Florence Devouard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Florence Nibart-Devouard

Florence Nibart-Devouard (Versailles, 10 settembre 1968) è un'ingegnere francese, ex presidentessa del Consiglio di amministrazione della Wikimedia Foundation.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce a Versailles in Francia ma è cresciuta a Grenoble. Ha vissuto in molte altre città francesi, ad Anversa in Belgio ed in Arizona negli Stati Uniti. Dal 2005 risiede a Clermont-Ferrand in Francia. È sposata con Bertrand Devouard e ha tre bambini, William (nato nel 1996), Anna-Gaîlle (nata nel 1998) e Thomas (nato nel 2006).

Florence Devouard è laureata in ingegneria agricola ed industrie alimentari dell'ENSAIA, possiede un diploma di Studio Avanzato (DEA) in genetica e nelle biotecnologie ottenuta all'INPL. Ha lavorato nella ricerca pubblica, prima nel campo del miglioramento genetico, successivamente in microbiologia studiando il suolo inquinato. Ultimamente venne impiegata per una ditta francese dove disegnava attrezzi agricoli.

Membro impegnato del progetto di Wikipedia, è stata citata per aver detto che "è possibile che un giorno sarò più orgogliosa di Wikipedia che dei bambini"[1]. Contribuisce ai vari progetti della fondazione con il nickname "Anthere".

Si è impegnata molto nella creazione e strutturazione della Wikimedia Foundation; è stata vicepresidentessa del consiglio d'amministrazione nel 2004, e nell'ottobre 2006 è diventata presidentessa della Wikimedia Foundation in sostituzione di Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia ed oramai presidente onorario.

Il 16 giugno 2008 è stata insignita cavaliere dell'Ordine Nazionale al Merito[2]. La medaglia le è stata conferita ufficialmente il 17 dicembre 2008 da Éric Besson.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine Nazionale al Merito - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Nazionale al Merito
— 16 giugno 2008

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ John Follain, A Life In The Day: Florence Devouard in Sunday Times, 8 luglio 2007. URL consultato il 12 agosto 2010.
  2. ^ Décret du 16 mai 2008 portant promotion et nomination. URL consultato il 12 agosto 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 201174911