Intel 4004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Intel 4004
Central processing unit
Intel 4004.jpg
Il primo processore Intel, il 4004
Prodotto dal fine 1971 al 1974
Produttore Intel
Frequenza CPU 740 kHz
Set di istruzioni pre x86
Socket 16 pin

L'Intel 4004 è stato il primo microprocessore monolitico (cioè interamente contenuto in un solo circuito integrato) della storia ad essere commercializzato (1971).[1] L'Intel 4004 è stato anche il primo microprocessore prodotto da Intel, dato che inizialmente l'azienda produceva solo chip di memoria.[2]

Nello specifico, l'Intel 4004 era la CPU della famiglia denominata MCS-4, un insieme di 4 chip: gli altri componenti erano memorie e circuiti di input/output che potevano essere utilizzati per realizzare un computer completo.[3] Più in dettaglio, il 4001 era una ROM (read-only memory) con 4 linee di output; il 4002 era una RAM (random access memory) con 4 linee di I/O (ingresso/uscita) e il 4003 era un registro a scorrimento statico da usare per espandere le linee di I/O (per esempio, per fare la scansione di una tastiera o per controllare una stampante).

Inizialmente utilizzato solo dal produttore di calcolatrici Busicom, il 4004 fu poi commercializzato da Intel grazie ad un accordo con l'azienda giapponese per poter impiegare il chip in sistemi che non fossero calcolatrici in cambio di una riduzione del prezzo della fornitura dei componenti MCS-4.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Architettura del processore

Gli elementi funzionali integrati nel 4004 erano i seguenti:[2]:

  • 16 registri di uso generale, utilizzati per i dati su cui eseguire le istruzioni di uso generale;
  • un program counter, usato per indicare alla CPU l'indirizzo della cella di memoria che contiene l'istruzione da eseguire;
  • uno stack a tre livelli;
  • una ALU, l'unità per i calcoli, binaria e decimale;
  • un decodificatore di istruzioni, per trasformare l'istruzione letta nel programma in operazioni eseguibili dalla CPU, e tutto il controllo per gli elementi funzionali interni della CPU;
  • un generatore del segnale di temporizzazione sia per la CPU che per gli altri componenti del sistema MCS-4;
  • un controllore per gestire il bus esterno per le memorie e per la funzioni di I/O.

A differenza dei microprocessori contemporanei, il 4004 includeva anche il controllo dei bus di memoria e di I/O che non sono normalmente gestiti dal microprocessore. Pertanto il 4004 non solo era una CPU completa, ma aveva anche funzionalità addizionali che normalmente non sono considerate compito della CPU.[2]

Federico Faggin ha detto: "l'essenza del primo microprocessore è il suo design in silicio" perché ai tempi dell'implementazione del microprocessore molti ingegneri sapevano come definire architetture di CPU e fare progetti logici, ma nessuno prima dell'Intel 4004 era ancora riuscito a realizzare un microprocessore monolitico in silicio.[4]. Fu proprio la nuova tecnologia MOS Silicon Gate, con porta auto-allineante ("self-aligned gate") creata da Faggin alla Fairchild nel 1968, adottata poi dalla Intel per fare memorie, che rese possibile realizzare il 4004, il primo CPU su un singolo chip. Tale tecnologia con l'aggiunta di nuove tecniche circuitali ed una nuova metodologia di progetto, tutte invenzioni di Faggin, rese possibile realizzare chip con una frequenza di clock circa 5 volte superiore alla tecnologia precedente, usando metà dell'area di silicio richiesta dalla vecchia tecnologia. Senza queste innovazioni non sarebbe stato possibile realizzare il primo microprocessore nel 1971 (che altrimenti sarebbe stato troppo lento e costoso per essere utile).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A metà del 1969 un gruppo di ingegneri della ditta giapponese Busicom, fra cui Masatoshi Shima, venne in California a visitare la Intel che allora era una “startup”, cioè una ditta da poco avviata. Il loro obiettivo era di negoziare lo sviluppo di sette circuiti integrati necessari per realizzare il loro progetto per una serie di calcolatrici da tavolo.

Il capo del dipartimento di "Application Research", Ted Hoff, dopo aver esaminato l'architettura Busicom, inizialmente ripartita su sette chip, di cui 3 erano dedicati a fare la funzione di un CPU specializzato, ebbe l'idea di semplificarla in soli quattro chip, implementando la CPU in un unico chip. La proposta di Hoff, consistente in un'architettura a blocchi ed un set di istruzioni formulate con l'aiuto del suo assistente Stanley Mazor: l'idea fu proposta a Busicom, che accettò e il gruppo rientrò in Giappone nel mese di ottobre del 1969. Ted Hoff a questo punto considerava finito il suo lavoro e il progetto fu trasferito ad un altro dipartimento, il dipartimento MOS di cui era a capo Les Vadasz.[5] Né Hoff né Mazor dettero ulteriori contributi nelle critiche fasi di design e sviluppo del progetto in quanto non erano progettisti di chip e non avrebbero potuto progettare un chip della complessità del 4004.[senza fonte]

Il progetto languì per molti mesi accumulando un grande ritardo rispetto ai tempi pattuiti con la Busicom, finché Federico Faggin fu assunto da Vadasz alla Intel come capo-progetto e designer dei chip agli inizi di aprile del 1970. Faggin preparò una nuova tabella di marcia che richiedeva l'aiuto di un secondo ingegnere per ridurre il ritardo. La Busicom accettò la nuova tempistica e Shima rimase in California per sei mesi ad aiutare Faggin. Shima era un software e logic designer, e non aveva alcuna esperienza di chip design, però aveva molta voglia di imparare ed affiancò Faggin, per sei mesi, collaborando con lui soprattutto nella delicata fase di controllo dei circuiti e della logica. Tornato in Giappone Shima si occupò poi di sviluppare il software per la calcolatrice, il primo prodotto commerciale che usò il 4004.[senza fonte]

