eMule

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Emule)
eMule
Logo
eMule 0.50a
eMule 0.50a
Sviluppatore Hendrik Breitkreuz
Ultima versione 0.50a (7 aprile 2010)
Sistema operativo Microsoft Windows
Linguaggio C++
Genere Peer-to-peer
Licenza GPL
(Licenza libera)
Sito web www.emule-project.net

eMule è un software applicativo open source dedicato alla condivisione file appoggiandosi su una rete peer to peer e scritto in linguaggio di programmazione C++ per il sistema operativo Microsoft Windows.

Utilizza i network peer to peer eDonkey e Kad, quest'ultimo basato su un'implementazione del protocollo di rete Kademlia. Ha tra i suoi punti di forza la semplicità e la pulizia dell'interfaccia grafica, la localizzazione in più di quaranta lingue, una vasta ed attiva comunità di utenti che mantengono vivo il progetto.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome eMule è stato scelto per due motivi:

  • Sottolinea la somiglianza con il programma eDonkey. Infatti il termine inglese donkey significa asino mentre il termine inglese mule significa mulo (La e iniziale di eDonkey ed eMule indica il termine inglese electronic, ovvero elettronico).
  • Gioco di parole che evidenzia il fatto che eMule emula il funzionamento di eDonkey.

In Italia spesso viene indicato semplicemente con il termine mulo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

eMule 0.01

Il progetto eMule nasce il 13 maggio 2002 grazie al programmatore tedesco Hendrik Breitkreuz, conosciuto come Merkur, insoddisfatto del client eDonkey. Merkur radunò intorno a sé altri sviluppatori con lo scopo di creare un programma eDonkey-compatibile ma con molte più funzioni. Il programma si afferma rapidamente come client di punta sulla rete grazie alle sue caratteristiche innovative.

Il 7 luglio 2002 viene rilasciato su Sourceforge il solo sorgente della prima versione. Ma la versione effettivamente utilizzabile uscirà il 9 agosto.

eMule e sistemi Microsoft Windows[modifica | modifica wikitesto]

eMule nasce come programma per sistemi Windows. Le versioni della serie 0.20 funzionavano solo su sistemi Windows 2000 e Windows XP, ma già dalla versione 0.21a3 il programma è funzionante su sistemi Windows 98 ed Windows ME.

La compatibilità con Windows Vista arriva a cinque anni dalla nascita di eMule con la versione 0.48a.

eMule su altri sistemi operativi[modifica | modifica wikitesto]

eMule è sviluppato ufficialmente solo per i sistemi operativi Windows, ma può essere utilizzato anche su Linux e Mac OS X sfruttando Wine, un software in grado di eseguire le applicazioni per Windows su altri sistemi operativi. La compatibilità, tuttavia, non è completa e pertanto eMule può subire rallentamenti o crash, specialmente durante un uso intensivo.

Il programma aMule, disponibile per Linux e Mac OS X, è nato per risolvere questi problemi di compatibilità.

Eventi di rilievo nella storia di eMule
  • 7 luglio 2002: prima versione rilasciata su SourceForge (solo sorgente)
  • 9 agosto 2002: prima versione effettivamente utilizzabile sul network
  • 14 settembre 2002: versione 0.19a (prima versione popolare che introduce il sistema dei crediti)
  • 28 settembre 2002: vengono introdotte delle complete e dettagliate statistiche, una novità sul network eDonkey; purtroppo le versioni della serie 0.20 funzionano solo su sistemi Windows 2000 ed XP;
  • 13 ottobre 2002: versione 0.21a (supporto a Windows 98 e Windows ME)
  • 15 marzo 2003: viene ripreso lo sviluppo della versione serverless (Inizialmente si puntava a creare un client compatibile con la rete Overnet, successivamente il 30 agosto 2003 questa ipotesi viene abbandonata per poter essere liberi di decidere come sviluppare la nuova rete, senza doversi adeguare ad altri. Con questa decisione esce la versione 0.30a e parallelamente comincia la sviluppo della versione 0.40 che integra la rete Kademlia)
  • 4 settembre 2004: versione 0.44a (introduzione del supporto Unicode e di un secondo sistema di Hash da incorporare nei link ed2k per migliorare il controllo della corruzione dati durante la trasmissione)
  • 6 febbraio 2005: versione 0.45a
  • 12 febbraio 2005: versione 0.45b
  • 5 maggio 2005: versione 0.46a
  • 5 luglio 2005: versione 0.46b (introdotto il supporto per le "collezioni", piccoli file contenenti le informazioni necessarie a scaricarne altri. L'implementazione è diversa e quindi non compatibile rispetto a quella del client eDonkey. È possibile inoltre, durante la ricerca su server, effettuare un'interrogazione per ottenere una lista di file correlati o pertinenti)
  • 26 luglio 2005: versione 0.46c
  • 26 gennaio 2006: versione 0.47a
  • 22 febbraio 2006: i celebri server Razorback 2.0 e Razorback 2.1 (insieme ad altri meno noti) vengono chiusi dalla polizia belga e l'amministratore, residente in Svizzera, viene arrestato
  • 8 settembre 2006: versione 0.47b (introdotto Protocollo Offuscato che permette di aggirare i filtri P2P di alcuni ISP)
  • 14 settembre 2006: versione 0.47c
  • 1 maggio 2007: versione 0.48a beta 1
  • 10 maggio 2007: versione 0.48a beta 2
  • 13 maggio 2007: versione 0.48a (risolta incompatibilità con Windows Vista)
  • settembre-ottobre 2007: chiusura dei celebri server Donkey, Big Bang e Byte Devils a causa di una serie di azioni legali da parte delle major discografiche in Francia, Paesi Bassi e Germania
  • 15 aprile 2008: versione 0.49a beta1
  • 30 aprile 2008: versione 0.49a beta2
  • 6 maggio 2008: versione 0.49a beta3
  • 11 maggio 2008: versione 0.49a
  • 2 agosto 2008: versione 0.49b
  • 22 febbraio 2009: versione 0.49c
  • 11 marzo 2010: versione 0.50a beta1
  • 19 marzo 2010: versione 0.50a beta2
  • 28 marzo 2010: versione 0.50a beta3
  • 7 aprile 2010: versione 0.50a

I network[modifica | modifica wikitesto]

Il network è un protocollo di comunicazione attraverso il quale un programma p2p una volta interfacciato riesce ad eseguire delle operazioni in rete come la ricerca o il download di un file non solo su Internet (altri computer connessi), ma anche sullo stesso computer e su computer della rete locale.

Il network eDonkey[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi eDonkey.

La rete eDonkey detta anche ed2k è stato il primo network supportato da eMule. Ha struttura composta da client e server.

  1. I file condivisi presenti nel network non risiedono nei vari server, ma sui client stessi e lo scambio avviene sempre tra client e client.
  2. I server sono deputati all'accesso alla rete peer to peer per la ricerca dei file e l'identificazione dei client in cui risiede la risorsa da scaricare.
  3. L'indice dei file condivisi da un client viene inviato al server di accesso alla rete durante la connessione tra i due.

I server[modifica | modifica wikitesto]

I server sono solo dei database che indicizzano i file e gestiscono le connessioni tra gli utenti. In ed2k non è presente un unico repository, ma molti, che distribuiscono il carico tra loro e comunicano fra loro. Sono gestiti da volontari che li mantengono a proprie spese.

I client[modifica | modifica wikitesto]

Con client si intende un qualsiasi programma in grado di interfacciarsi con la rete server di eDonkey. Non esiste solo eMule ma anche molti altri, tra i più famosi vi sono eDonkey e Shareaza. Da segnalare anche aMule, versione Linux di eMule. Da una costola di eMule è poi nato eMule Plus, a partire dal rilascio della versione 0.30, client compatibile con tutti i sistemi operativi Windows. Vi sono molteplici differenze tra i due client, la principale differenza tra i due client è l'assenza del network Kad (implementazione di Kademlia). Il team sviluppatore di eMule Plus ha rilasciato la versione 1.2d, con supporto unicode, il 18 maggio 2008.

Un client si connette ad un solo server alla volta sufficiente per eseguire una ricerca su tutti i server presenti nella rete, in quanto comunicano fra di loro.

Il programma riprende i download/upload che erano in corso, non appena è di nuovo disponibile una connessione Internet. Se il nodo ha una connessione always-on, è necessario prolungare (o eliminare) l'intervallo di tempo prima dell'entrata in stand-by, che interrompe la connessione.

Il FileHash[modifica | modifica wikitesto]

Il FileHash serve ad identificare in modo univoco un file nel network e viene calcolato da eMule utilizzando l'algoritmo MD4. Per i file di dimensione minore di 4 Gigabyte il FileHash è di 32 cifre esadecimali mentre i file di dimensione maggiore hanno un FileHash esteso.

I link eD2K[modifica | modifica wikitesto]

Un «link eD2K» è un collegamento utilizzato dai client eDonkey per effettuare il download di un file. La sua struttura di base è la seguente:

ed2k://|file|nome_del_file|lunghezza_in_byte|hash_di_32_cifre_esadecimali|/

L'univocità di un file nella rete è garantita dall'accoppiamento di «Lunghezza in byte» con l'«Hash di 32 cifre esadecimali».

Il network Kad[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kademlia.

Basato sulla rete Kademlia, il network Kad è una rete priva di server, presente dalla versione 0.42 di eMule, concepita per distribuire il carico di lavoro a tutti i client connessi invece che ad un unico server centrale. È in grado di svolgere le medesime funzioni di eDonkey.

La connessione alla rete, detta procedura di bootstrap, avviene contattando gli altri client che assegnano lo stato open nel caso siano contattati liberamente oppure lo stato di firewalled se la comunicazione risulta filtrata.

A partire da eMule 0.44a è presente la funzione buddy, grazie alla quale un client firewalled riesce a comunicare nella rete appoggiandosi ad uno di tipo open.

Nella versione 0.47a è stata introdotta la nuova rete Kad 2.0, resa definitiva nella versione 0.47c.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

ID[modifica | modifica wikitesto]

Calcolo dell'ID del server (formula valida solo per id alto). Dato un IP:

A.B.C.D

Si ha che:

A + 256 \cdot B + 256 \cdot 256 \cdot C + 256 \cdot 256 \cdot 256 \cdot D

Se l'id è basso, il server assegna un numero casuale inferiore a 16777216.

Per controllare più agevolmente lo stato dell'id, si controllano le frecce in diagonale poste sul piccolo globo azzurro posizionato nella barra di stato del proprio client, in basso a destra:

  • La freccia inferiore sinistra indica il collegamento al server, quella superiore destra indica il collegamento alla rete kad.
  • La freccia rossa indica: non connesso.
  • La freccia verde indica: connesso con id alto.
  • La freccia gialla indica: connesso con id basso (firewalled per la rete kad).

NB: da non confondersi con le frecce poste in verticale, rosse o verdi, che indicano un'attività/inattività di download/upload.

Situazione italiana riguardo all'id[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la situazione italiana sull'ID, ovvero le cause di ID basso/alto, modificabile o no; ID basso è causato da:

  • Firewall: impostare il firewall, ovvero mettere emule fra le sue eccezioni (difficoltà bassa). NB: Windows XP e Windows Vista hanno un firewall proprio, alcuni antivirus hanno anche una funzione firewall.
  • Router: impostare il router (difficoltà medio-alta).
  • Fastweb: problema risolvibile in parte tramite mod eMule AdunanzA, in questo caso si può ottenere id alto su KADU (impostando il firewall) ma non su server (difficoltà bassa), altrimenti si può ottenere ID alto con ogni versione di Emule richiedendo al servizio assistenza clienti l'assegnazione gratuita di un IP pubblico .
  • Gprs/UMTS/hsdpa (gestori H3G e Vodafone): fino a questo momento irrisolvibile (unica eccezione: Vodafone Station).
  • Vodafone Station: si può ottenere id alto attivando l'UPnP da Impostazioni -> Avanzate. Impostando in Firewall -> Port Forwarding, le porte che utilizza emule (in questo modo si avrà ID alto sia con cavo lan che in wi-fi).
  • Gprs/UMTS/EDGE/hsdpa (gestori Wind e TIM): spesso basta impostare il firewall (per ottenere id alto).
  • Adsl via satellite: irrisolvibile.
  • Adsl via antenna a onde radio (w-adsl,adsl wireless,w-lan,wi-fi): dipende dal gestore(e dal tipo di tecnologia): apre le porte di comunicazione dopo richiesta (ed eventuale sovrapprezzo), ma non sempre.
  • Connessione internet derivata da un altro pc, connessione internet condivisa: dal pc che permette la condivisione si aprono le porte di comunicazione per l'altro pc.
  • Wimax: stanno assegnando (forse) le frequenze, quindi sarà una nuova connessione disponibile in futuro.
  • Filtri ip (e peer guardian): usando filtri ip che si trovano su internet, molti server danno id basso se non viene selezionata l'opzione: "filtra anche i server" (questi filtri possono anche sbagliarsi sul conto degli ip filtrati)

NB: nonostante i sospetti/certezze di filtraggio da parte dei gestori, l'ID basso dipende quasi sempre dalle cause sopracitate. Attivare l'Offuscamento del Protocollo NON è una possibile soluzione di ID basso, in quanto la funzione cerca solo di mascherare i dati trasmessi. Prima di colpevolizzare e accusare i gestori è quindi opportuno controllare le situazioni sopra citate.

Collezioni[modifica | modifica wikitesto]

Presente in eMule dalla versione 0.46b le collezioni sono dei file con estensione .emulecollection normalmente condivisi come qualsiasi altro tipo di file. Una collezione è composta da un insieme di link eD2k ha quindi dimensioni molto contenute ed il suo download è quasi sempre immediato.

Commenti[modifica | modifica wikitesto]

I commenti sono una funzione molto utile per mezzo della quale una persona può far sapere alle altre il proprio giudizio sulla qualità del file condiviso o scaricato.

I commenti si compongono di una valutazione compresa fra quelle elencate nella seguente tabella, il nome del file giudicato, l'autore del commento e il testo vero e proprio.

Spesso però i commenti non sono rivolti alla qualità del file, bensì a pareri personali sul contenuto di esso (ad esempio se un clip video piace o meno, non tenendo conto della qualità audio/video). Possono anche contenere messaggi che inducono al download di altri file, spesso guide su come velocizzare eMule e comunque del tutto inutili (se non dannosi).

Tuttavia questo sistema può essere comodo per l'utente che può controllare se sta veramente scaricando ciò che vuole (alcuni buontemponi rinominano i file per prendersi gioco degli altri utenti) e se qualitativamente è valido.

Icona Significato
Emule FileRating 0 NotRated.gif Non Votato
Emule FileRating 5 Excellent.gif Ottimo
Emule FileRating 4 Good.gif Buono
Emule FileRating 3 Fair.gif Sufficiente
Emule FileRating 2 Poor.gif Mediocre
Emule FileRating 1 Invalid Corrupt Fake.gif Non Valido / Corrotto / Fake

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

I crediti sono uno dei modificatori per il calcolo del punteggio nella coda di upload. In eMule un client accumula crediti verso un altro client in base alla quantità di dati scambiati reciprocamente e variano da 1 a 10 calcolati con le seguenti formule:

  1. C=\frac{B_i \cdot 2}{B_r}
  2. C=\sqrt{MB_i + 2}

dove:

  • C rappresenta i crediti;
  • B_i indica i byte inviati;
  • B_r indica i byte ricevuti;
  • MB_i i Mbyte inviati.

eMule assegnerà i crediti scegliendo il risultato minore tra le due precedenti formule.

Nota: Qualche mod di eMule fa scaricare pochi kB e poi blocca l'invio del file, cercando di guadagnare gli stessi crediti rispetto ai client "leali" (che fanno scaricare l'intera parte). Per questo motivo, nella versione 0.48a è stato modificato il calcolo dei crediti da riconoscere agli altri utenti per i primi 9 MB ricevuti, non permettendo questa ingiustizia.

Proteggersi dai "falsi"[modifica | modifica wikitesto]

Per difendersi dalle cosiddette fake, vi sono una serie di accorgimenti:

  • leggere i commenti del file;
  • controllare il nome dato al file dalle varie fonti. Ogni utente IP identificherà il file con un nome diverso;
  • nel caso di file audio o video, osservare la durata del filmato o traccia audio nei risultati della ricerca fatta, in modo da capire subito se è esattamente ciò si desidera scaricare oppure un fake, e visualizzare un'anteprima, mentre il download non è ancora completato (spesso occorre che sia stato scaricato un frammento iniziale del file);
  • consultare un database dedicato come donkeyfakes.net.

Priorità di upload[modifica | modifica wikitesto]

La priorità di upload di un file condiviso descrive il livello di importanza di condivisione, può essere impostato manualmente oppure in automatico da eMule. Il variare del valore associato va a modificare il punteggio nella coda di upload. Queste sono le proprietà ed i valori utilizzati da eMule:

Release 1,8
Alta 0,9
Normale 0,7
Bassa 0,6
Molto Bassa 0,2

Coda di upload[modifica | modifica wikitesto]

I download in eMule funzionano grazie ad un meccanismo di code. Ogni richiesta di upload è posta in una "lista d'attesa" propria di ogni eMule alla quale viene assegnato un punteggio calcolato:

 \mbox{punteggio} = \mbox{tempo di attesa} \times \mbox{priorit}\grave{\mbox{a}} \mbox{ del file} \times \mbox{crediti}

Il tempo di attesa (espresso in secondi) indica da quanto tempo un client è entrato in coda per il download di un file.

Esempio di 2 client che si trovano in coda fra di loro da 20 minuti, senza crediti fra loro: il primo ha il file in priorità release, l'altro ha lo stesso file ma in priorità bassa (naturalmente hanno tutti e 2 il file incompleto):

  1. punteggio del client col file in prio. release che richiede il file (dell'altro client) in prio. bassa: 1200 * 0,6 * 1 = 720
  2. punteggio del client col file in prio. bassa che richiede il file (dell'altro client) in prio. release: 1200 * 1,8 * 1 = 2160

Si può notare che più si rimane connessi e più il punteggio aumenta.

Comunque è meglio lasciar gestire le priorità a emule in automatico e usare la priorità release per file più unici che rari.

Priorità di download[modifica | modifica wikitesto]

eMule assegna le fonti A4AF ad un file in base alla sua priorità. Vi sono 9 livelli distinti di priorità determinati dalla priorità della categoria e del file.

Priorità finale Priorità della categoria Priorità del file
1 Alta Alta
2 Alta Normale
3 Alta Bassa
4 Normale Alta
5 Normale Normale
6 Normale Bassa
7 Bassa Alta
8 Bassa Normale
9 Bassa Bassa

Fonti A4AF[modifica | modifica wikitesto]

Durante il download di un file eMule può essere in coda solamente per un file alla volta, se un client possiede più file tra quelli scaricati. eMule utilizza quindi le fonti A4AF Asked For Another File cioè Contattato Per Un Altro File per entrare nella coda di un file quando il download del precedente è terminato.

