Eudamida III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Eudamida II
Re di Sparta
In carica Dal 241 a.C. al 228 a.C.
Predecessore Agide IV
Successore Archidamo V
Nome completo Εὐδαμίδας
Morte Sparta, 228 a.C.
Casa reale Euripontidi
Padre Agide IV
Madre Agiatide

Eudamida III (in greco antico Εὐδαμίδας, traslitterato in Eudamìdas; Sparta, 241 a.C.228 a.C.) fu re di Sparta della dinastia Euripontide dal 241 al 228 a.C..

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Eudamida III era il figlio del re Agide IV e di Agiatide.

Alla morte del padre, fatto uccidere per ordine degli efori e dell'altro re Leonida II,[1] Eudamida, che secondo la testimonianza di Plutarco era appena nato, assunse il titolo di re.[2]

Morì nel 228 a.C. quando era ancora un ragazzo. Secondo Pausania, fu avvelenato da Cleomene III, figlio di Leonida II.[3]

Genealogia[modifica | modifica sorgente]

Albero genealogico secondo Plutarco:

Archidamia
Archidamo IV
Agesistrata
Eudamida II
Agiatide
Agide IV
Archidamo V
Eudamida III

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Plutarco, Vita di Agide, 19-20.
  2. ^ Plutarco, Vita di Cleomene, 1.
  3. ^ Pausania, Descrizione della Grecia, 2, 9, 1.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie
Predecessore Re Euripontide di Sparta Successore
Agide IV 241-228 a.C. Archidamo V