Ferrovia Lecco-Bergamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lecco-Bergamo
Ferr Lecco-Bergamo mappa.png
Stati attraversati Italia Italia
Lunghezza 33 km
Apertura 1863
Gestore RFI
Precedenti gestori SFLIC (1863-1866)
SFAI (1866-1885)
Società Meridionale (1885-1905)
FS (1905-2001)
Scartamento 1435 mm
Elettrificazione 3000 V CC
Ferrovie

La ferrovia Lecco-Bergamo è una linea ferroviaria di proprietà statale a scartamento ordinario che unisce le città lombarde di Lecco e Bergamo.

La gestione dell'infrastruttura e degli impianti ferroviari è affidata a RFI SpA, società del gruppo Ferrovie dello Stato, che qualifica la linea come complementare[1].

Il servizio passeggeri è svolto da treni regionali Trenord.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La linea fu costruita dalla Società delle Strade Ferrate della Lombardia e dell'Italia Centrale e aperta al traffico il 4 novembre 1863[2].

Dal 1873 il tronco Lecco-Calolziocorte viene utilizzato anche dalla linea Monza-Lecco[3].

Dal 1889, con il completamento della tratta Carnate-Ponte San Pietro, il tronco Bergamo-Ponte San Pietro viene utilizzato anche dalla linea Seregno-Bergamo.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La linea è una ferrovia a scartamento ordinario da 1435 mm e a binario semplice, tranne la tratta Lecco-Calolziocorte, comune con la ferrovia Monza-Lecco, a doppio binario.

La linea è elettrificata con tensione da 3000 volt in corrente continua.

Dal punto di vista della circolazione ferroviaria, la linea è esercita in regime di Dirigenza Locale.

Percorso[modifica | modifica sorgente]

Stazioni e fermate
BSicon CONTg.svg linea per Tirano
BSicon BHF.svg 32+933 Lecco
Unknown route-map component "dWASSERq" Small bridge over water Unknown route-map component "dWASSERq"
fiume Caldone
Continuation to left Junction to right
linea per Como e per Monza via Molteno
Unknown route-map component "KRW+l" Unknown route-map component "KRWgr"
Non-passenger station/depot on track Station on track
29+713 Lecco Maggianico
Unknown route-map component "KRWl" Unknown route-map component "KRWg+r"
BSicon HST.svg 27+515 Vercurago-San Girolamo
BSicon BHF.svg 26+046 Calolziocorte-Olginate termine doppio binario
Continuation to left Junction to right
linea per Milano
BSicon BHF.svg 17+956 Cisano-Caprino Bergamasco
BSicon TUNNEL2.svg
BSicon HST.svg 14+766 Pontida
BSicon BHF.svg 11+572 Ambivere-Mapello
Continuation to left Junction from right
linea per Seregno
BSicon BHF.svg 7+742 Ponte San Pietro
Unknown route-map component "dWASSERq" Small bridge over water Unknown route-map component "dWASSERq"
fiume Brembo
BSicon eHST.svg Curno
Continuation to left Junction from right
linea per Milano
Station on track Unknown route-map component "exKBHFa"
0+000 Bergamo
Unknown route-map component "eKRWgl" Unknown route-map component "exKRWg+r"
raccordo
Unknown route-map component "d" Straight track Unknown route-map component "exSPLal" Unknown route-map component "exdvCONTfq"
linee FVB per Clusone († 1967) e FVB per Piazza Brembana († 1966)
BSicon CONTf.svg linea per Brescia

Traffico[modifica | modifica sorgente]

Il traffico è composto esclusivamente da treni regionali Trenord serventi la direttrice LeccoBergamo, con fermata in tutte le stazioni esclusa Vercurago.

Il servizio prevede un treno ogni ora lungo l'arco della giornata, presente sia nei giorni feriali sia in quelli festivi.

La partenza è fissata al minuto .12 da Lecco dalle 7 alle 21 e al minuto .08 da Bergamo dalle 7 alle 21. L'incrocio è previsto di norma a Cisano-Caprino Bergamasco.

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giancarlo Ganzerla, Binari sul Garda - Dalla Ferdinandea al tram: tra cronaca e storia, Brescia, Grafo, 2004. ISBN 8873856330.
  • Giulio Leopardi, Carlo Ferruggia; Luigi Martinelli, Treni e tramvie della bergamasca, 1ª ed., Clusone, Cesare Ferrari Editore, 1988.
  • Sergio Zaninelli, Le ferrovie in Lombardia tra Ottocento e Novecento, Milano, Edizioni Il Polifilo, 1995. ISBN 8870501957.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]