Gordon Lish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gordon Jay Lish (Hewlett, 11 febbraio 1934) è uno scrittore statunitense. In qualità di direttore responsabile di riviste letterarie e di editor ha aiutato l'affermazione di diversi scrittori americani, in particolare quella di Raymond Carver e di Richard Ford.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Lish si diplomò nel 1952 alla Phillips Academy. Più tardi, nel 1959, si laureò in Inglese con lode all'Università dell'Arizona[senza fonte], dove incontrò la sua prima moglie, Loretta Frances Fokes Lish. Si sposarono nel novembre del 1956 e dal loro matrimonio nacquero tre figli. Lish e Loretta divorziarono nel 1969 e, nello stesso anno, lo scrittore sposò Barbara Works Lish con cui, nel 1971, ebbe un altro figlio.

Dopo la laurea, Lish e la famiglia si trasferirono a San Francisco, dove nel 1960 sostenne un anno di specializzazione alla San Francisco State University. All'inizio del 1961 Candido Santogrossi e Lish fondarono una nuova rivista letteraria dedicata all'avanguardia, la The Chrysalis Review.

La carriera di direttore e curatore letterario[modifica | modifica wikitesto]

Fondatore e direttore di Genesis West[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Lish si trasferì quindi a Burlingame in California, dove lui e sua moglie fondarono la rivista letteraria d'avanguardia Genesis West, che diresse dal 1961 al 1965. La raccolta di Genesis West è stata in seguito pubblicata in sette volumi a cura della Fondazione Chrysalis West.

Nel 1963 divenne direttore del dipartimento di studi linguistici ai Behavioral Research Laboratories ( Laboratori di ricerche comportamentali ) di Menlo Park in California, dove pubblicò diversi libri.

Direttore della rivista Esquire[modifica | modifica wikitesto]

Lish e la moglie si trasferirono quindi a New York, dove lavorò come direttore della sezione narrativa di Esquire tra il 1969 e il 1976; divenne qui noto come "Captain Fiction" ( Capitan Narrativa ) grazie al gran numero di autori di cui sostenne e agevolò la carriera.[senza fonte] Lish pubblicò su Esquire numerosi racconti di Carver e difese il lavoro di Richard Ford; promosse e contribuì a diffondere anche le opere di scrittori del calibro di Cynthia Ozick, Reynolds Price, T. Coraghessan Boyle e Barry Hannah.

Mentre lavorava ad Esquire Lish curò l'edizione delle raccolte The Secret Life of Our Times e All Our Secrets Are the Same, che contenevano lavori di vari importanti scrittori come Vladimir Nabokov e Milan Kundera.

Nel febbraio del 1977 Esquire pubblicò "For Rupert - with no promises", un racconto privo di firma: era la prima volta che la rivista pubblicava un lavoro senza rendere noto il nome dell'autore. I lettori ipotizzarono che si trattasse di un racconto di J. D. Salinger, ma in realtà si trattava di un'abile parodia del riservatissimo scrittore uscita dalla penna di Lish che in seguito disse:

« Ho provato ad imitare lo stile di Salinger e le singolari condizioni psicologiche in cui conduce la sua vita così come immagino ora sia. Ed ho provato ad usare questi elementi per rielaborare alcuni luoghi e momenti tipici del suo stile narrativo per approfondirli e renderli più complessi. »
(The Wall Street Journal, 25 febbraio 1977)

Direttore editoriale alla Alfred A. Knopf[modifica | modifica wikitesto]

Lish lasciò Esquire nel 1977 per ricoprire il ruolo di direttore editoriale della casa editrice di Alfred A. Knopf; lì rimase fino al 1995, continuando a contribuire alla diffusione di nuovi romanzi e pubblicando le opere di Cynthia Ozick, David Leavitt, Amy Hempel, Noy Holland, Lynne Tillman, William Ferguson, Barry Hannah, Harold Brodkey, and Joy Williams. Dopo il suo ritiro sia dall'insegnamento che dal mondo editoriale alcuni dei suoi studenti hanno continuato a fornire un notevole contributo alla letteratura americana: nel 2004 il National Book Award fu vinto da Lily Tuck con il romanzo The News From Paraguay mentre Florida di Christine Schutt era giunto in finale e nel 2006 la finale fu raggiunta da Dana Spiotta con Eat The Document. Tra gli altri suoi allievi si ricordano anche Michael Kimball, autore di diversi romanzi, e lo scrittore delle Isole Bahamas Garth Buckner, il cui The Origins of Solitude è stato accolto molto bene dalla critica.

Molti lavori scritti da suoi amici ( tra cui quelli di Don DeLillo) sono stati dedicati a Lish.

Lish ha continuato anche ad insegnare scrittura creativa, ispirando scrittori come Amy Hempel, che gli ha dedicato la sua raccolta Reasons to Live.

