Dichiarazione sostitutiva di certificazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In Italia la Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione o Autocertificazione è una dichiarazione firmata in foglio di carta semplice (senza marca da bollo) nella quale viene fatta una dichiarazione sotto propria responsabilità.

Disciplina[modifica | modifica sorgente]

venne introdotta nell'ordinamento italiano con la legge 4 gennaio 1968, n. 15 ("Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme"), e ampliata nel 1997 con la prima legge Bassanini per semplificare le procedure della pubblica amministrazione. Le disposizioni relative all'autocertificazione sono oggi raccolte nel D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445[1].

Utilizzo[modifica | modifica sorgente]

Permette a chi ne fa uso di sostituire certificazioni amministrative relative a fatti, stati e qualità risultanti da registri pubblici. Spesso serve a dichiarare il possesso di determinati titoli e requisiti.

Il dichiarante decade dai benefici qualora emerga la non veridicità dei contenuti delle dichiarazioni (fra le sanzioni, quelle del codice penale e del D.P.R. 445/2000, artt. 75 e 76).

È stata criticata perché ha dato luogo a casi di abuso di professione, in quanto solo una parte degli elenchi cartacei necessari al controllo dei titoli e requisiti dichiarati è stata informatizzata o comunque è accessibile al pubblico.

Atti sostituibili con autocertificazione[modifica | modifica sorgente]

È possibile utilizzarla per i seguenti certificati:

  • Nascita
  • Residenza
  • Stato Civile
  • Cittadinanza
  • Esistenza in vita
  • Stato di Famiglia
  • Nascita del Figlio
  • Posizione agli effetti degli obblighi militari.
  • Decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente
  • Godimento dei diritti politici
  • Iscrizione ad albi o elenchi tenuti dalla Pubblica Amministrazione
  • Titolo di Studio o qualifica professionale
  • Smarrimento abbonamenti di viaggio

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Decreto del presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, in materia di "[...] disposizioni legislative e regolamentari [...della] documentazione amministrativa. (Testo A)."

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto