Gorilla gorilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gorilla occidentale
Lightmatter silverback gorilla.jpg
Gorilla gorilla
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Superfamiglia Hominoidea
Famiglia Hominidae
Sottofamiglia Homininae
Genere Gorilla
Specie G. gorilla
Nomenclatura binomiale
Gorilla gorilla
Savage & Wyman, 1847
Areale

Western Gorilla area.png

Il gorilla occidentale (Gorilla gorilla, Savage & Wyman 1847) è una specie della famiglia delle scimmie antropomorfe (Hominidae).

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Esistono due sottospecie:

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Particolare del capo di un gorilla maschio

Il dimorfismo sessuale è davvero notevole: le femmine di questa specie raggiungono generalmente i 1,2-1,4 metri di altezza su due zampe, e pesano dai 90 ai 110 kg. I maschi sono di gran lunga più grossi, in posizione eretta possono arrivare a 1,6-1,8 metri di altezza e pesare 180-200 kg.

Tra le caratteristiche di questa specie vi è la colorazione meno scura del pelo, che sul capo tende ad essere marrone più che nero. I maschi che hanno raggiunto la piena maturità sessuale sviluppano un pelame argentato sulla schiena e pertanto vengono chiamati "silverback". Il cranio è molto massiccio e presenta una "cresta sagittale", su cui si ancorano i muscoli temporali, che nei maschi adulti è davvero sviluppata. Inoltre presentano un ulteriore supporto detto "cimiero" che conferisce una forma allungata alla testa.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

I gorilla occidentali sono erbivori, frugivori e occasionalmente insettivori (nutrendosi di termiti e formiche).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Gorilla occidentale maschio dello zoo di Bristol

I gorilla occidentali vivono allo stato selvaggio in una zona di circa 710000 km². (rappresentata in figura dalla macchia rossa a sinistra) che comprende parti di Nigeria, Camerun, Repubblica centrafricana, Guinea Equatoriale, Gabon, Repubblica del Congo, Angola e l'estremità occidentale della Repubblica Democratica del Congo.

La sottospecie di pianura, tra le quattro sottospecie di gorilla, è quella a rischio di estinzione relativamente meno grave, essendo rappresentata ancora da un numero di individui compreso tra 80000 e 100000. La sottospecie gorilla di Cross River è invece ormai ridotta a pochi individui (tra 100 e 200) confinati in una ristretta area al confine tra Nigeria e Camerun (a stento visibile in figura). Quasi tutti i gorilla presenti negli zoo sono gorilla occidentali di pianura.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi