Clark Hull

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clark Leonard Hull

Clark Leonard Hull (Akron, 1884New Haven, 1952) è stato uno psicologo statunitense.

Fu uno dei maggiori neocomportamentisti e i suoi interessi vagarono inizialmente sull'ipnosi ed in seguito sull'apprendimento e sul comportamento. È maggiormente noto per il suo metodo di ricerca, più che per i contributi dati allo studio dei singoli casi. Per Hull lo studio della psicologia doveva quindi basarsi su aspetti ipotetico-deduttivi, tanto che giunse ad utilizzare modelli ipotetici matematici i quali dovevano esser confermati o falsificati dalle prove empiriche negli esperimenti di laboratorio. Fu noto anche per la legge che tutt' oggi porta il suo nome.

Legge di Hull[modifica | modifica sorgente]

"La forza dell'abitudine è direttamente proporzionale al numero delle associazioni fra stimolo e risposta a essa connesse che hanno subito un rinforzo".

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Protagonisti del pensiero psicologico (ordine alfabetico)
float Alfred Adler · Mary Ainsworth · Gordon Allport · Albert Bandura · Gregory Bateson · Eric Berne · Wilfred Bion · John Bowlby · Raymond Cattell · Milton Erickson · Erik Erikson · Silvio Fanti · Anna Freud · Sigmund Freud · Howard Gardner · Daniel Goleman · Clark Hull · William James · Carl Gustav Jung · Melanie Klein · Jacques Lacan · Kurt Lewin · Mary Main · Abraham Maslow · George Miller · Ulric Neisser · Ivan Pavlov · Jean Piaget · Carl Rogers · Francine Shapiro · Burrhus Skinner · Wilhelm Stekel · John Watson · Paul Watzlawick · Donald Winnicott

Controllo di autorità VIAF: 8240047 LCCN: n50034374

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie