno di sangue raccontato nella precedente serie Mobile Suit Z Gundam, lo staff guidato da Yoshiyuki Tomino cambiò decisamente registro, realizzando un anime dai toni semiseri, orientato molto più verso gli under 14 che il precedente pubblico di riferimento della saga. Lo scarso indice di gradimento registrato dalle prime puntate, però, indusse gli autori a tornare, seppur in modo meno cruento, ai toni di Z Gundam nella seconda metà della serie. Resta comunque un minor realismo di fondo, con mobile suit che a volte si spostano a bordo di giganteschi scooter volanti e la reintroduzione del robot componibile, già visto in tante precedenti serie super robotiche della Sunrise.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Anno 0088 UC, la guerra civile tra l'AEUG ed i Titani si è appena conclusa con lo smantellamento della élite militare federale, ma Haman Karn ed i reduci di Zeon di base sull'asteroide Axis sono ancora intenzionati a far rivivere la gloria del Principato e degli Zabi. Proclamatisi Esercito di Neo Zeon dichiarano quindi guerra alla disastrata Federazione Terrestre, ma si troveranno di fronte ancora una volta l'AEUG. L'organizzazione è però uscita decimata dallo scontro precedente e, bisognosa di forze fresche, non esita a reclutare anche giovanissimi piloti, come il quindicenne raccoglitore di detriti di Shangri-La, una colonia di Side 1, di nome Judau Ashta, ed i suoi amici. Insieme piloteranno i mobile suit del Gundam Team, tra cui il nuovo potentissimo MSZ-010 Gundam ZZ.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

GiapponeseKanji」 - Rōmaji In onda
Giappone
1 「プレリュードZZ」 - pureryūdo ZZ 1º marzo 1986
2 「シャングリラの少年」 - shangurira no shōnen 8 marzo 1986
3 「エンドラの騎士」 - endora no kishi 15 marzo 1986
4 「熱血のマシュマー」 - nekketsu no mashumaa 22 marzo 1986
5 「ジュドーの決意」 - judō no ketsui 29 marzo 1986
6 「ズサの脅威」 - zusa no kyōi 5 aprile 1986
7 「ガザの嵐」 - gaza no arashi 12 aprile 1986
8 「鎮魂の鐘は二度鳴る」 - chinkon no kane ha nido naru 19 aprile 1986
9 「宇宙のジュドー」 - uchū no judō 26 aprile 1986
10 「さよならファ」 - sayonara fa 3 maggio 1986
11 「始動!ダブル・ゼータ」 - shidō! daburu. zeuta 10 maggio 1986
12 「リィナが消えた」 - riina ga kie ta 17 maggio 1986
13 「妹よ!」 - imōto yo! 24 maggio 1986
14 「幻のコロニー (前)」 - maboroshi no koronii (mae) 31 maggio 1986
15 「幻のコロニー (後)」 - maboroshi no koronii (nochi) 7 giugno 1986
16 「アーガマの白兵戦」 - aagama no hakuheisen 14 giugno 1986
17 「奪回!コア・トップ」 - dakkai! koa. toppu 21 giugno 1986
18 「ハマーンの黒い影」 - hamaan no kuroi kage 28 giugno 1986
19 「プルとアクシズと」 - puru to akushizu to 12 luglio 1986
20 「泣き虫セシリア (前)」 - naki mushi seshiria (mae) 19 luglio 1986
21 「泣き虫セシリア (後)」 - naki mushi seshiria (nochi) 26 luglio 1986
22 「ジュドー、出撃!!」 - judō, shutsugeki!! 2 agosto 1986
23 「燃える地球」 - moe ru chikyū 9 agosto 1986
24 「南海に咲く兄妹愛」 - nankai ni saku kyōdai ai 16 agosto 1986
25 「ロンメルの顔」 - ronmeru no kao 23 agosto 1986
26 「マサイの心」 - masai no kokoro 30 agosto 1986
27 「リィナの血 (前)」 - riina no chi (mae) 6 settembre 1986
28 「リィナの血 (後)」 - riina no chi (nochi) 13 settembre 1986
29 「ルーの逃亡」 - rū no tōbō 20 settembre 1986
30 「青の部隊 (前)」 - ao no butai (mae) 7 settembre 1986
31 「青の部隊 (後)」 - ao no butai (nochi) 4 ottobre 1986
32 「塩の湖を越えて」 - shio no mizūmi wo koe te 11 ottobre 1986
33 「ダブリンの午後」 - daburin no gogo 18 ottobre 1986
34 「カミーユの声」 - kamiiyu no koe 25 ottobre 1986
35 「落ちてきた空」 - ochi tekita sora 31 ottobre 1986
36 「重力下のプルツー」 - jūryoku shitano purutsū 8 novembre 1986
37 「ネェル・アーガマ」 - neeru. aagama 15 novembre 1986
38 「鉄壁,ジャムル・フィン」 - teppeki, jamuru. fin 22 novembre 1986
39 「サラサ再臨」 - sarasa sai rin 29 novembre 1986
40 「タイガーバウムの夢」 - taigaabaumu no yume 6 dicembre 1986
41 「ラサラの命」 - rasara no inochi 13 dicembre 1986
42 「コア3の少女 (前)」 - koa 3 no shōjo (mae) 20 dicembre 1986
43 「コア3の少女 (後)」 - koa 3 no shōjo (nochi) 27 dicembre 1986

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ AA.VV., Gundam official guide, 2002, Animerica, pp. 47 e segg.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga