Grigorij Jakovlevič Levenfiš

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grigorij Levenfiš (a sx.) in una partita
contro Mikhail Botvinnik (1937)

Grigorij Jakovlevič Levenfiš (talora anche Löwenfisch; cir. rus. Григорий Яковлевич Левенфиш; Piotrków Trybunalski, 9 marzo 1889Mosca, 9 febbraio 1961) è stato uno scacchista sovietico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Piotrków Trybunalski, all'epoca Regno del Congresso sotto influenza zarista e attualmente in Polonia, studiò a Pietroburgo e ivi si laureò in ingegneria chimica. Vinse il campionato di San Pietroburgo del 1909 e conquistò il titolo di Maestro nel torneo di Carlsbad 1911.

Vinse i campionati di Leningrado del 1922, 1924 e 1925. Realizzò ottimi piazzamenti nei primi campionati sovietici degli anni ' 20: 3° nel 1920, 2° nel 1923, 3° nel 1924, 2° nel 1925. Negli anni ' 30 fu 3° nell' 8° URSS-ch di Leningrado, dietro a Mikhail Botvinnik e Vladimir Alatortsev, poi nel 1934 vinse il 9º campionato sovietico alla pari con Ilia Rabinovič.

Nel 1935 fu 6°-7° nel grande torneo internazionale di Mosca (vinto da Botvinnik e Salo Flohr). Nel 1937 vinse a Tbilisi il 10º campionato sovietico davanti a Konstantinopolsky e altri 18 maestri. Giocò poi un match di 13 partite con Botvinnik, che risultò pari. Nel 1940 vinse un match con Alatortsev (+ 5 - 2 = 7).

Nel 1950 fu tra i primi 27 maestri che ricevettero dalla FIDE il titolo di Grande Maestro.

Scrisse nel 1925 il libro Pervaja kniga schachmatista (il primo libro dello scacchista). Insieme con Vassily Smyslov compilò una fondamentale opera sui finali di torre: Teorija ladejnych okoncjanij.

Una variante della difesa Siciliana (1. e4 c5 2. Cf3 d6 3. d4 cxd4 4. Cxd4 g6 5. f4) prende il suo nome.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Chicco, Porreca, Dizionario enciclopedico degli scacchi, Mursia 1971

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 21212941 LCCN: n87923545