Ferrovia Lecco-Bergamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lecco-Bergamo
Ferr Lecco-Bergamo mappa.png
Stati attraversati Italia Italia
Lunghezza 33 km
Apertura 1863
Gestore RFI
Precedenti gestori SFLIC (1863-1866)
SFAI (1866-1885)
Società Meridionale (1885-1905)
FS (1905-2001)
Scartamento 1435 mm
Elettrificazione 3000 V CC
Ferrovie

La ferrovia Lecco-Bergamo è una linea ferroviaria di proprietà statale a scartamento ordinario che unisce le città lombarde di Lecco e Bergamo.

La gestione dell'infrastruttura e degli impianti ferroviari è affidata a RFI SpA, società del gruppo Ferrovie dello Stato, che qualifica la linea come complementare[1].

Il servizio passeggeri è svolto da treni regionali Trenord.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La linea fu costruita dalla Società delle Strade Ferrate della Lombardia e dell'Italia Centrale e aperta al traffico il 4 novembre 1863[2].

Dal 1873 il tronco Lecco-Calolziocorte viene utilizzato anche dalla linea Monza-Lecco[3].

Dal 1889, con il completamento della tratta Carnate-Ponte San Pietro, il tronco Bergamo-Ponte San Pietro viene utilizzato anche dalla linea Seregno-Bergamo.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La linea è una ferrovia a scartamento ordinario da 1435 mm e a binario semplice, tranne la tratta Lecco-Calolziocorte, comune con la ferrovia Monza-Lecco, a doppio binario.

La linea è elettrificata con tensione da 3000 volt in corrente continua.

Dal punto di vista della circolazione ferroviaria, la linea è esercita in regime di Dirigenza Locale.

Percorso[modifica | modifica sorgente]

Stazioni e fermate
BSicon CONTg.svg linea per Tirano
BSicon BHF.svg 32+933 Lecco
Unknown route-map component "dWASSERq" Small bridge over water Unknown route-map component "dWASSERq"
fiume Caldone
Continuation to left Junction to right
linea per Como e per Monza via Molteno
Unknown route-map component "KRW+l" Unknown route-map component "KRWgr"
Non-passenger station/depot on track Station on track
29+713 Lecco Maggianico
Unknown route-map component "KRWl" Unknown route-map component "KRWg+r"
BSicon HST.svg 27+515 Vercurago-San Girolamo
BSicon BHF.svg 26+046 Calolziocorte-Olginate termine doppio binario
Continuation to left Junction to right
linea per Milano
BSicon BHF.svg 17+956 Cisano-Caprino Bergamasco
BSicon TUNNEL2.svg
BSicon HST.svg 14+766 Pontida
BSicon BHF.svg 11+572 Ambivere-Mapello
Continuation to left Junction from right
linea per Seregno
BSicon BHF.svg 7+742 Ponte San Pietro
Unknown route-map component "dWASSERq" Small bridge over water Unknown route-map component "dWASSERq"
fiume Brembo
BSicon eHST.svg Curno
Continuation to left Junction from right
linea per Milano
Station on track Unknown route-map component "exKBHFa"
0+000 Bergamo
Unknown route-map component "eKRWgl" Unknown route-map component "exKRWg+r"
raccordo
Unknown route-map component "d" Straight track Unknown route-map component "exSPLal" Unknown route-map component "exdvCONTfq"
linee FVB per Clusone († 1967) e FVB per Piazza Brembana († 1966)
BSicon CONTf.svg linea per Brescia

Traffico[modifica | modifica sorgente]

Il traffico è composto esclusivamente da treni regionali Trenord serventi la direttrice LeccoBergamo, con fermata in tutte le stazioni esclusa Lecco Maggianico. La fermata a Vercurago è effettuata da un numero limitato di convogli.

Il servizio prevede un treno ogni ora lungo l'arco della giornata, presente sia nei giorni feriali sia in quelli festivi.

La partenza è fissata al minuto .12 da Lecco dalle 7 alle 21 e al minuto .08 da Bergamo dalle 7 alle 21. L'incrocio è previsto di norma a Cisano-Caprino Bergamasco.

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giancarlo Ganzerla, Binari sul Garda - Dalla Ferdinandea al tram: tra cronaca e storia, Brescia, Grafo, 2004. ISBN 8873856330.
  • Giulio Leopardi, Carlo Ferruggia; Luigi Martinelli, Treni e tramvie della bergamasca, 1ª ed., Clusone, Cesare Ferrari Editore, 1988.
  • Sergio Zaninelli, Le ferrovie in Lombardia tra Ottocento e Novecento, Milano, Edizioni Il Polifilo, 1995. ISBN 8870501957.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]