Nel corso degli anni trascorsi alla, Lish pubblicò diversi lavori scritti di sua mano:

  • Dear Mr. Capote, il suo primo romanzo.
  • What I know so far, un libro di racconti pubblicato nel 1984 che conteneva anche "For Rupert - with no promises".
  • Peru, pubblicato nel 1986.

Nel 1987 Lish ha fondato - assumendone la direzione - la rivista letteraria d'avanguardia The Quarterly, una vetrina per le opere di autori contemporanei. prima dell'estate del 1988 furono pubblicati sei numeri con i lavori di autori come Jane Smiley, Mark Richard e Jennifer Allen. Prima di cessare le pubblicazioni, nel 1995, erano usciti 31 numeri.

Lish ha continuato a scrivere e tra i suoi nuovi lavori si ricordano Mourner at the door del 1988, Extravaganza del 1989, My Romance del 1991 e Zimzum del 1993.

Nel numero di giugno del 1991 di Vanity Fair, James Wolcott scrisse un ritratto di Gordon Lish e Don DeLillo intitolato "The Sunshine Boys".

Nel 1994 ha vinto una Guggenheim Fellowship; nella stesso anno sua moglie Barbara è scomparsa.

Il lavoro di insegnante[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla sua opera in campo editoriale, Lish ha tenuto seminari di scrittura a New York ed è stato professore incaricato all'Università Yale, all'Università di New York e alla Columbia University.

Ha anche insegnato Inglese e letteratura alla Mills High School di Millbrae in California all'inizio degli anni sessanta.

Dal 1994 è dottore honoris causa in lettere della State University of New York.

Si è ritirato dall'insegnamento nel 1997.

Il 9 agosto 1998 il The New York Times Magazine ha pubblicato un articolo di D.T. Max riguardante le voci che vogliono che i primi racconti di Raymond Carver siano in realtà stati più o meno scritti dal suo editor Lish in incognito.

Lish ha donato tutte le sue carte e i suoi manoscritti alla Lilly Library presso la Indiana University.

Lish è stato definito uno dei duecento scrittori più importanti della nostra epoca dalla rivista francese Le Nouvel Observateur.

Premi vinti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia selezionata[modifica | modifica wikitesto]

  • 1964: English Grammar, Palo Alto, Ca.: Behavioral Research Laboratories, OCLC 11328343
  • 1966: Why Work, Palo Alto, Ca.: Behavioral Research Laboratories, OCLC 62726395
  • 1967: A Man's Work, New York: McGraw-Hill, OCLC 5855822
  • 1969: New Sounds in American Fiction, Menlo Park: Cummings Pub. Co., LCCN 68058434 OCLC 4102981
  • 1973: The Secret Life of Our Times, Garden City: Doubleday, ISBN 0-385-06215-X LCCN 73080734 OCLC 754648
  • 1976: All Our Secrets are The Same, New York: Norton, ISBN 0-393-08748-4 LCCN 76040486 OCLC 2425115
  • 1984: What I know so far, New York: Holt, Rinehart, and Winston, ISBN 0-03-070609-2 LCCN 83012980 OCLC 9830715
  • 1986: Dear Mr. Capote, New York: C. Scribner’s Sons, ISBN 0-684-18675-6 LCCN 85026276
  • 1986: Peru, New York : E.P. Dutton, ISBN 0-525-24375-5 LCCN 85013015 OCLC 12216053
  • 1988: Mourner at the door, New York: Penguin Books, ISBN 0-14-010680-4 LCCN 88031663
  • 1989: Extravaganza, New York: Putnam, ISBN 0-399-13417-4 LCCN 88028146 OCLC 18463582
  • 1991: My Romance, New York: Norton, ISBN 0-393-03001-6 LCCN 90024142 OCLC 22766592
  • 1993: Zimzum, New York: Pantheon, ISBN 0-679-42685-X LCCN 93003360 OCLC 27769736
  • 1996: Epigraph, New York: Four Walls Eight Windows, ISBN 1-56858-076-2 LCCN 96019753
  • 1996: The Selected Stories of Gordon Lish, Toronto: Somerville House Pub., ISBN 1-895897-74-2 OCLC 35927592
  • 1997: Self-imitation of Myself, New York: Four Walls Eight Windows, ISBN 1-56858-098-3 LCCN 97013200 OCLC 36713172
  • 1998: Arcade, or, How to write a novel, New York: Four Walls Eight Windows, ISBN 1-56858-115-7 LCCN 98026693
  • 2000: Krupp’s Lulu, New York: Four Walls Eight Windows, ISBN 1-56858-154-8 LCCN 99086329 OCLC 43324258

Controllo di autorità VIAF: 92069836