La gestione delle fonti A4AF è basata sul meccanismo delle Priorità di download.

I.C.H. e A.I.C.H.[modifica | modifica wikitesto]

  • l'I.C.H. e l'A.I.C.H. (Intelligent Corruption Handling e Advanced Intelligent Corruption Handling) che in presenza di corruzione dei dati ricevuti permette al client di effettuare il controllo e l'eventuale download di blocchi della dimensione di 180KB (contro i 9,28MB che formano un chunk completo)

Offuscamento del protocollo[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema dell'offuscamento è disponibile a partire dalla versione 0.47b. Questo sistema spedisce in modo random i dati permettendo di aggirare in qualche modo i filtri utilizzati da alcuni provider che limitano il Peer2Peer (In Italia, fino al termine del 2006, l'unico gestore che ammetteva di aver predisposto alcune limitazioni in situazioni di elevato traffico era Libero[1]) consentendo agli utenti di usare la loro connessione a Internet e quindi di condividere i propri file. Attualmente Libero dichiara di applicare i filtri solo ai clienti la cui linea ADSL non è direttamente collegata alla rete di accesso ULL di Libero[senza fonte]. Da marzo 2007 anche Tele2 ha iniziato a testare i filtri e dopo la multa dell'Agcom nel gennaio 2008 ha dichiarato anche sul suo sito di applicare i filtri ai suoi clienti[senza fonte]. In ogni caso, prima di accusare il proprio gestore di filtraggio, è bene assicurarsi di aver impostato emule nel migliore dei modi (id, opzioni connessioni, fonti trovate e in coda nei valori consigliati, ecc).

A tutela della privacy, dal menu "Opzioni/Sicurezza" sono disponibili altre funzionalità: - identificazione sicura: il nome identificativo nella rete di Emule viene crittografato; - l'abilitazione di filtri antispam per la ricerca. Il programma chiederà di specificare un indirizzo Internet per l'aggiornamento automatico della blacklist, un file di testo che riporta la "lista nera" dei siti sospettati di mettere in condivisione materiale corrotto (come virus, dialer o trojan rinominati come altri file), oppure di spiare cosa stanno scambiando gli altri computer (Sniffing). Il programma filtra questi indirizzi, ossia blocca in automatico tutte le connessioni in download e in upload a tali siti. Il filtro può anche essere esteso ai server di rete.

A completamento delle protezioni a tutela della privacy interne al programma, la tecnologia del proxy server permette di rendere anonima la propria navigazione, o di avere un IP difficilmente tracciabile, sia per una connessione da accesso remoto che ADSL.

Emule tiene comunque traccia per ogni file dei commenti lasciati da utenti diversi dall'indirizzo IP che l'ha posto in condivisione, per limitare le conseguenze in caso di diffusione di materiale dannoso per il computer.

eMule non presenta però caratteristiche più evolute per il confronto dei risultati di una ricerca, come un Algoritmo di Hash che dovrebbe restituire stringhe numeriche simili, quanto più lo sono i file di partenza.

Emule dal telefonino[modifica | modifica wikitesto]

Su Sourceforge ([1]), esiste un progetto opensource per la gestione da remoto di eMule, tramite cellulari WAP e più evoluti.

Le versioni modificate (mods)[modifica | modifica wikitesto]

eMule è un programma open source ed il codice sorgente liberamente disponibile ha invogliato fin dai primi tempi alcuni programmatori (modders) ad implementare nuove funzioni non presenti nella versione ufficiale. Ne sono risultate molte versioni di eMule, compatibili con quella ufficiale.

