John Addison

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore colonna sonora 1964

John Addison (Chobham, 16 marzo 1920Bennington, 7 dicembre 1998) è stato un compositore britannico di colonne sonore cinematografiche.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All’età di 16 anni comincia a frequentare il Royal College of Music, studiando composizione con Gordon Jacob, oboe con Léon Goossens e clarinetto con Frederick Thurston. Dopo aver combattuto nella seconda guerra mondiale, torna a Londra per insegnare composizione al Royal College.

Comincia dedicandosi alla composizione di musiche per una serie di nuove opere teatrali inglesi, di J. Osborne in particolare. Si avvicina poi all’ambiente del Free cinema componendo la sua prima colonna sonora 1950 per il film Minaccia atomica dei fratelli Boulting, con i quali collabora in seguito per altri film come S.O.S. Scotland Yard (1951), Operazione fifa (1956), Mister Browne contro l'Inghilterra (1959), La ragazza dello scandalo (1960).

Diviene poi collaboratore fisso del regista Tony Richardson e compone le musiche, tra gli altri, per Gli sfasati (1960), Sapore di miele (1961), Gioventù amore e rabbia (1962), Tom Jones (1963), per il quale conquista l’Oscar alla migliore colonna sonora, Il caro estinto (1965), I seicento di Balaklava (1968), Il fantino deve morire (1974), Joseph Andrews (1977).

Nel 1966 Alfred Hitchcock lo sceglie per sostituire Bernard Herrmann nelle musiche de Il sipario strappato. Compone la colonna sonora per gli ultimi due film di Joseph L. Mankiewicz Masquerade (1967) e Gli insospettabili (1972). Nel 1977 vince il premio BAFTA per le musiche del film Quell'ultimo ponte sull'Operazione Market-Garden alla quale aveva partecipato in prima persona.

Negli anni Settanta e Ottanta compone diverse musiche anche per la televisione, raggiungendo la popolarità nel 1984 con il celebre tema musicale del telefilm La signora in giallo, per il quale vince l’Emmy Award l’anno seguente.

Nel corso della sua vita si dedica anche alla musica da concerto, riscuotendo grande successo di critica. Tra questi lavori ritroviamo un concerto per tromba, archi e percussioni, un trio per oboe, clarinetto e fagotto, un sestetto per fiati e arpa, un concerto per pianoforte, un concertante per oboe, clarinetto, corno e orchestra, e una partita per archi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Premi Oscar Miglior Colonna Sonora[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Nomination[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 19651801 LCCN: n85038195