John Grenfell Maxwell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Grenfell Maxwell
John Grenfell Maxwell (a destra) e il suo staff in Egitto nel 1915
John Grenfell Maxwell (a destra) e il suo staff in Egitto nel 1915
11 luglio 1859 - 21 febbraio 1929
Nato a Liverpool
Dati militari
Paese servito Regno Unito Regno Unito
Forza armata BritishArmyFlag2.svg British Army
Anni di servizio 1879 - 1922
Grado Generale
Guerre Seconda guerra boera
Prima guerra mondiale
Studi militari Royal Military Academy Sandhurst

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Sir John Grafnell Maxwell (Liverpool, 11 luglio 185921 febbraio 1929) è stato un militare britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maxwell nacque l'11 luglio 1859 a Liverpool da una famiglia scozzese di fede protestante.[1] Egli frequentò la scuola a Cheltenham e proseguì poi gli studi alla Royal Military Academy Sandhurst.[2]

Maxwell iniziò la sua carriera militare nel 1879 dopo il suo diploma a Sandhurst.[3] Egli prestò servizio nella Battaglia di Omdurman conducendo la 2ª brigata. Personalmente si pose alla testa dei suoi uomini per marciare nel palazzo del locale califfo. Nel 1897 venne nominato Governatore della Nubia e nel 1898 ottenne il governatorato di Omdurman. Successivamente prese parte alla Guerra boera dove ottenne il comando della 14ª brigata nella marcia di lord Roberts verso Pretoria. Venne quindi nominato Governatore Militare di Pretoria e del Western Transvaal nel 1900 e ricevette per il valido servizio prestato la croce di Cavaliere Commendatore dell'Ordine del Bagno e di Compagno dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio.

Durante la Prima guerra mondiale fu presente sul Fronte occidentale sino a quando non ottenne il comando dell'Egyptian Expeditionary Force,[3] che riuscì a difendere il Canale di Suez dagli attacchi ottomani.

La Rivolta di Pasqua[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio militare per cui John Maxwell è maggiormente conosciuto è il suo ruolo chiave nella controversa azione della Rivolta di Pasqua del 1916 in Irlanda. Dopo lo scoppio degli scontri il 24 aprile 1916, venne dichiarata la legge marziale in tutta la città e nella contea di Dublino per ordine del Lord Luogotenente Lord Wimborne, per permettere ai tribunali di snidare e sopprimere i rivoltosi che si opponevano al Defence of the Realm Act (DORA), passato l'8 agosto 1914.[4]

Maxwell giunse in irlanda venertì 28 aprile come "governatore militare" con "pieni poteri" sotto la legge marziale. Durante la settimana dal 2 al 9 maggio 1916, Maxwell fu il solo incaricato a giudicare i casi riscontrati di ribellione come "supremo generale della corte marziale". Fece arrestare 3.400 persone, di cui 183 civili e 90 di questi vennero messi a morte. 15 altre persone morirono tra il 3 ed il 12 maggio per fucilazione.[4]

Il primo ministro Herbert Asquith ed il governo intero erano terribilmente allarmati dalla velocità e dalla segretezza di questi eventi e ritennero necessario intervenire per prevenire ulteriori esecuzioni. In particolare grande imbarazzo stava creando il fallimento dell'applicazione del DORA e dalla mancanza nei processi di Maxwell di un giudice e di un avvocato come per giustizia. Maxwell ammise in un rapporto ad Asquith nel giugno di quell'anno che l'impressione che i capi della rivolta fossero stati uccisi a sangue freddo senza un giusto processo era risultata tale perché fomentata dai ribelli e dalla confusione nell'applicare sia il DORA sia la legge marziale (che tra loro si contraddicevano).[4] Anche se Asquith promise in ben due occasioni di pubblicare i procedimenti per l'applicazione della legge marziale, essi vennero soppressi solo negli anni '90 del Novecento.[4]

Nel 1916 Maxwell ottenne la nomina a General Officer Commanding-in-Chief per il Northern Command a York.[5] Nel giugno del 1919 venne promosso generale e si ritirò dalla vita militare nel 1922 per poi morire nel 1929.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
Cavaliere Commendatore dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Commendatore dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio
Commendatore dell'Ordine Reale Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine Reale Vittoriano
Compagno del Distinguished Service Order - nastrino per uniforme ordinaria Compagno del Distinguished Service Order
Knight Bachelor - nastrino per uniforme ordinaria Knight Bachelor
Queen's Sudan Medal - nastrino per uniforme ordinaria Queen's Sudan Medal
Queen's South Africa Medal - nastrino per uniforme ordinaria Queen's South Africa Medal

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di V classe dell'Ordine di Osmanie (Impero ottomano) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di V classe dell'Ordine di Osmanie (Impero ottomano)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Christopher Harvie, A floating commonwealth: politics, culture, and technology on Britain's Atlantic coast, 1860-1930, Oxford University Press, 2008, p. 343, ISBN 978-0-19-822783-0.
  2. ^ World War I: A - D., Volume 1, ABC-CLIO, 2005, p. 763, ISBN 978-1-85109-420-2.
  3. ^ a b Profile
  4. ^ a b c d "Shot in cold blood": Military law and Irish perceptions in the suppression of the 1916 Rebellion, in "1916, The Long Revolution", Adrian Hardiman, pp. 225-249, Mercier Press (2007), ISBN 978-1-85635-545-2
  5. ^ Princeton University
Predecessore Comandante in Capo dell'Irlanda Successore BritishArmyFlag2.svg
Sir Lovick Friend aprile-novembre 1916 Sir Bryan Mahon
Predecessore Comandante in capo del Northern Command Successore BritishArmyFlag2.svg
Sir Henry Merrick Lawson 1916-1919 Sir Ivor Maxse