Alcune versioni modificate di eMule:

  • eMule MorphXT [2] che ha una più configurabile gestione delle fonti da cui scaricare e dei file in upload, la possibilità di aggiungere nuove fonti manualmente, maggiori informazioni sulle fonti, l'esclusione delle bad mods e filtro autoaggiornante contro i file fasulli
  • eMule Xtreme [3] che ha una più configurabile gestione delle fonti da cui scaricare e dei file in upload, la possibilità di aggiungere nuove fonti manualmente, maggiori informazioni sulle fonti e l'avanzamento nelle loro code, l'esclusione o penalizzazione degli utenti che non condividono e delle bad mods
  • eMule Beba [4] con un migliore utilizzo della memoria e del processore rispetto alla versione originale e con maggiori funzioni
  • eMule NeoMule
  • eMule ScarAngel [5]
  • eMule StulleMule [6]
  • eMule TK4 [7]
  • eMule BastarD
  • eMule Viper
  • eMule ZZUL
  • eMule Ackronic [8]
  • eMule Adunanza [9]
  • eMule Apple Juice
  • eMule SharkX
  • eMule Nextemf [10]
  • eMule Mephisto] [11]
  • eMule VipeR [12]
  • eMule Ray [13]
  • DreaMule [14]
  • EasyMule [15]

Le funzionalità più diffuse in queste Mods sono: la gestione avanzata delle categorie, dell'upload (Upload dinamico, powershare, etc...), diversi sistemi di crediti, bandierine e altre ancora.

Le guide in italiano alle principali mod possono essere reperite nell'apposita sezione del sito www.emule-mods.it

Esiste on line un sondaggio sulla mod preferita ed una classifica delle votazioni degli utenti (TOP 5 Rated MoDs).

Le Bad Mods[modifica | modifica wikitesto]

La libertà di modifica del codice sorgente di eMule, oltre ad essere una potentissima forma di sviluppo per il programma e la sua diffusione, ha permesso che alcuni programmatori creassero delle bad mods (Mod Malvagie), dette anche leechmods (Mod Sanguisughe) per via del loro comportamento. Questa categoria di Mod sconvolge la filosofia di base di eMule permettendo ad esempio di abbassare fino a zero la quantità di banda di upload, togliendo la condivisione e trasformando chi utilizza la mod in un Leecher : una "sanguisuga" che prende senza dare.

Inoltre alcune bad mods non pubblicano il proprio codice sorgente e possono contenere all'interno virus, trojan o altro malware.

Esistono alcune mod (MorphXT, Xtreme, la sua derivata ScarAngel, Zzul Bastard, ecc.) che grazie al DLP (una dll che contiene l'elenco delle leecher mod) fanno bannare dalla coda o togliere il punteggio a tutte le mod leecher o ritenute tali dai loro sviluppatori.

Oltre alle leechmods, in passato sono state create delle spam mods, cioè delle mod con funzione di spamming: automaticamente inviavano messaggi periodici agli altri utenti. Siccome molte spam mods si firmavano, in un primo momento il problema fu affrontato inserendo i nomi di tali mod nel filtro messaggi. A partire dalla versione 0.49a, il programma originale è stato dotato di un filtro antispam captcha (comunque disattivabile).

Versioni false[modifica | modifica wikitesto]

Esistono alcune versioni modificate del programma che richiedono, affinché possano essere utilizzate, un pagamento in denaro. Altre versioni installano, all'insaputa dell'utente, dei programmi dannosi come malware e spyware.

Ad esempio, il sito www.emule.org utilizzava una grafica estremamente simile al vero sito ufficiale www.emule-project.net, ma a differenza di questo, qualunque link ivi presente portava al download del file eMuleSetup.exe che oltre al programma principale installa uno spyware.

La diffusione di queste versioni alterate è avvenuta in passato a causa alle pubblicità presenti nei motori di ricerca; in particolare grazie al sistemi AdWords e AdSense di Google[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La soluzione "antiP2P" in Punto Informatico, 11 novembre 2005.
  2. ^ Da www.p2pforum.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

eMule in Open Directory Project, Netscape Communications. (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all'argomento "eMule")