Heckler & Koch MP7

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heckler & Koch MP7
MP7 con mirino Red dot
MP7 con mirino Red dot
Tipo Pistola mitragliatrice
Origine Germania Germania
Impiego
Utilizzatori Kommando Spezialkräfte, Heer, NOCS
Produzione
Date di produzione 2001-presente
Varianti (vedere varianti)
Descrizione
Peso 1,2 kg
Calibro 4,6 mm
Tipo munizioni 4,6 × 30 mm
Azionamento operata a gas
Cadenza di tiro 950 colpi/minuto
Velocità alla volata 710 m/s
Tiro utile 200 m
Alimentazione Caricatore da 20 o 40 colpi (0,1/0,2 kg)
Organi di mira mirino ottico e puntatore laser opzionali

[senza fonte]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

La Heckler & Koch MP7 è una pistola mitragliatrice prodotta dalla tedesca Heckler & Koch.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

L'MP7 è un'arma da difesa personale estremamente compatta e maneggevole, adatta all'uso in ambiente urbano, costruita prevalentemente in materiali polimerici. La progettazione di quest'arma iniziò con il miglioramento dei giubbotti antiproiettile, divenuti troppo resistenti ai proiettili da pistola, con la conseguente perdita di efficacia di queste armi. Per rispondere alla richiesta di armi più efficaci l'H&K progettò l'MP7 (in concomitanza con il progetto dell'UCP che avrebbe dovuto utilizzare lo stesso munizionamento), che doveva essere in grado di penetrare i giubbetti antiproiettile, ma poter essere usata come arma leggera.

L'MP7 ha una meccanica simile all'Heckler & Koch G36. Spara proiettili appositamente disegnati con una velocità di uscita molto vicina a quella del 5.56 x 45 NATO, cartuccia utilizzata in numerosi fucili d'assalto in dotazione agli eserciti di tutto il mondo (ad esempio il G36 o il Colt M16). Il munizionamento caratteristico, che conferisce all'arma un rinculo ridotto, è costruito interamente in acciaio ad alta penetrazione, mentre i normali proiettili sono in piombo. I proiettili hanno inoltre un diametro piccolo (4,6 mm. pari a 0,18 inches), per garantire grande capacità e caricatori di ridotte dimensioni (al momento la H&K fornisce caricatori da 20 e 40 colpi che hanno dimensioni comparabili a caricatori da 15 e 30 colpi da 9mm, rispettivamente ). L'smg contiene i caricatori all'interno dell'impugnatura e prevede un utilizzo ambidestro grazie al selettore di fuoco presente in entrambi i lati dell'arma. Infine dispone di un calcio estendibile e di una impugnatura frontale, e può essere utilizzato indifferentemente con una o due mani.

L'MP7 è stato progettato come diretto concorrente della FN P90 in base al munizionamento, alcuni considerano però l'MP7 una pistola automatica e non una mitraglietta. Il P90 è però leggermente più ingombrante e pesante, ma compensa tutto ciò con caricatori da 50 colpi e una canna molto più lunga.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

L'MP7 possiede una scina superiore nella quale possono essere montati svariati modelli di sistemi di mira (red dot) oltre che alle tradizionali tacche di mira. Possono essere inoltre montate delle slitte laterali in cui si possono fissare puntatori laser, torce o accessori simili. L'MP7 può anche essere dotato di silenziatore.

Utilizzo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 l'MP7 è stato adottato dal Ministero della Difesa britannico come arma d'ordinanza per le proprie forze di polizia: il peso contenuto, l'alta maneggevolezza e la precisione nel combattimento ravvicinato sono stati i principali fattori a favore della decisione. Le unità per operazioni speciali tedesche KSK l'hanno invece adottato a partire dal 2002; in seguito, anche l'esercito tedesco ne ha acquisito una grande fornitura, e i soldati tedeschi di pattuglia a Kabul in missione in Afghanistan stanno utilizzando l'MP7 come arma d'ordinanza. È stata anche adottata dalle unità d'élite della polizia della Corea del Sud. Per quanto riguarda l'Italia, l'MP7 è in dotazione a scopo di valutazione al 9º Reggimento Paracadutisti d'Assalto "Col Moschin" e ai Carabinieri del GIS; per i carristi dell'Esercito Italiano ed in genere gli equipaggi dei mezzi blindati è allo studio una possibile adozione.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]