Diocesi di Versailles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Versailles
Dioecesis Versaliensis
Chiesa latina
Cathedrale saint louis versailles face.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Parigi
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Eric Marie Pierre Henri Aumonier
Vescovi emeriti Jean-Charles Thomas
Sacerdoti 229 di cui 193 secolari e 36 regolari
3.056 battezzati per sacerdote
Religiosi 36 uomini, 275 donne
Diaconi 60 permanenti
Abitanti 1.394.266
Battezzati 700.000 (50,2% del totale)
Superficie 2.270 km² in Francia
Parrocchie 287
Erezione 29 novembre 1801
Rito romano
Cattedrale San Luigi
Indirizzo B.P. 655, 16 rue Monseigneur Gibier, 78008 Versailles CEDEX, France
Sito web catholique-yvelines.cef.fr
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Francia
La chiesa Notre-Dame è la più antica chiesa di Versailles, consacrata nel 1686. Era la parrocchia del palazzo reale; gli archivi parrocchiali hanno conservato gli atti di battesimo, di matrimonio e di decesso dei membri della famiglia reale.

La diocesi di Versailles (in latino: Dioecesis Versaliensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Parigi. Nel 2010 contava 700.000 battezzati su 1.394.266 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Eric Marie Pierre Henri Aumonier.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende il territorio del dipartimento francese degli Yvelines.

Sede vescovile è la città di Versailles, dove si trova la cattedrale di San Luigi.

Il territorio si estende su 2.270 km² ed è suddiviso in 287 parrocchie, raggruppate in 11 decanati.

Istituti religiosi[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi è stata eretta il 29 novembre 1801, a seguito del concordato, con la bolla Qui Christi Domini di papa Pio VII; suffraganea dell'arcidiocesi di Parigi, inizialmente comprendeva due dipartimenti francesi, quello della Seine-et-Oise e quello dell'Eure-et-Loir, per l'annessione del territorio della diocesi di Chartres, contestualmente soppressa.

Il 6 ottobre 1822 la diocesi di Chartres fu ristabilita, ricavandone il territorio dalla diocesi di Versailles. Il territorio diocesano fu dunque ridotto al solo dipartimento della Seine-et-Oise, che si componeva di porzioni considerevoli delle antiche diocesi di Parigi, di Chartres, di Rouen e di Sens e di qualche cantone preso alle diocesi di Beauvais, di Senlis e di Évreux.

Fu eretta a cattedrale diocesana la chiesa di San Luigi, edificata a partire dal 1743 e consacrata nell'agosto del 1754. In questa chiesa il primo vescovo di Versailles, Louis Charrier de La Roche, accolse nel 1805 papa Pio VII, venuto a Versailles per incoronare imperatore Napoleone I.

Il vescovo Étienne-Jean-François Borderies dotò la diocesi di un catechismo e uniformò la liturgia a quella romana. Il suo successore, Louis-Marie-Edmont Blanquart de Bailleul, istituì il seminario e riconsacrò la cattedrale nel 1843. Jean-Nicaise Gros indisse il primo sinodo diocesano e stabilì i corsi di formazione per i sacerdoti, le cosiddette conférences ecclésiastiques; creò una casa di riposo per i preti anziani e rese obbligatoria in tutta la diocesi la liturgia romana; stabilì inoltre l'adorazione perpetua e l'opera della propagazione della fede.

A seguito della riorganizzazione amministrativa della regione parigina, il 9 ottobre 1966 Versailles cedette larghe porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Corbeil, di Créteil, di Nanterre, di Pontoise e di Saint-Denis; contestualmente il territorio diocesano fu ridotto a quello del nuovo dipartimento degli Yvelines.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Louis Charrier de La Roche † (9 maggio 1802 - 17 marzo 1827 deceduto)
  • Étienne-Jean-François Borderies † (25 giugno 1827 - 4 agosto 1832 deceduto)
  • Louis-Marie-Edmont Blanquart de Bailleul † (17 dicembre 1832 - 17 giugno 1844 nominato arcivescovo di Rouen)
  • Jean-Nicaise Gros † (17 giugno 1844 - 13 dicembre 1857 deceduto)
  • Jean-Pierre Mabile † (15 marzo 1858 - 8 maggio 1877 deceduto)
  • Pierre-Antoine-Paul Goux † (21 settembre 1877 - 29 aprile 1904 deceduto)
  • Charles-Henri-Célestin Gibier † (21 febbraio 1906 - 3 aprile 1931 deceduto)
  • Benjamin-Octave Roland-Gosselin † (3 aprile 1931 succeduto - 12 aprile 1952 ritirato)
  • Alexandre-Charles-Albert-Joseph Renard † (19 agosto 1953 - 28 maggio 1967 nominato arcivescovo di Lione)
  • Louis-Paul-Armand Simonneaux † (30 settembre 1967 - 4 giugno 1988 dimesso)
  • Jean-Charles Thomas (4 giugno 1988 succeduto - 11 gennaio 2001 dimesso)
  • Eric Marie Pierre Henri Aumonier, dall'11 gennaio 2001

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 1.394.266 persone contava 700.000 battezzati, corrispondenti al 50,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 1.000.000 1.500.000 66,7 926 805 121 1.079 1.000 2.500 587
1970 600.000 853.386 70,3 465 370 95 1.290 95 1.100 256
1980 1.039.000 1.094.000 95,0 406 315 91 2.559 5 96 900 269
1990 1.210.000 1.212.539 99,8 334 246 88 3.622 18 95 745 268
1999 906.000 1.342.000 67,5 295 234 61 3.071 40 61 637 269
2000 850.000 1.351.000 62,9 278 218 60 3.057 46 60 637 269
2001 800.000 1.351.000 59,2 277 217 60 2.888 44 60 637 269
2002 800.000 1.352.141 59,2 276 216 60 2.898 49 61 420 269
2003 800.000 1.352.141 59,2 267 212 55 2.996 50 56 410 269
2004 800.000 1.352.141 59,2 242 204 38 3.305 52 39 320 288
2010 700.000 1.394.266 50,2 229 193 36 3.056 60 36 275 287

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi