Giuseppe Maria Sensi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Maria Sensi
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato 27 maggio 1907, Cosenza
Ordinato presbitero 21 dicembre 1929
Consacrato arcivescovo 24 luglio 1955 dal cardinale Valerio Valeri
Creato cardinale 24 maggio 1976 da papa Paolo VI
Deceduto 26 luglio 2001, Roma

Giuseppe Maria Sensi (Cosenza, 27 maggio 1907Roma, 26 luglio 2001) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Cosenza il 27 maggio 1907.

Papa Paolo VI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 24 maggio 1976.

Fu nunzio apostolico presso la Repubblica di Costa Rica dal 1955 al 1957, delegato apostolico in Palestina dal 1957 al 1962 ed, infine, nunzio apostolico in Irlanda e Portogallo fino al 1976.

Morì il 26 luglio 2001 all'età di 94 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Arcivescovo titolare di Sardi Successore Archbishop CoA PioM.svg
Giovanni Urbani 21 maggio 1955 - 24 maggio 1976 sede vacante
Predecessore Nunzio apostolico in Costa Rica Successore Emblem Holy See.svg
Paul Bernier 21 maggio 1955 - 12 gennaio 1957 Gennaro Verolino
Predecessore Delegato apostolico in Gerusalemme e Palestina Successore Emblem Holy See.svg
Silvio Angelo Pio Oddi 12 gennaio 1957 - 10 maggio 1962 Lino Zanini
Predecessore Nunzio apostolico in Irlanda Successore Emblem Holy See.svg
Antonio Riberi 10 maggio 1962 - 8 luglio 1967 Joseph Francis McGeough
Predecessore Nunzio apostolico in Portogallo Successore Emblem Holy See.svg
Maximilien de Fürstenberg 8 luglio 1967 - 1976 Angelo Felici
Predecessore Cardinale diacono dei Santi Biagio e Carlo ai Catinari Successore CardinalCoA PioM.svg
Luigi Raimondi 24 maggio 1976 - 22 giugno 1987 Angelo Felici
Predecessore Cardinale presbitero della Regina Apostolorum Successore CardinalCoA PioM.svg
Ermenegildo Florit 22 giugno 1987 - 26 luglio 2001 Virgilio Noè