Heckler & Koch UCP

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heckler & Koch UCP (P46)
Tipo Pistola semiautomatica
Origine Germania Germania
Descrizione
Peso 850 g
Lunghezza 200 mm
Lunghezza canna 130 mm
Ampiezza 30 mm
Altezza 135 mm
Calibro 4,6 mm
Munizioni 4,6 × 30 mm
Azionamento Massa battente ritardata
Velocità alla volata 695 m/s
Tiro utile 70 m
Alimentazione Caricatore a scatola rimuovibile da 20 colpi
Organi di mira Metalliche

[senza fonte]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

La UCP (Ultimate Combat Pistol) è una pistola semiautomatica prodotta dalla Heckler & Koch. Conosciuta anche come P46.

Dettagli[modifica | modifica sorgente]

La HK UCP è una pistola commissionata dalla Bundeswehr come completamento del progetto sulle armi da difesa personale iniziato con la personal Defense Weapon MP7. La P46 infatti utilizza lo stesso tipo di cartucce, il 4,6 × 30 mm.

Come la diretta concorrente FN Five-seveN (anche lei accoppiata ad un personal Defense Weapon, il P90), prodotta dalla Fabrique Nationale de Herstal, la UCP ha la capacità di penetrare un giubbotto antiproiettile.

L'aspetto esteriore della UCP è ricalcato sullo stile della P2000, con controllo ambidestro e scina Picatinny per l'uso di accessori.

L'arma è rimasta sotto forma di progetto fino al 2006, ed ih seguito è stata presa in piccoli numeri dalla Bundeswehr per un periodo di prova.

Nel luglio del 2009 il presidente della sezione statunitense della HK, Wayne Webber, ha detto che la produzione di questa pistola è stata cancellata perché "la HK trova che non fornisce prestazioni balistiche adeguate per una pistola".[1]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ pistol-training.com