OICW

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
OICW
L'XM29 nelle sue varie parti.
L'XM29 nelle sue varie parti.
Tipo fucile d'assalto/lanciagranate
Origine Stati Uniti
Produzione
Costruttore Heckler & Koch prima, poi lo stato americano
Date di produzione non ha superato lo stadio di prototipo
Descrizione
Peso 5,5 kg
Lunghezza 890 mm
Lunghezza canna 250mm (fucile) 460 mm (lanciagranate)
Calibro 5,56 mm/20 mm
Tipo munizioni 5,56 × 45 mm e airburst 25 x 40 mm
Azionamento a gas (fucile)
Cadenza di tiro autiomatico (fucile) semiautomatico (lanciagranate)
Alimentazione caricatore rimovibile da 20 o 30 colpi (fucile) caricatore rimovibile da 6 colpi (lanciagranate)
Organi di mira telemetro laser

Military Factory.com

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia
L'XM29 nelle sue varie parti.

L'Objective Individual Combat Weapon o OICW era un progetto per un sistema d'arma che doveva essere basato su un fucile di nuova generazione. Il progetto non ha mai superato la fase di prototipo. L'acronimo OICW viene spesso usato per indicare tutto il programma, fucile XM29 compreso.

È stato avviato in seguito all' Advanced Combat Rifle (o ACR) negli anni '80. Come il programma ACR, è stato un fallimento costato milioni e milioni di dollari, ma ha avuto il merito di introdurre concetti e tecnologie innovative a cui si farà riferimento per i successivi progetti.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Un prototipo dell'XM8.
L'XM25 in un test.

L'idea centrale era quella di creare un fucile che riuscisse a colpire l'obiettivo anche se protetto dietro a ripari, utilizzando la combinazione di un fucile d'assalto e di un lancia-granate con munizioni di piccole dimensioni supportato dalle moderne(per allora) tecnologie informatiche che avrebbero sparato granate automaticamente impostate per esplodere vicino all'obiettivo puntato, quindi potendo colpire anche lì dove il fucile non arrivava.

Il vincitore del primo concorso per il progetto fu l'Heckler & Koch con l'XM29 OICW. Questo progetto era fatto da un fucile con montato un lancia-granate con munizionamento da 20mm airburst (che defraglano in aria) programmate per esplodere precisamente vicino all'obiettivo, grazie ad una centralina di tiro posta sopra l'arma.

Verso l'inizio del 2000, l'arma aveva raggiunto un design definitivo. Tuttavia, aveva seri problemi: era in sostanza troppo pesante, e la granata da 20mm troppo leggera. Inoltre, l'arma era troppo grande per essere gestita efficacemente da un soldato, e per contenere il peso, le prestazione del fucile 5.56 mm su cui era montato il sistema d'arma erano state sacrificate. Ciò ha portato l'esercito americano a bloccare il programma.

A causa di questo annullamento, nel 2004, il programma è stato diviso in tre parti: OICW 1 è un programma per sviluppare una nuova famiglia di armi leggere, OICW 2 è un programma per sviluppare un lanciagranate con munizionamento Airburst, e OICW 3 è un programma che dovrebbe in futuro unire gli sviluppi degli altri 2 programmi. L'XM8 è stato sviluppato nel tentativo di soddisfare i requisiti del programma 1, mentre per i requisiti del programma 2 è stato sviluppato l'XM25, un lanciagranate a munizionamento Airburst 25X40mm.

Per quanto riguarda gli sviluppi di questi progetti, l'XM8 è stato annullato nell'ottobre 2005, per la seguente motivazione:

« pending further US Army reevaluations of its priorities for small caliber weapons, and to incorporate emerging requirements identified during Operation Enduring Freedom and Operation Iraqi Freedom. The Government will also incorporate studies looking into current capability gaps during said reevaluation. »
(Dai documenti ufficiali dell'US Army)

In sintesi, l'esercito americano aveva fatto una rivalutazione delle sue priorità di spesa per le armi di piccolo calibro, in base anche ad altri elementi che erano emersi durante le operazioni Enduring Freedom e Iraqi Freedom e ai risultati che emergeranno da studi in via di completamento.

L'XM25, che dovrebbe rispondere al progetto OICW 2, è ancora in fase di sviluppo.

L'OICW 3 infine, non potrà partire (se mai partirà) finché i progetti OICW 1 e 2 non saranno completati.

L'OICW nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ XM29. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  2. ^ Punisher, The (VG). URL consultato il 19 dicembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra