Goffredo Alessandrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sportivo}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Goffredo Alessandrini nel 1939

Goffredo Alessandrini (Il Cairo, 9 settembre 1904Roma, 16 maggio 1978) è stato un atleta e regista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua carriera registica lavorando con Alessandro Blasetti sin dal 1928, facendo tra l'altro il suo aiuto nel film Terra madre (1930) e diventando presto con i suoi lavori un regista molto apprezzato per le caratteristiche da kolossal.

Fu uno dei primi registi del cosiddetto Cinema dei telefoni bianchi, genere cui possono ascriversi due fra i suoi film più popolari: La segretaria privata (1931) e Seconda B (1934).

Fu vicino al regime fascista con film come Cavalleria del 1936, Luciano Serra pilota del 1938 (Coppa Mussolini per il miglior film italiano al Festival di Venezia) e Giarabub del 1942.

Nel 1935 sposò Anna Magnani, con cui ebbe una relazione tormentata e che diresse nel già citato Cavalleria (1936) e, una quindicina d'anni più tardi, in Camicie Rosse, film che però Alessandrini non portò a termine e che fu ultimato da un giovane aiuto regista di talento: Francesco Rosi. Pur non avendola mai sposata ebbe due figlie dall'attrice Regina Bianchi.

Nel 1952 tornò in Egitto ma non vi rimase molto a lungo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27261588 LCCN: no99028349