Lavorando con grande accanimento Faggin riuscì a completare il progetto con successo nel tempo record di nove mesi. Il 4004 fu completamente funzionale verso la metà di marzo 1971. Faggin in seguito convinse i manager della Intel a introdurre il chip sul mercato anche se il progetto originale era un progetto esclusivo per il cliente Busicom. Busicom aveva infatti richiesto un abbassamento del costo dei chip della famiglia MCS-4, ed Intel accettò a patto di poter usare la nuova CPU in sistemi che non fossero calcolatrici elettroniche. Busicom accettò e nel novembre del 1971 Intel annunciò al pubblico il 4004 con lo slogan "Annuncing a new era of integrated electronics".[3]

L'Intel 4004 fu messo in commercio con un formato a 16 piedini dual in-line il 15 novembre del 1971. Il 4004 fu il primo processore progettato e costruito dalla Intel, che in precedenza aveva costruito solo chip di memoria.[2]

Il 4004 era costituito da circa 2.300 transistor, e fu seguito l'anno successivo dall'8008, formato da 3.300 transistor, e dall'Intel 4040.[2]

Il quarto prodotto rilasciato nel mercato dei microprocessori da Intel iniziò la rivoluzione dell'informatica, l'Intel 8080.

Specifiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Piedinatura del microprocessore
  • Massima frequenza di clock di 740 kHz
  • Memorizzazione separata di codice e dati, il 4004 utilizza un singolo bus multiplexato per trasferire:
    • Indirizzi a 12 bit
    • Istruzioni in word di 8 bit, in uno spazio separato rispetto ai dati
    • Dati in word di 4 bit
  • Il set di istruzioni comprende 46 istruzioni (di cui 41 a 8 bit e 5 a 16 bit)
  • 16 registri a 4 bit
  • Alimentazione a 12 Volt.
  • Stack per le subroutine con al massimo 3 livelli di annidamento
  • Poteva indirizzare fino a 640 Byte di memoria RAM.

Chip di supporto[modifica | modifica wikitesto]

  • 4001: ROM di 256 byte (256 istruzioni a 8 bit), e una porta di I/O incorporata
  • 4002: RAM di 40 byte (80 word dati a 4 bit), e una porta di output incorporata di 4 bit; la RAM è organizzata in quattro "registri" di venti word a 4 bit.
    • 16 word (usate per la mantissa nel progetto originale per la calcolatrice)
    • 4 word di stato (usate per le cifre dell'esponente e i segni nel progetto originale)
  • 4003: shift register a 10 bit con output parallelo per l'utilizzo con tastiere, display, stampanti, ecc.
  • 4008: latch a 8 bit per l'accesso a chip di memoria standard, con incorporati un chip select a 4 bit e una porta di I/O
  • 4009: convertitore da accessi all'area dati e I/O in memoria standard e chip di I/O

Collezionismo[modifica | modifica wikitesto]

Chip con la protezione metallica rimossa

L'Intel 4004 è uno dei chip più ricercati nell'area del collezionismo. I più preziosi sono i 4004 dorati e bianchi, con visibili le cosiddette "tracce grigie" sulla zona bianca (il package originale). Nel 2004 questi chip sono stati venduti intorno ai 400 su eBay. Le versioni leggermente meno preziose sono i chip bianchi e dorati senza le tracce grigie, che hanno una quotazione tra i € 200 e i € 250. Altri chip ricercati dai collezionisti sono gli Intel 4040.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mary Bellis, Inventors of the Modern Computer: Intel 4004 - The World's First Single Chip Microprocessor, About.com. URL consultato il 09/11/2014.
  2. ^ a b c d e The Microprocessor, History-computer.org. URL consultato il 09/11/2014.
  3. ^ a b c Birth of the Intel 4004 - the First Microprocessor, I Programmer, 15/11/2011. URL consultato il 09/11/2014.
  4. ^ A testimonial from Federico Faggin, its designer, on the first microprocessor's thirtieth birthday
  5. ^ A Pioneer at Intel Will Retire June 1, New York Times, 19/04/2003. URL consultato il 09/11/2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei processori Intel
Famiglia 4 bit/8 bit: 4004 | 4040 | 8008 | 8080 | 8085     Famiglia 16 bit: 8086 | 8088 | 80186 | 80188 | 80286 Intel-logo.svg
Famiglia IA-32: 80386 | 80486 | RapidCAD | OverDrive
Gamma Pentium: Pentium | Pentium Pro | Pentium II | Celeron | Pentium III | Pentium III-M | Pentium 4 | Pentium 4-M | Mobile Pentium 4 | Pentium 4 EE | Celeron D | Pentium D | Pentium EE
Processori Mobile: Pentium M | Celeron M | Core Duo | Core Solo
Gamma Core: Core 2 Duo | Core 2 Quad | Core 2 Extreme
Gamma Nehalem: Core i3 | Core i5 | Core i7 | Core i7 Extreme
Processori per Server: Xeon

Famiglia IA-64: Itanium | Itanium 2
Non x86 compatibili: Intel iAPX 432 | Intel i860 | Intel i960

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica