Haliaeetus vocifer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aquila urlatrice
Haliaeetus vocifer, Kruger.jpg
Haliaeetus vocifer
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Accipitriformes
Famiglia Accipitridae
Sottofamiglia Buteoninae
Genere Haliaeetus
Specie H. vocifer
Nomenclatura binomiale
Haliaeetus vocifer
(Daudin, 1800)

L'aquila pescatrice africana o aquila urlatrice (Haliaeetus vocifer (Daudin, 1800)) è un uccello rapace africano della famiglia degli Accipitridi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'aquila urlatrice è un inconfondibile rapace dalla testa e la coda bianche, a prima vista somigliante a quella americana.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

L'aggettivo "urlatrice" è giustificato dalla sua particolare voce, una serie di suoni ravvicinati e non monosillabici, secondo Brown, il grido si può descrivere come una specie di uíí-à-íò-íò-íò, più acuto e stridulo del maschio, più potente nella femmina. Quando grida, piega la testa all'indietro e ritmicamente la muove su e giù. Il suo grido ha la funzione di mantenere il contatto con il partner, il quale risponde iniziando una sorta di duetto. I giovani, invece, tra i 3 e i 4 anni non sono in grado di urlare se non in modo discordato e interrotto.

Attacca con decisione qualsiasi altro uccello che sia riuscito a catturare un pesce per tentare di sottrarglielo, dal piccolo martin pescatore bianco e nero fino alla robusta mitteria, l'airone gigante e anche al falco pescatore.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'aquila urlatrice si può incontrare lungo le coste del mare, i fiumi e i laghi di quasi tutta l'Africa subsahariana, esclusi i territori della Somalia, del Kenya settentrionale e di parte della Namibia e del Botswana. Frequenta anche i margini delle foreste e talvolta si spinge persino in montagna, fino a 3.600 metri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Haliaeetus vocifer in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Accipitridae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 10 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Haliaeetus vocifer in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.