Cavalleria (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cavalleria
Cavalleria 1936.jpg
Foto di scena (al centro: Elisa Cegani e Amedeo Nazzari)
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1936
Durata 88 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Goffredo Alessandrini
Soggetto Oreste Biancoli, Salvator Gotta
Sceneggiatura Oreste Biancoli, Fulvio Palmieri, Aldo Vergano, Goffredo Alessandrini, Salvator Gotta
Produttore ICI
Produttore esecutivo Angelo Besozzi
Fotografia Václav Vích
Montaggio Giorgio Simonelli
Scenografia Gastone Medin
Costumi Gino Carlo Sensani
Interpreti e personaggi
Premi

Cavalleria è un film del 1936 diretto da Goffredo Alessandrini


Trama[modifica | modifica sorgente]

Torino 1901. Il conte di Frasseneto rischia la rovina economica a causa di alcuni investimenti andati male. La figlia Speranza rinuncia all'amore del sottotenente di cavalleria Umberto Solaro per sposare un barone austriaco e salvare così la famiglia. Il matrimonio comporta il dolore aggiuntivo di lasciare Torino L'ufficiale che tenta inutilmente di dimenticare il suo amore diventa campione di equitazione, ma, alla morte del cavallo Mughetto avvenuta durante una gara, si arruola nell'aviazione. Scoppia la prima guerra mondiale Umberto Solaro è ormai un asso dell'aeronautica. Troverà la morte durante una difficile missione in cui il suo aereo viene abbattuto. Il grande dolore dei compagni di reggimento che lo hanno sempre ammirato si unisce al pianto di Speranza Frasseneto.

Stampa[modifica | modifica sorgente]

  • Cavalleria si regge sull'interpretazione,singolarmente efficace e ben affiatata nell'insieme, sulla bella fotografia, su quello stile pacato e simpatico e simpatico che è caratteristico di Goffredo Alessandrini [...] Amedeo Nazzari, questo eccellente interprete, rivelatosi in un brutto film Ginevra degli Almieri si afferma con questa sua seconda fatica cinematografica come il più interessante dei nostri primi attori dello schermo. (G.Setti, in "Il Lavoro, 29 agosto 1936)
  • La presentazione di Cavalleria al Lido avvenne in una seratona. Applausi frequenti, caldi e convinti, salautarono un altro bel film italiano, ma salutavano soprattutto un giovane nostro regista che in questo film dà la convincente misura di una maturità rapidamente raggiunta. (M.Cromo, in "La Stampa, 22 ottobre 1936)

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Anna Magnani, giovane artista allora emergente, il 3 ottobre 1935 sposa il regista Goffredo Alessandrini, con cui nel 1936 gira Cavalleria nel ruolo della canzonettista Fanny.
  • Nel 1935, Amedeo Nazzari è notato da Elsa Merlini che gli offre una parte nel film che sta per girare, Ginevra degli Almieri. La pellicola non avrà successo e Nazzari tornerà al teatro. Ancora una volta sarà un'attrice, Anna Magnani, a intuire le sue doti e insiste con suo marito affinché Amedeo faccia parte del cast di Cavalleria. La sua prestanza fisica, arricchita dal fascino della divisa, diventa la principale attrazione del film che, presentato a Venezia alla Mostra del Cinema e poi proiettato in tutte le sale d'Italia, diventerà uno dei maggiori incassi del 1936.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema