Geografia dell'Iraq

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 33°00′N 44°00′E / 33°N 44°E33; 44

1leftarrow.pngVoce principale: Iraq.

Mappa dell'Iraq

L'Iraq, stato dell'Asia occidentale situato alla radice della penisola araba, confina a nord con la Turchia, a ovest con Siria e Giordania, a sud con Arabia Saudita e Kuwait, a est con l'Iran e si affaccia sul Golfo Persico. Nella parte occidentale si trova un lembo del tavolato arabico e una parte del deserto Siriaco, entrambi attraversati dal corso dell'Eufrate e con al centro la Mesopotamia, una grande pianura alluvionale. Essa è formata dai depositi dei due fiumi maggiori, il Tigri e l'Eufrate (rispettivamente 1.400 km e 1.100 km) che confluiscono, prima di sfociare nel Golfo Persico, nello Shatt al-'Arab. Le acque dei due fiumi sono intensamente utilizzate a scopo irriguo, infatti rappresentano la base per lo sfruttamento agricolo del suolo e per lo stesso insediamento umano.

La parte a nord-est del paese è occupata da una serie di catene montuose, appartenenti al sistema degli Zagros. La vetta più elevata è il Keli Haji Ibrahim, 3.600 m s.l.m..

I laghi più importanti sono: l'Hawr al Hammar (1.950 km²), il Buhayrat ath Thartar (1.500 km²), Bahr al Milh (1.000 km²).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]